“Abilità in azione”: sinergie con Ateneo e Motor Valley fest

20

In pista un’auto a guida autonoma progettata anche per le persone con disabilità visita e visibilità al corso di laurea “Salute & Sport”. E il campione Cassioli parla di inclusione

MODENA – “Abilità in azione”, la manifestazione in programma il 29 maggio allo Sport village 161, sviluppa sinergie con Unimore e si inserisce nella giornata conclusiva del cartellone del Motor Valley fest, il festival a cielo aperto della Motor Valley emiliano-romagnola che inizia a Modena giovedì 26.

La collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia consentirà di valorizzare il corso di laurea magistrale “Salute & Sport”, in partenza il prossimo anno accademico, destinato a formare i professionisti dell’esercizio fisico che lavoreranno su disabili e su affetti da patologie croniche non trasmissibili per utilizzare, dove e quando possibile, l’attività motoria e sportiva nella terapia e nella prevenzione e per non far decadere e migliorare le abilità residue.

Inoltre, nell’ambito di un progetto dell’ateneo cittadino destinato pure a dare la possibilità di guida anche alle persone ipovedenti e non vedenti, e supportato dall’azienda Bosch, Unimore sarà presente nel centro di via Cassiani 161 col suo team “Mmr Driverless” e il prototipo di un mezzo a guida autonoma per la Formula Sae; il veicolo effettuerà alcuni giri dimostrativi della pista. E sempre a proposito di auto, sarà possibile ammirare una macchina di pregio, una Jaguar E spider degli anni Sessanta, che sarà esposta nell’area.

Bosch parteciperà all’evento anche attraverso il progetto “Allenarsi per il futuro” volto a favorire il passaggio dei giovani dalla scuola al mondo del lavoro, promuovendo la formazione e l’orientamento dei ragazzi grazie pure alle testimonianze di campioni sportivi. In particolare, è atteso Daniele Cassioli, sciatore nautico detentore di 25 titoli mondiali, con cui sarà possibile dialogare di diversità e inclusione.