“Ad alta voce”, tre giorni per vedere, ascoltare e comprendere le idee, le nostre origini e le parole che ci trasformano

Dal 25 al 27 ottobre 2018 la città accoglie artisti, scrittori, giornalisti e protagonisti della società civile

FERRARA – E’ stata presentata ufficialmente lunedì 22 ottobre 2018 nella sala dell’Arengo della residenza municipale l’iniziativa “Ad alta voce – Origini, parole che trasformano”, l’evento culturale promosso da Coop Alleanza 3.0 che da giovedì 25 a sabato 27 ottobre 2018 animerà la città con artisti, scrittori, giornalisti e protagonisti della società civile.

Per illustrare temi e programma generale della manifestazione ai giornalisti sono intervenuti Massimo Maisto, vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Mirco Dondi, vicepresidente Politiche di Filiera e Territoriali di Coop Alleanza 3.0, Enrico Quarello, coordinatore Politiche sociali e Relazioni territoriali di Coop Alleanza 3.0. In concluisone la lettura poteica di Giulio Costa del Teatro Off.

Sito ufficiale www.adaltavoce.it (Per informazioni: Ufficio stampa Coop Alleanza 3.0 – 335-1226703)

LA SCHEDA (a cura egli organizzatori) – DAL 25 AL 27 OTTOBRE COOP ALLEANZA 3.0 PORTA A FERRARA “AD ALTA VOCE” – “Origini: parole che trasformano” è il tema della manifestazione della Cooperativa con appuntamenti culturali in diversi luoghi della città, con protagonisti della società civile tra cui anche Gustavo Zagrebelsky, Stefano Boeri, Enrico Giovannini e Stefano Bartezzaghi

Coop Alleanza 3.0 porta dal 25 al 27 ottobre, per la prima volta, “Ad alta voce” a Ferrara con la collaborazione delle istituzioni e delle associazioni locali. La kermesse culturale anima ogni anno una città italiana differente: un appuntamento in luoghi simbolo e spazi urbani che per un giorno diventano posti speciali in cui incontrarsi e confrontarsi con le voci e i pensieri degli autori contemporanei. Il festival ha coinvolto dal 2001 ad oggi oltre 700 tra artisti, scrittori, giornalisti, scienziati e protagonisti della società civile, e approda quest’anno nella città estense, per riscoprirne le origini. La manifestazione è presentata oggi in conferenza stampa, da Massimo Maisto, vicesindaco e assessore alla Cultura della città di Ferrara, Mirco Dondi, vicepresidente Politiche di Filiera e Territoriali di Coop Alleanza 3.0, ed Enrico Quarello, coordinatore Politiche sociali e Relazioni territoriali di Coop Alleanza 3.0.

Il tema di “Ad alta voce” 2018
“Origini. Parole che trasformano” è il tema della 18esima edizione di “Ad alta voce”, e non è casuale la scelta di Ferrara, emblema di una città che ha saputo dare vita a una felice fusione tra nuovo e antico: si pensi all’addizione erculea, che le è valsa l’appellativo di prima città moderna d’Europa. Una città che racconta di un passato glorioso, ma è proiettata nel futuro: per questo si riparte dalle “Origini” per andare in cerca del nuovo e per tornare a pensare a una storia ancora tutta da scrivere. Dal 25 al 27 ottobre, in dieci appuntamenti gratuiti sotto la guida del regista Riccardo Marchesini, l’architetto Stefano Boeri, il professore Gustavo Zagrebelsky, il teologo Vito Mancuso, lo scrittore Stefano Bartezzaghi e tanti altri protagonisti del mondo della cultura, della musica e della scienza come Umberto Guidoni, Marco Missiroli, Guido Catalano e Dente, Paolo Rumiz si confronteranno sulle origini della vita, il futuro delle nanotecnologie, il primo uomo sulla Luna e la scoperta dall’acqua su Marte, lo sviluppo sostenibile, la nascita della democrazia e del linguaggio. Ad ospitarli, i luoghi simbolo della vita artistica, religiosa e civile della città, come la Pinacoteca Nazionale, il Museo Archeologico Nazionale, il Meis (Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah), il Teatro Nuovo, le sale del Palazzo Comunale o il Consorzio Wunderkammer, ma anche nei negozi Coop di via Mazzini e de Il Castello. Il programma della rassegna è disponibile su www.adaltavoce.it (oltre che in cartella stampa insieme alle biografie degli autori e ai luoghi della manifestazione).

Il programma in breve
Si parte giovedì 25 ottobre alle ore 18.30 al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara (via XX Settembre, 122): sarà un’occasione per riflettere sui temi della bellezza, del paesaggio e del ruolo della cultura per uno sviluppo sostenibile. Sul palco saliranno, dopo i saluti istituzionali e della Direzione museale, gli ospiti: gli architetti Stefano Boeri e Chiara Tonelli, il professore Enrico Giovannini, il neurobiologo Stefano Mancuso, con la moderazione di Eva Giovannini e l’accompagnamento musicale a cura del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Parteciperanno inoltre il sindaco Tiziano Tagliani e il presidente di Coop Alleanza 3.0, Adriano Turrini. A seguire, una degustazione a cura di fornitori Coop.

Venerdì 26 “Ad alta voce” farà tappa anche al Meis per l’appuntamento “Le origini della vita Incontro fra scienza e culture religiose”; alla Coop di via Mazzini con “Letture di autori ferraresi” e nello spazio di Librerie.coop dell’ipercoop Il Castello con “Alle origini della passione”. La Pinacoteca Nazionale ospiterà Viaggio nelle parole, mentre la giornata si chiuderà con l’appuntamento Moon river al Consorzio Wunderkammer. Tra le personalità che interverranno nel corso della giornata anche il teologo Vito Mancuso, le campionesse sportive Eleonora Manfredini e Fiona May a cui si aggiungono tra gli altri l’enigmista Stefano Bartezzaghi e il direttore editoriale della casa editrice “La nave di Teseo” Elisabetta Sgarbi.

Sabato 27 si prosegue con l’evento a forte carattere scientifico “Alle origini dell’umanità”, nella Sala Estense del Comune con anche il genetista Guido Barbujani, la professoressa Elena Pettinelli la ricercatrice Ambra Fioravanti.

Nella Sala Consiliare del Comune si terrà “Alle origini della democrazia” con la partecipazione degli scrittori Stefano Massini e Marco Belpoliti, e del professore emerito Gustavo Zagrebelsky.

Evento finale, anche con diretta Facebook, al Teatro Nuovo, dal titolo “Da Luna a Luna – Da Astolfo ad Armstrong” a cui prederanno parte anche gli scrittori Silvia Avallone, Ermanno Cavazzoni, Paolo Rumiz oltre al duo formato dal poeta Guido Catalano e dal musicista Dente.

In tutti gli appuntamenti spazio anche alla musica con le sonorità del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, Organic Trio, Ambra Bianchi e Ricky Scandiani Duo, Amf Combo, STAG, e dell’Orchestra del Baraccano.

La manifestazione sui social
“Ad alta voce” è già iniziato sul web: infatti fino al 20 ottobre un contest Instagram ha dato a tutti la possibilità di raccontare Ferrara secondo il proprio punto di vista. I partecipanti hanno scattato foto della città, di un suo dettaglio o di uno scorcio suggestivo, successivamente le hanno condivise sul proprio profilo insieme agli hashtag ufficiali #AAV18, #Ferrara e #AAVSecondoMe. Il contest è stato accolto con entusiasmo dal mondo dei social, grazie a oltre 200 foto ricevute.

Le foto più belle sono state pubblicate sui canali ufficiali di “Ad alta voce” mentre le tre che hanno ricevuto più like saranno proiettate la sera dell’evento di chiusura. È possibile seguire “Ad alta voce” anche sui profili ufficiali di Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.

Coop Alleanza 3.0 e la cultura
Per Coop Alleanza 3.0 la cultura rappresenta un veicolo essenziale di coesione sociale; per questo, ogni anno organizza direttamente o sostiene decine di iniziative di carattere letterario, musicale, teatrale, cinematografico e artistico, promosse da associazioni e realtà del territorio e stipula convenzioni allo scopo di rendere fruibile ai propri soci questo arricchimento. Dallo scorso anno, e in modo più marcato in questa 18 esima edizione, il viaggio di “Ad alta voce” nelle città italiane più rappresentative si è “contaminato” con le caratteristiche di spicco delle stesse. Ferrara rappresenta un importante approdo: da qui, infatti, la manifestazione itinerante – che dal 2001 porta letture in luoghi insoliti delle città italiane scegliendo luoghi della quotidianità e trasformandoli, per un giorno, in location speciali – prende le mosse per acquisire un respiro nazionale. Dalla prima edizione, nel 2001, a oggi, “Ad alta voce” ha coinvolto oltre 700 autori che hanno dato voce ai loro libri preferiti davanti a migliaia di persone in numerose città italiane: Bologna, Venezia, Ravenna, Cesena, Ancona, L’Aquila, Trieste e Padova.

Per info: Ufficio stampa Coop Alleanza 3.0, cell. 335 1226703, email ufficio.stampa@alleanza3-0.coop.it – www.coopalleanza3-0.it

I LUOGHI DI AD ALTA VOCE 2018

Museo Archeologico Nazionale di Ferrara – Ospitato nel cinquecentesco Palazzo Costabili e progettato dall’architetto ducale Biagio Rossetti, è noto per ospitare le testimonianze archeologiche della città etrusca di Spina.

MEIS (Museo Nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah) – Istituito nel 2003, si trova nell’edificio che fino al 1992 fu usato come carcere cittadino. Al suo interno è narrata la storia dell’ebraismo italiano e della sua peculiare identità.

Associazione Viale K – Nasce nel 1992 intorno alla Parrocchia Sant’Agostino, nel quartiere Krasnodar di Ferrara, per favorire l’inclusione sociale e l’accoglienza.

Sala Estense, Comune di Ferrara – È una sala teatrale a pochi passi dallo Scalone d’Onore del Municipio di Ferrara. Fatta erigere da Ercole I d’Este nel 1476 come cappella di corte, al suo interno vi venivano esposte le salme degli Estensi.

Pinacoteca Nazionale di Ferrara – Ospitata al piano nobile del Palazzo dei Diamanti, nelle sale comprendenti il magnifico salone d’onore e l’appartamento cinquecentesco di Virgina de’ Medici.

Consorzio Wunderkammer – Letteralmente “camera delle meraviglie”, ha il suo centro operativo all’interno degli ex-magazzini fluviali sul Po di Volano, ora Palazzo Savonuzzi, dal nome dell’architetto dell’edificio.

Sala consiliare, Comune di Ferrara – La sala consiliare si trova all’interno del Palazzo Municipale, antica residenza ducale degli Este fino al XVI secolo, quando la corte si trasferì nel vicino Castello Estense.

Teatro Nuovo di Ferrara – Costruito tra il 1925 e il 1926, il Teatro Nuovo è caratterizzato da una grande cupola centrale sotto cui è possibile ammirare stucchi e rilievi in tardo stile liberty. Noto per la sua buona acustica, è stato recentemente ristrutturato.

Libreria.coop dell’ipercoop Il Castello – Spazio interamente dedicato ai libri e alla cultura che si trova all’interno dell’ipercoop Il Castello.

Coop di via Mazzini – Supermercato della Cooperativa inaugurato il 21 aprile 2018. È il primo negozio di Coop Alleanza 3.0 nel centro storico di Ferrara.