Al via il 13 novembre gli incontri on line della Festa dei Lettori, promossi dalla biblioteca Passerini Landi

18

PIACENZA – “Il vigente Decreto impone la chiusura dei luoghi della cultura, incluse le biblioteche comunali, ma l’Amministrazione ha fin da subito attivato “proposte alternative” capaci di mantenere vivo il presidio culturale soprattutto in questi momenti, nei quali il bisogno è ancora maggiore”. Così l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi presenta gli incontri legati alla “Festa dei Lettori”, che prendono il via venerdì 13 novembre alle 14,30 nell’ambito del progetto “La scelta di leggere Piace”. Si tratta della fase conclusiva di un progetto curato dalla biblioteca comunale Passerini Landi e finanziato dal Mibact, che ha coinvolto nel tempo numerose realtà territoriali, scuole nonché la casa circondariale di Piacenza.

La conclusione del del romanzo, della storia, della lettura è come aiutarli ad aprire i loro occhi su nuovi mondi. Questa cosa ci riempie di orgoglio e di soddisfazione”.

Al primo incontro sarà presente lo sceneggiatore e illustratore Lorenzo Terranera che si confronterà con gli studenti in una conversazione dal titolo “Un bel mestiere!”, ovvero cosa significhi essere illustratore e sceneggiatore oggi. Terranera per dodici anni ha lavorato per noti programmi televisivi Rai e dal 2014 cura la grafica e le animazioni per importanti trasmissioni su La7. Giovedì 23 novembre alle 14,30 sarà la volta di Fabio Geda, scrittore torinese che nei suoi libri mette i ragazzi al centro della narrazione. Il successo gli arriva nel 2010 con “Nel mare ci sono i coccodrilli”. Nel 2017 pubblica “Anime scalze”, nel 2020 “Il lato oscuro della luna” con Marco Magnone e “Storia di un figlio. Andata e ritorno”.

Il 1° dicembre sarà la volta di Davide Morosinotto, scrittore finalista del Premio Urania. Il 16 dicembre appuntamento con Katherine Rundell, pluripremiata scrittrice inglese che insegna letteratura inglese al “All Souls College” di Oxford. È suo il celebre romanzo “Sophie sui tetti di Parigi” mentre il suo “La ragazza dei lupi” ha vinto il premio Andersen 2017.

Il 10 dicembre sarà invece assegnato il Premio Giana Anguissola 2020, il cui tema quest’anno è “La scelta”, per capire chi siamo e chi vogliamo diventare. Ospite della giornata dedicata al premio sarà lo scrittore e documentarista Giuseppe Festa. Protagonista e sceneggiatore del film documentario “Oltre la Frontiera”, è autore di numerosi reportage sulla natura trasmessi dalla Rai.

“Se il nostro Paese saprà ripartire dopo questi durissimi mesi – conclude Papamarenghi – sarà anche e soprattutto grazie alla capacità che ognuno di noi, istituzioni in primis, saprà mettere in campo a presidio della formazione e della cultura, e di fronte a tale incombenza il nostro Comune non vuole stare nemmeno un passo indietro”.