77° anniversario della Liberazione, le commemorazioni e le iniziative in città

11
BOLOGNA – Il 21 e 25 aprile si celebra la Liberazione di Bologna e dell’Italia.

Di seguito le iniziative e il programma delle celebrazioni.

Dal 21 al 25 aprile, saranno esposte le bandiere delle Brigate partigiane dalle finestre di Palazzo d’Accursio. Nel sito Storia e Memoria di Bologna, tutte le bandiere:  https://www.storiaememoriadibologna.it/collezioni-digitali/tutte-le-collezioni/bandiere-a-n-p-i-bologna

Verranno deposte le corone nei luoghi della Resistenza presso i Cippi dei partigiani caduti nei Quartieri della città, alla presenza di autorità e studenti del territorio bolognese.
In occasione del 25 aprile è online la mappa storica multimediale della città di Bologna: https://opendata.comune.bologna.it/explore/dataset/percorsi-di-memoria/custom/
Complessivamente sono stati selezionati circa 500 toponimi di cui 150 dedicati al Risorgimento, 50 alla Grande Guerra, 250 alla Seconda Guerra Mondiale e alla Resistenza e una ventina alle vittime di terrorismo e mafie. Oltre alla toponomastica sono stati censiti altri 150 luoghi in cui sono presenti monumenti, lapidi, cippi e targhe dedicati agli stessi periodi storici. Il progetto è iniziato nel 2013, la ricerca e l’elaborazione delle schede descrittive è stata realizzata insieme a 400 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Il progetto ha l’obiettivo – oltre al valore storico e culturale- di offrire una didattica innovativa e partecipata uscendo dalle scuole per studiare la storia nelle strade del territorio e creando percorsi tematici.
La mappa è stata anche declinata sui singoli quartieri. Oltre alla città di Bologna sono state realizzate le mappe di Casalecchio di Reno: https://www.comune.casalecchio.bo.it/contenuto/contenuti–ecm/percorsi-di-memoria.ashx
e di Sasso Marconi: https://www.comune.sassomarconi.bologna.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=18929
L’Istituzione Bologna Musei
, attraverso l’area disciplinare Storia e Memoria, in collaborazione con la Biblioteca dell’Archiginnasio, prosegue il progetto di digitalizzazione degli archivi dedicato alla memoria della Liberazione.  Sono ora integralmente consultabili ad accesso libero sul portale www.storiaememoriadibologna.it, l’annata 1945 e il primo semestre 1946 de “Il Resto del Carlino”, “Corriere dell’Emilia” e “Giornale dell’Emilia”, nomi che la testata assunse tra il 1945 e il 1953. Queste risorse si aggiungono alle precedenti annate 1939-1944 de “Il Resto del Carlino” e alle decine di migliaia di documenti, testi, immagini e materiali multimediali che ricostruiscono la storia e la memoria di Bologna.

Il manifesto ufficiale 2022 delle celebrazioni è stato realizzato da Silva Queiroz Larissa, studentessa del corso di design grafico dell’Accademia di Belle Arti selezionato dal professor Danilo Danisi nell’ambito del progetto Poster for the City.

Questo il programma delle celebrazioni

Giovedì 21 aprile

Alle 10 in Piazza Nettuno, i rintocchi a festa della campana dell’Arengo, a cura dell’Unione Campanari Bolognesi, apriranno la cerimonia con la deposizione della corona alla lapide in ricordo dei Gruppi di Combattimento dell’Esercito Italiano. Interverranno il sindaco di Bologna Matteo Lepore, la presidente dell’Anpi provinciale Anna Cocchi, la Console Generale della Repubblica di Polonia Anna Golec-Mastroianni e il Prefetto Attilio Visconti. Parteciperanno studenti delle scuole bolognesi.

Alle 10.30 in Porta Maggiore
, il sindaco Matteo Lepore e l’assessora Anna Lisa Boni parteciperanno alla deposizione di una corona alla lapide in ricordo dell’ingresso dei militari Polacchi a Bologna il 21 aprile 1945 alla presenza della autorità.

Alle 11, la vicesindaca Emily Marion Clancy partecipa alla cerimonia di deposizione di corone e fiori al Cimitero dei Polacchi di via Dozza 39 e all’adiacente Cimitero britannico.

Alle 11.30, deposizione di una corona al cippo in piazza Belluno. Partecipa il sindaco Matteo Lepore con i bambini delle scuole Piaget, Costa e Montalcini.

Alle 16.30 in Cappella Farnese a Palazzo d’Accursio, il convegno Il diritto alla Costituzione, a cura del Comitato provinciale Anpi. Partecipa la vicesindaca Emily Marion Clancy.

Alle 17.30, in via Marco Polo 21/13, la presentazione del libro La partigiana in tailleur. Storia vera di Penelope Veronesi, di Federica Aglietti e Janna Carioli, Minerva edizioni 2021.

Alle 17.30, nella Casa di Quartiere Casa del Gufo in via Longo, l’iniziativa In bici per la Libertà: biciclettata e letture sui luoghi della Resistenza nel Quartiere Savena. A cura di Anpi Savena, associazione Senza il Banco, associazione Percorsi Storici, Cngei, in collaborazione con il consiglio di zona soci Coop Alleanza 3.0 e il Quartiere Savena. Per informazioni: Anpi Savena anpisavena@gmail.com

Alle 18, la Cineteca di Bologna dedica alla Liberazione la proiezione di The forgotten front. La Resistenza a Bologna, (Italia/2020) di Paolo Soglia e Lorenzo K. Stanzani (75′).

Alle 21 in Piazza Nettuno, videoinstallazione del film “Bella Ciao, song of Rebellion” (Andrea Vogt, 2021) sulla facciata di Salaborsa, in collaborazione con la Cineteca di Bologna. Sarà presente la delegata alla Cultura Elena Di Gioia. 

Alle 21 all’ITC Teatro, in via delle Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena, andrà in scena Mimma, spettacolo del Teatro dell’Argine con Lea Cirianni, regia di Paolo Fonticelli. Sarà presente il sindaco Matteo Lepore. 
A cura del Comitato per le Onoranze ai Caduti di Sabbiuno. Ingresso gratuito, prenotazione consigliata: 051 6270150 – biglietteria@itcteatro.it

Venerdì 22 aprile

Alle 9.30, nella sala Alessandri di via Gorki 10
, proiezione di The forgotten front. La Resistenza a Bologna, il film di Paolo Soglia e Lorenzo K. Stanzani, con la partecipazione di Franco Ruvoli (Anpi Corticella) e dei registi. Per informazioni: Ufficio reti e lavoro di comunità Navile e Servizio sociale di comunità 0512197305 – 0512197265 ufficioretinavile@comune.bologna.it – serviziosocialenavile@comune.bologna.it

Alle 18, in Piazza Nettuno, Letture sulla Resistenza. Letture di testi sulla Resistenza a cura di Anpi provinciale di Bologna, in collaborazione con l’associazione PrendiParte. Partecipa la delegata del sindaco Erika Capasso.

Alle 19.30, alla Corte di Porta Pratello, via Pietralata 58, lo spettacolo Note bandite, cantano e suonano gli Spartiti Banditi, a cura di Anpi Pratello. Partecipa la delegata del sindaco Erika Capasso.

Sabato 23 aprile

Alle 17, al Calanco dell’Eccidio di Sabbiuno, con ritrovo in via Serrabella 1, Rastignano, La natura e la memoria – Trekking al calanco dell’Eccidio di Sabbiuno, iniziativa promossa dall’associazione Mirarte in collaborazione con il Comitato per le Onoranze ai Caduti di Sabbiuno. Partecipa l’assessora Roberta Li Calzi.
Info e prenotazioni: www.mirartecoop.it – mirartecoop@gmail.com – 320 0118596

Domenica 24 aprile

Alle 20, Fiaccolata nei luoghi della Resistenza a cura di Anpi Bologna, in collaborazione con le associazioni PrendiParte e Libera, con concentramento a partire dalle 19 e partenza da Porta Pratello, in via Pietralata 58. Partecipa la vicesindaca Emily Marion Clancy.

Lunedì 25 aprile

Alle 9.30, nel Chiostro della Basilica di Santo Stefano, la deposizione di corone e picchetto militare d’onore alla lapide dei Caduti in Guerra. Partecipa l’assessore Massimo Bugani. 

Alle 10.15 in Piazza Nettuno, l’alzabandiera con picchetto militare d’onore e deposizione di corone al Sacrario dei Caduti Partigiani. Intervengono: il sindaco Matteo Lepore, Anna Cocchi, presidente Anpi di Bologna, Raffaele Donini, in rappresentanza della Giunta della Regione Emilia-Romagna, Saida Hamouyehy, poetessa.
Seguirà il Piccolo Canto Disarmante, delle giovani voci leggono Viganò, Menapace, Morante, Ortese, Farabbi, a cura di archiviozeta nell’ambito del Patto per la lettura di Bologna.
Al termine della Cerimonia il Coro delle Mondine di Bentivoglio intonerà “Bella Ciao”.

Alle 10.30, in Cineteca la proiezione di The forgotten front. La Resistenza a Bologna, (Italia/2020) di Paolo Soglia e Lorenzo K. Stanzani (75′) e alle 11 di Paisan, ciao, (Italia/2022) di Nene Grignaffini e Francesco Conversano (73′).

Alle 11, all’Istituto Storico Parri di via Sant’Isaia 18, La Resistenza spiegata ai bambini. Per i bambini dai 6 ai 10 anni. Partecipa l’assessore Daniele Ara. 

Alle 11.30, nella Sala refettorio dell’Istituto Storico Parri, in via Sant’Isaia 20. Racconti della Resistenza. Ingresso libero. Partecipa l’assessore Daniele Ara.

Alle 12, al giardino di Villa Cassarini, la presidente della commissione Parità e pari opportunità, Porpora Marcasciano, partecipa alla cerimonia con la deposizione di corone al monumento dedicato alle Vittime omosessuali del nazifascismo.

Alle 15, all’Istituto Storico Parri di via Sant’Isaia 18, visite guidate all’Istituto Storico Parri. Ingresso libero.

Alle 15, all’Istituto Storico Parri di via Sant’Isaia 18, la proiezione di L’Agnese va a morire (Giuliano Montaldo, 1976). Ingresso libero.

Alle 15.30, con repliche alle 17 e alle 18, Direzione Resistenza. Passeggiata partigiana dall’Istituto Storico Parri al Sacrario dei Caduti Partigiani, Piazza del Nettuno.

Alle 20, nella Sala refettorio Istituto Storico Parri di via Sant’Isaia 20
, Dj set Resistent – Hip hop selection by Dopamina. Ingresso libero.

Per info e prenotazioni delle iniziative organizzate dall’Istituto Storico Parri: redazione@istitutoparri.it

Alle 21.30 al Cinema Galliera, proiezione di Bella Ciao, song of Rebellion (Andrea Vogt, 2021). Sarà presente la delegata alla Cultura Elena Di Gioia. Per informazioni: www.cinemateatrogalliera.it/bella-ciao-song-of-rebellion/

Le iniziative della Scuola di Pace di Monte Sole: www.montesole.org/25-aprile-2022/