8 settembre: via a “UN ISTANTE – Prospettive critiche sulla sfida della pandemia”

13

Ciclo di otto webinar organizzati dal CIRS dell’Università di Parma: interverranno ricercatori e studiosi del mondo universitario, operatori sociali e culturali ed esponenti delle associazioni

PARMA – Il Centro Interdipartimentale di Ricerca Sociale “Diritti, società e civiltà” – CIRS –  dell’Università di Parma presenta il I ciclo di webinar: “UN ISTANTE – Prospettive critiche sulla sfida della pandemia”.  Si tratta di un calendario di 8 brevi interventi, a cadenza quindicinale, che si concluderanno il 15 dicembre. Il secondo ciclo, già in preparazione, si terrà nei primi mesi del 2021 e si concluderà con l’intervento del Rettore Paolo Andrei.

Ogni appuntamento sarà condotto da un componente del CIRS, in veste di discussant. Tutti i webinar, della durata di 30 minuti, saranno fruibili sia in diretta on line, che in differita (sulle pagine YT e sul canale FB di Ateneo). Gli interessati potranno scrivere a cirs@unipr.it per ricevere il link per la diretta. Gli eventi hanno ricevuto il patrocinio di Parma 2020+21 e dell’Associazione Italiana di Sociologia.

L’apertura è prevista per martedì 8 settembre 2020: la Direttrice del Centro, Chiara Scivoletto, dialogherà con la curatrice del programma, Laura Gherardi, e con il Vice-Direttore del CIRS, Marco Deriu. In apertura, interverrà il Pro-Rettore alla Terza Missione, Fabrizio Storti.

L’iniziativa è nata dalla volontà del Consiglio del CIRS di favorire un dibattito che possa spingersi oltre le logiche emergenziali, nella consapevolezza che la situazione di crisi generata dall’impatto della pandemia avrà conseguenze rilevanti e di lungo periodo in tutte le sfere della vita delle persone: si è assistito ad un rapido e complesso mutamento sia negli scenari pubblici, sia nelle relazioni private e si è aperto un fervido dibattito sulle grandi questioni politiche, sociali, economiche, di salute. Per queste ragioni, il CIRS propone al pubblico questo primo ciclo di conversazioni, tenute da ricercatori e studiosi del mondo universitario, da operatori sociali e culturali e da esponenti delle associazioni, in cui verranno esposte ipotesi di lavoro e risultati di ricerca avviati negli ultimi mesi, riguardo a temi di policy che saranno cruciali per il prossimo futuro. I temi delle conversazioni riguarderanno le trasformazioni del welfare e delle politiche sociali (educazione e coeducazione, formazione, dimensioni socio-sanitarie, bisogni psicologici e socioeconomici…); le opportunità, i problemi e le condizioni delle tecnologie di comunicazione e controllo (information e misinformation, sicurezza, algoritmi e tracking, privacy); la crisi ambientale e le politiche di sostenibilità. Si tratta di fronti di critica già noti da tempo al dibattito pubblico, ma che hanno assunto un ruolo ancora più strategico nella crisi innescata dal coronavirus. Ognuno di essi riapre l’immaginario del vivere assieme, che va ripensato in chiave propositiva: in linea con la vocazione dell’università pubblica, la riflessione sul mutamento in atto è una attività irrinunciabile per favorire la tenuta democratica delle istituzioni e promuovere approcci orientati alla sostenibilità.

Il calendario degli appuntamenti del I ciclo è consultabile qui