Accensione del nuovo impianto di pubblica illuminazione in piazza Ariostea a Ferrara

Venerdì 14 settembre alle 20.30 in piazza Ariostea 2 (ritrovo lato angolo via Palestro)

FERRARA – Venerdì 14 settembre alle 20.30 in piazza Ariostea 2 (ritrovo lato angolo via Palestro), avrà luogo l’accensione inaugurale del nuovo impianto di pubblica illuminazione realizzato in piazza Ariostea. All’appuntamento nella zona del cantiere che coinvolge, oltre alle strutture monumentali presenti nella piazza, l’intera rete di pubblica illuminazione, interverranno il sindaco Tiziano Tagliani, l’assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi, il dirigente del Servizio Infrastrutture – Mobilità Antonio Parenti, Mary Minotti dell’Ufficio Pubblica Illuminazione, tecnici collaboratori, progettisti e i rappresentanti delle imprese che hanno realizzato i lavori Piero Sgargi (Sgargi Srl) e Stefano Guiducci (Euroscavi Srl).

Giornalisti, fotografi e video operatori sono invitati.

LA SCHEDA a cura dell’Ufficio Pubblica illuminazione (Servizio Infrastrutture, Mobilità e traffico) del Comune di Ferrara.

Il nuovo impianto di illuminazione pubblica di piazza Ariostea e delle vie circostanti

L’intervento rappresenta la prima parte dei lavori di restauro e riqualificazione della piazza Ariostea e si inserisce nell’ambito dei lavori di ammodernamento ed efficientamento dell’intera rete di pubblica illuminazione cittadina previsti dall’Amministrazione Comunale con il PRIC (Piano Regolatore dell’Illuminazione Comunale) e con il nuovo contratto di gestione attualmente in fase di aggiudicazione.
Oltre che per piazza Ariostea, sono stati realizzati nuovi impianti di illuminazione per via Folegno, via Erbe, via Cortile e per i portici di via Palestro e del convento San Vincenzo.
I lavori hanno previsto il totale rifacimento di complessivi 71 punti luce, con il passaggio da alimentazione di tipo “serie” ad alimentazione di tipo in “derivazione”.
I nuovi impianti sono stati realizzati nel pieno rispetto delle norme e leggi in materia di pubblica illuminazione e di inquinamento luminoso, con particolare attenzione al risparmio energetico e alla facilità di manutenzione, cercando di porre comunque sempre attenzione al contesto storico della piazza.
La piazza Ariostea è stata illuminata con apparecchi illuminanti per arredo urbano dotati di moduli Led da 58W, 99W e 133W, installati su pali di tipo conico verniciati, trafilati, curvati, con altezza pari a 8m. fuori terra. Una parte dei pali è di tipo “doppio”, in modo da realizzare sia l’illuminazione dell’anello della piazza, sia l’illuminazione della strada adiacente. I pali doppi sono dotati di piastra metallica di raccordo con inciso lo stemma comunale. Il disegno dei pali è stato progettato e realizzato appositamente per la piazza Ariostea.
L’illuminazione delle strade intorno all’anello è stata completata con apparecchi illuminanti installati sulle mensole storiche esistenti restaurate. Gli apparecchi sono dotati di moduli Led da 39W e 53W.
L’illuminazione dei portici di via Palestro e del convento San Vincenzo è stata realizzata con il restauro delle lanterne esistenti, che sono state dotate di nuovo cablaggio con piastra Led da 39W.
L’illuminazione di via Erbe e via Folegno è stata realizzata con apparecchi illuminanti dotati di moduli Led da 39W, installati su mensola decorativa.
Tutti gli apparecchi di illuminazione installati sono dotati di lampade a Led, ad alta efficienza luminosa, con temperatura di colore pari a 3000°K, particolarmente adatta per le zone di aggregazione e le aree del centro storico; il livello di illuminamento dell’impianto, l’elevata resa cromatica delle sorgenti a Led e ad una accurata scelta delle ottiche, garantiranno un ottima illuminazione della figura favorendo la percezione di sicurezza della zona.
Nonostante l’aumento del livello di illuminamento, l’utilizzo di apparecchi Led di ultima generazione ad alta efficienza, dotati di sistema di dimmerazione per la riduzione dell’intensità luminosa nelle ore centrali della notte, permetterà un risparmio energetico di oltre il 50% rispetto al vecchio impianto.
Il rifacimento dell’impianto ha previsto, oltre alla realizzazione dei nuovi punti luce, il totale rifacimento dei quadri elettrici di alimentazione, delle linee di alimentazione e l’esecuzione di tutte le opere civili quali scavi, plinti, pozzetti, ripristini del manto stradale, nonché la rimozione di tutta l’impiantistica esistente.
Nei prossimi giorni proseguiranno i lavori di rimozione del vecchio impianto, possibili solo dopo l’accensione delle nuove luci.
I lavori, progettati e diretti dai tecnici del Servizio Infrastrutture, Mobilità e Traffico, sono stati realizzati dall’associazione temporanea di imprese costituita dalla ditta Sgargi Impianti di Bologna e dalla Euroscavi di Badia Polesine (RO), hanno avuto una durata di 180 giorni e costo complessivo di 370.000 euro finanziati con il “Piano Stralcio Cultura e Turismo FSC 2014/2020 intervento n. 30 “Ducato Estense”.