Alla Tenda focus sulla Palestina, spazio anche a rock e poesia

7

Il programma settimanale inizia lunedì 29 novembre con una conferenza di approfondimento sulla situazione palestinese. In corso pure la mostra fotografica di Brancolini

MODENA – Dalle iniziative di solidarietà per la Palestina agli incontri sulla letteratura, passando per il rock internazionale dal vivo e per alcune serate dedicate al cinema. È una settimana ricca di appuntamenti quella che si sviluppa a partire da lunedì 29 settembre alla Tenda di viale Monte Kosica, dove prosegue la rassegna autunnale in corso di svolgimento nell’ambito delle attività proposte dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena. Gli eventi sono a ingresso gratuito; per accedere è necessario il Green pass, cartaceo o digitale. Si consiglia sempre la prenotazione sul sito web www.comune.modena.it/latenda.

Il calendario si apre il 29 novembre alle 20.30 con una conferenza nell’ambito delle iniziative in programma in città per la Giornata internazionale di solidarietà con la Palestina, a cura di Comitato Modena incontra Jenin, Associazione per la pace Modena, Alkemia, Cgil Modena, Per non dimenticare, Pax Christi Modena, Rete Lilliput di Modena, Bambini nel deserto e Tam – tam di pace. In particolare, nel confronto di approfondimento sulla situazione palestinese intervengono Fausto Gianelli (Giuristi democratici), Kassem Aina (associazione Hassomoud – Libano) e Raffaele Spiga (Bds Italia); nell’occasione è prevista, inoltre, la proiezione di filmati sui campi profughi palestinesi in Libano e Palestina. Sempre nel contesto delle iniziative legate a questo territorio, in questi giorni la Tenda ospita la mostra fotografica di Roberto Brancolini “Figli di un Dio minore”. Il lavoro di Brancolini, fotografo freelance specializzato in cronaca e reportage, si concentra sull’esperienza delle centinaia di adolescenti palestinesi arrestati ogni anno dall’esercito israeliano nei territori occupati, nelle aree di Gerusalemme, Ramallah, Nablus e Hebron, raccontando quindi anche i processi giudiziari a cui sono sottoposti. L’allestimento, aperto nel week end, resterà attivo proprio fino al 29.

Martedì 30 novembre alle 21 si passa alla musica: il palco di viale Monte Kosica torna a infatti a ospitare, per la prima volta dall’inizio della pandemia, band rock internazionali col concerto di Skywalker, Ghost Iris e Where Stars collide, a cura dell’associazione Intendiamoci. I primi sono una delle formazioni di punta della scena hardcore e melodic hardcore europea, con alle spalle decine e decine di live in tutta Europa e tre album pubblicati in una carriera che ha ormai raggiunto i dieci anni di attività; “Late eternity” è il titolo del loro ultimo lavoro in studio, pubblicato nel 2021 per la prestigiosa label statunitense Rise records. Maggiormente orientati su sonorità progressive invece i danesi Ghost Iris, anche loro al debutto assoluto in Tenda, e anch’essi con una significativa esperienza live e in studio alle spalle, al punto da essere sempre più considerati come una delle realtà più concrete all’interno del loro genere. Il loro ultimo full length, intitolato “Comatose”, è uscito nel 2021.

Nel programma settimana ampio spazio trova anche la letteratura, con tre appuntamenti dedicati alla presentazione di libri, tutti alle ore 21. Mercoledì 1 dicembre è la volta di “Fuori Pagina” di Francesco Locane (Alter Erebus Edizioni), con l’autore intervistato da Gianluca Morozzi. Il romanzo d’esordio di Locane, giornalista, conduttore e autore di numerosi format radiofonici e dal vivo, racconta le vicende di Davide Lista, autore responsabile dei pessimi romanzi rosa firmati da Regina Altieri, ex-diva televisiva “convertita” alla letteratura, e la girandola di eventi che lo colpisce assieme alla fidanzata Isabella e ad Alberto, l’editor della casa editrice per cui lavora, quando il protagonista del suo ultimo romanzo (Rinaldo) prende vita e accede al mondo reale.

Venerdì 3 dicembre è il momento di un nuovo “Dialogo con l’autore” a cura dell’associazione culturale L’Asino che vola: protagonista dell’evento è Marco Bini, che, conversando con Vincenzo Scalfari, presenta il suo terzo libro di poesie “New Jersey” (Interno Poesia Editore). Classe 1984, Bini vive a Vignola: i suoi testi sono apparsi nelle antologie “La generazione entrante” e “Post ‘900” (Giuliano Ladolfi Editore, 2011 e 2015) e in diverse riviste cartacee e online come “Nuovi argomenti”, “Poetarum Silva” e “Poesia del Nostro tempo”. Inoltre, ha pubblicato le raccolte di poesie “Conoscenza del vento” (Ladolfi, 2011) e “Il cane di Tokyo” (Giulio Perrone Editore, 2015). Sabato 4 dicembre si parla sempre di poesia con l’evento, a cura di Modena City rimers, dedicato al volume “Poesie per pettirossi e altre creature minute” di Matilda Randighieri. La raccolta, composta tra il 2019 e il 2021 comprende diversi testi in italiano e alcuni tradotti in lingua inglese su tematiche come l’irrequietezza, l’incomunicabilità, la metamorfosi, la ricerca del perduto, una continua lotta interiore contro la “tradizionale” definizione di peccato e il concetto di colpa.

A completare il calendario degli appuntamenti alla Tenda, giovedì 2 dicembre, sempre alle 21, è fissato il primo appuntamento che segna il ritorno in viale Monte Kosica della kermesse cinematografica “Identità e alterità”, curata da Leonardo Gandini, docente di Storia del cinema ed Estetica del cinema, e Chiara Strozzi, ricercatrice universitaria di Economia Politica, entrambi a Unimore. Nell’edizione di quest’anno il tema del rapporto tra identità e alterità, della contrapposizione tra il proprio io e l’altro, è declinato mettendo a fuoco le relazioni problematiche tra infanzia – adolescenza ed età adulta. Il primo film proposto e presentato da Linda Magnoni (critica cinematografica, “Cineforum Web”) è “L’educazione di Rey” (Esteves, 2017).

Il programma completo e le modalità di prenotazione delle iniziative sono consultabili online su www.comune.modena.it/latenda e sulla pagina facebook “La Tenda”.