Al via i lavori per il Piano particolareggiato di Tombanuova

6
planimetria di intervento Tombanuova

RIMINI – Con la consegna alla ditta – prevista formalmente nella giornata di domani 27 aprile – si avvierà nel corso dei prossimi giorni il cantiere per la realizzazione delle opere di urbanizzazione previste dal piano particolareggiato di Tombanuova.

Un intervento importante, atteso dai residenti che riguarda, oltre alla costruzione del collegamento viario tra via Bartali e via Crociano (via Casartelli), anche la realizzazione di un nuovo parcheggio in via Coppi e il completamento di quello già parzialmente realizzato in via Corciano. L’area verde vicina all’abitato sarà completata con la piantumazione di alberature ed arbusti, con la realizzazione del camminamento e dell’illuminazione pubblica e sarà dotata di arredi e giochi bimbi.  Il progetto ha un valore complessivo di 576.000 euro, finanziato attraverso le risorse ottenute dall’escussione della polizza fideiussoria.
L’intervento come noto era stato approvato definitivamente in consiglio comunale nel mese di luglio 2021 e dopo la conclusione della gara – con l’individuazione della ditta esecutrice – nei prossimi giorni partirà il cantiere dei lavori. Un progetto che include anche tutte le osservazioni presentate dai residenti, con la richiesta di comprendere tra le aree da espropriare anche un’altra porzione di terreno da riqualificare, oltre alla sistemazione della viabilità di accesso al condominio e ad una diversa collocazione delle isole ecologiche. Modifiche che sono state recepite in toto dall’Amministrazione.

“Questo è un progetto costruito in relazione con chi vive nella zona – dichiarano Roberta Frisoni e Mattia Morolli, assessori alla Mobilità e ai Lavori Pubblici – una pianificazione del territorio fatta anche incontrando una delegazione dei residenti di Tombanuova, per confrontarsi in merito alle osservazioni presentate al progetto di opera pubblica. La gara ha richiesto più tempo del previsto in quanto è stato adottato il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e non quella del massimo ribasso. Una procedura che adesso garantirà un risultato migliore in termini di qualità e anche una riduzione dei tempi di esecuzione rispetto a quanto previsto. La ditta infatti ha accorciato il cronoprogramna, che sarà concluso in 140 giorni anziché nei 180 previsti. Tutte le osservazioni che ci sono arrivate dai residenti sono state ascoltate e accolte, modificando l’intervento previsto, un confronto efficace e trasparente che ha portato ad individuare la migliore soluzione possibile e finalmente, a dare una risposta a chi vive in quel complesso grazie all’azione sostituiva dell’amministrazione comunale che ha dovuto agire in sostituzione del privato inadempiente.”