A CNS la gestione del Cup dell’Aulss 1 Dolomiti di Belluno

39
sede Cns

Al Consorzio Nazionale Servizi la gara dal valore di 1,82 milioni per 36 mesi

BOLOGNA – CNS, Consorzio Nazionale Servizi, si è aggiudicato la gara (lotto 2) dell’Aulss 1 Dolomiti, con sede a Belluno, per l’affidamento di Servizi di gestione delle prenotazioni e altri servizi amministrativi per un importo di 1,825 milioni di euro per 36 mesi. CNS è un consorzio di cooperative specializzato nella fornitura di servizi, con 176 soci operativi in tutta Italia. La gestione dei CUP, i centri unificati di prenotazione, è una delle nuove aree di intervento del Consorzio, all’interno di una strategia di rafforzamento dell’offerta di servizi digitali per la Pubblica Amministrazione.

I soci esecutori del servizio sono: Socioculturale (cooperativa sociale con sede a Mira e attività in tutta Italia), Nuovo Futuro (cooperativa multiservizi con oltre 40 anni di attività), la cooperativa Gestione Servizi Multiservice e Cordusio Servizi, cooperativa di Treviso che opera nell’ambito dei servizi sanitari.

La proposta di CNS prevede la conferma di tutto il personale impiegato e l’armonizzazione contrattuale per rendere più fluida la gestione operativa evitando disparità fra gli addetti.  Sarà garantito il trattamento retributivo già acquisito, ma sono previsti diversi miglioramenti tra cui: miglioramento dei livelli e l’estensione di benefit per diversi addetti.

Sul fronte del miglioramento del servizio, il progetto CNS propone – senza oneri per la stazione appaltante – interventi di abbattimento delle barriere architettoniche: è previsto l’adeguamento di alcune postazioni esistenti nella sede di Belluno per la realizzazione di “Sportelli Dedicati” di altezza idonea per accogliere persone diversamente abili o con mobilità limitata secondo i criteri di accessibilità e adattabilità previsti dalle disposizioni in materia di barriere architettoniche. L’adeguamento permetterà all’utente diversamente abile di muoversi in piena autonomia, secondo i criteri dell’accessibilità, visitabilità ed usufruibilità, così come prescritto dalle normative sull’eliminazione delle barriere architettoniche.