Al via la programmazione autunnale di Cesena Cinema con un omaggio ai fratelli Avati

Proiezioni dedicate al mondo alimentare, alla famiglia e all’apprendimento permanente

Cesena cinemaCESENA – L’autunno di Cesena Cinema si apre con un omaggio ai fratelli Pupi e Antonio Avati e una ricca programmazione incentrata sui cambiamenti nel mondo alimentare, sulle dinamiche familiari, proiezioni organizzate dal Coordinamento Comunale del Volontariato e il progetto “Schermi e Lavagne”.

L’omaggio ai fratelli Avati, Pupi regista e Antonio produttore, è stato organizzato per ricordare la loro cinquantennale carriera, iniziata nel 1968. Il loro cinema, fatto di incursioni nel fantastico, nella favola contadina, nei ricordi familiari e in un presente spesso ostico, viene celebrato con una piccola rassegna di film e la mostra fotografica “Pupi e Antonio Avati, cinquant’anni di cinema” allestita fino al 4 novembre al Cinema San Biagio e alla Biblioteca Malatestiana.

La mostra allestita al San Biagio ripercorre l’intera carriera dei fratelli Avati film per film, da “Balsamus, l’uomo di Satana” (1968) fino a “Il fulgore di Dony” (2018); mentre la galleria allestita alla Malatestiana ritrae interpreti e tecnici, figure costanti dei set avatiani. Tutti gli scatti in esposizione, provengono dai fondi del Centro Cinema, integrate da immagini della DueA Film.

L’omaggio al cinema di Avati continua con la proiezione di “Storia di ragazzi e di ragazze” di Pupi Avati in programma per lunedì 8 ottobre. Il secondo appuntamento con la filmografia avatiana sarà sabato 20 ottobre con la proiezione di “Le strelle nel fosso”, a cui seguirà anche un incontro pubblico con i due fratelli Avati. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

Sono dedicate alle famiglie di tutti i tipi e alla promozione della pratica dell’affido familiare le proiezioni intitolate Cinema e famiglia, promosse dalle associazioni Famiglie per l’accoglienza, Papa Giovanni XXIII, Adamantina, Consultorio per la famiglia Don A. Giorgini, Centro di aiuto alla vita, in collaborazione con Centro per le famiglie, Equipe affido del Comune di Cesena. Tra i film in programma “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni (martedì 23 ottobre), “Miracolo a le havre” di Aki Kaurismäki (martedì 30 ottobre) e “Il figlio dell’altra” di Lorraine Lévy (martedì 6 novembre).

E’ curata dall’Associazione MyS.TA. la rassegna “A spasso per il cinema” che tratterà il tema dei cambiamenti nel mondo alimentare, con le proiezioni di “Chef” di Daniel Cohen in programma martedì 9 ottobre e di “Interstellare” di Christopher Nolan per martedì 16 ottobre.

Il Coordinamento Comunale del Volontariato organizza una serie di proiezioni dal nome “Al cinema con le associazioni” che vede in programma sabato 13 ottobre “Terra Madre” di Ermanno Olmi, sabato 27 ottobre “A testa alta” di Emmannuelle Bercot e sabato 10 novembre “Si può fare” di Giulio Manfredonia.

Sono invece curate dall’Associazione di Volontariato e Promozione Sociale Auser di Cesena le proiezioni di “La città che apprende” dedicate all’apprendimento permanente: in programma martedì 23 ottobre la proiezione di “La casa di famiglia” di Augusto Fornari e martedì 30 ottobre di “Belli di papà” di Guido Chiesa. Gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

In collaborazione con la quarta edizione della rassegna “Ciò che ci rende umani” organizzata dal Teatro Valdoca, tre lunedì sono dedicati al cinema documentario. In programma per lunedì 15 ottobre l’incontro con la maestra del documentario italiano Cecilia Mangini e il regista Paolo Pisanelli, curatore dei suoi lavori; a seguire la proiezione di “Dietro la legge”, estratto del loro film in lavorazione “Il mondo a scatti”. Lunedì 22 ottobre ci sarà un incontro con la poetessa Roberta Dapunt che presenterà la sua ultima raccolta “Sincope” (Einaudi 2018) e, tratto dall’omonimo libro della Dapunt, la proiezione di “Nauz” di Jochen Unterhofer; mentre lunedì 29 ottobre andrà in scena l’anteprima di una nuova produzione di Cesare Ronconi.

Si ricordano inoltre le attività del progetto “Schemi e Lavagne” in programma alla Biblioteca Malatestiana con incontri di formazione rivolti ad insegnanti ed appassionati e laboratori per bambini dedicati alla storia del cinema, all’allestimento di una troupe televisiva, allo studio dell’inquadratura fino al montaggio passando per la colonna sonora.

Oltre alle mostre dedicate a Pupi e Antonio Avati, gli archivi del Centro Cinema contribuiscono all’allestimento di altre tre mostre: “Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini” con fotografie di Divo Cavicchioli e Angelo Novi in programma dal 27 ottobre al 3 febbraio 2019 al Centro Studi Pier Paolo Pasolini alla Casarsa della Delizia; “La commedia all’italiana, capolavori ed epigoni” in programma al Festival Cinéma Meditteranéen di Montpellier dal 19 al 27 ottobre; e a “Film dell’Emilia Romagna” in programma al Festival du Film Italien di Villerupt dal 26 ottobre all’ 11 novembre.

A completare la programmazione autunnale, anche le proiezioni del Cinema Eliseo dedicate a “L’opera lirica e sinfonica al cinema”, “La grande danza al cinema”, “La grande arte al cinema”, “Cinema e psiche” e ai film in versione originale.