76° anniversario della Liberazione: cerimonie commemorative, conferenze, video per celebrare la ricorrenza con le scuole e i cittadini

15

Le iniziative elaborate dal ‘Comitato 25 aprile’ con il coordinamento dell’Istituto di Storia Contemporanea

FERRARA – Entrerà nel vivo già a partire da domani (mercoledì 21 aprile) il calendario degli appuntamenti elaborato dal ‘Comitato Celebrazioni 25 aprile’, con il coordinamento dell’Istituto di Storia Contemporanea, per ricordare il 76° anniversario della Liberazione. Previsti anche quest’anno sia momenti commemorativi di tipo istituzionale (domenica 25 aprile 2021 alle 10,30 a Ferrara in piazza Cattedrale e alle 10 a Porotto) sia iniziative di carattere culturale e storico condivisi e concertati con le realtà associative del territorio e accessibili online (You Tube Comune di Ferrara – You Tube: istituto di storia contemporanea di Ferrara – Facebook: Isco Ferrarara – Instagram:@isco.fe).

Non mancheranno poi, come di consueto, le deposizioni di corone sui cippi e sulle lapidi dedicati ai caduti ferraresi della seconda guerra mondiale e presenti in vari luoghi del nostro territorio, a partire dalla Certosa e dalla Sinagoga fino ad Aguscello, Porotto e Pontelagoscuro. Tutte le iniziative avverranno nel rispetto delle disposizioni per contrastare la diffusione del Covid-19.

Il ‘Comitato Celebrazioni 25 Aprile’ è composto, oltre che da Comune di Ferrara e Prefettura di Ferrara, da Anpi, Associazione Partigiani cristiani, associazioni combattentistiche e patriottiche, associazioni culturali e no profit, autorità religiose, Comunità Ebraica, Istituto di Storia contemporanea, istituzioni scolastiche, movimenti femminili, Museo del Risorgimento e della Resistenza, rappresentanze delle Forze dell’ordine e militari e Ufficio scolastico provinciale.

“Proprio in questo momento così problematico per il nostro Paese – afferma la direttrice dell’Istituto di Storia Contemporanea del Comune di Ferrara Anna Maria Quarziin occasione della ricorrenza del 25 aprile abbiamo pensato di offrire un programma non solo di memoria e di celebrazione ma anche di riflessione, un’occasione quindi per ripensare alla nostra storia e per ricordare che la democrazia va sempre difesa, giorno per giorno. A cornice delle cerimonie istituzionali abbiamo predisposto un programma molto intenso, certo in particolare dedicato alle scuole ma anche a tutti i cittadini: da conferenze a presentazione di libri, letture, un concerto e così via. Ricordiamo in particolare – aggiunge Anna Maria Quarzi – il primo appuntamento con Andrea Baravelli per soffermarci insieme sul significato del 25 aprile oggi, e ancora l’iniziativa del 24 aprile, quando verrà ricostruito il messaggio Morse mandato dall’arcivescovo Bovelli alle truppe anglo americane per dire che a Ferrara non c’erano più tedeschi e non bisognava bombardare. Come tutti gli anni ricorderemo poi la liberazione di Ferrara attraverso il filmato realizzato da brani originali da Carlo Magri, che ripercorre le fasi della liberazione del ferrarese dal Reno al Po”.

I due principali momenti commemorativi sono previsti domenica 25 aprile 2021: alle 10.30 a Ferrara in piazza Cattedrale e alle 10 a Porotto (76° Anniversario degli Eccidi di Porotto).

CERIMONIE COMMEMORATIVE 25 APRILE 2021

Domenica 25 aprile 2021 a Ferrara 

– alle 10.30 in piazza Cattedrale – deposizione di una corona d’alloro alla Torre della Vittoria alla presenza del sindaco Alan Fabbri del prefetto Michele Campanaro e dei rappresentanti delle Associazioni Partigiane, combattentistiche e d’Arma

– alle 15 – Discorso del sindaco Alan Fabbri (pagine Facebook e Instagram)

Nel corso della giornata (dalle 10 alle 19) al Muretto del Castello – Corso Martiri della Libertà sarà allestita la mostra “Per non dimenticare” a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea del Comune di Ferrara.

Domenica 25 aprile 2021 a Porotto (76° Anniversario degli Eccidi di Porotto)

–  alle 10 – Deposizione di una corona al Cippo di via Tagliaferri alla presenza del vice sindaco, Nicola Lodi e dei rappresentanti delle Associazioni Partigiane, Combattentistiche e d’Arma per commemorare il cittadino di Galliera caduto nella strage dei “Dieci Martiri”; a seguire  deposizione di una corona al Cippo di Via Ladino.

PROGRAMMA ATTIVITA’ CULTURALI 25 APRILE 2021 (videoconferenze online: You Tube Comune di Ferrara – You Tube: istituto di storia contemporanea di Ferrara – Facebook: Isco Ferrarara – Instagram:@isco.fe)

21 aprile – ore 18.00
Istituto di Storia Contemporanea
Il 25 Aprile oggi – intervento di Andrea Baravelli – docente di Storia Contemporanea
Università di Ferrara

22 aprile- ore 18.00
Istituto di Storia Contemporanea- Scuola d’Arte cinematografica “Florestano Vancini”
Letture degli scritti di Alda Costa da parte degli studenti della Scuola d’Arte cinematografica “Florestano Vancini”

23 aprile
Museo del Risorgimento e della Resistenza – ANPI Ferrara
Dal fascismo alla Liberazione ed alla democrazia: Gli Eccidi del Castello Estense e Certosa “Esposizione on line con testi a cura di Antonella Guarnieri
https://www.artecultura.fe.it/2028/25-aprile-dal-fascismo-alla-liberazione-e-alla-democrazia

23 aprile – ore 18.00
Associazione Nazionale Carristi d’Italia – Sezione MOVM F. Tumiati Ferrara -Pro Loco Pontelagoscuro A.P.S. in collaborazione con Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Proiezione video “LoSpringbok Bridge, l’Antilope del Po” – Pontelagoscuro 1943-1945, dalla distruzione dei ponti sul Po alla realizzazione del più grande ponte bailey
Interventi di Gabriele Botti -A.N.C.I. Ferrara, Giovanni Pecorari – Pro Loco Pontelagoscuro, Davide Baldin – A.N.C.I. Ferrara

24 aprile – Ore 10.00
Associazione Nazionale Famiglie Caduti eDispersi in Guerra Associazione Nazionale Famiglie Caduti eDispersi in Guerra (ANFCDG di Ferrara), Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori (ANGET di Bologna-Ferrara), Associazione Nazionale Carabinieri in collaborazione (ANC di Ferrara) con Associazione Il Turco e Istituto di Storia Contemporanea

Dalla Casa Della Patria in streaming: Radio Onde Bombe– trasmissione in morse del messaggio originale inviato dall’Arcivescovo Bovelli al Gen. McCreery in cui si comunicava che tedeschi e fascisti avevano abbandonato la città. Il messaggio evitò l’ennesimo bombardamento su Ferrara. Fu inviato dai partigiani attraverso un ricetrasmettitore “Paraset”, riparato da Franco Moretti. Sarà utilizzata una replica fedele del Paraset realizzata da Giangiacomo Fabbri ed un ricevitore originale del 1944 ripristinato.

Con l’occasione sarà commemoratala figura del Col. Maffino Maffi, già comandante del 2° Artiglieria Celere di Ferrara a cui gli alleati concesserodi entrare per primo in Ferrara attraverso il ponte di barche sul Volano a S Giorgio costruito dai genieri sudafricani.
Aprirà la trasmissione il Col. Ferdinando Marchesi e interverrà Gian Paolo Bertelli

24 aprile Ore 17.00
Museo del Risorgimento e della Resistenza- Comitato Tina Anselmi
Presentazione del libro di Marcello Flores e Mimmo, Franzinelli, “Storia della Resistenza”(Laterza, 2019). Gli autori ne parleranno con Antonella Guarnieri
https://www.facebook.com/gramsciferrara/https://www.facebook.com/gramsciferrara/

25 aprile – Ore 15.00
Istituto di Storia Contemporanea
La liberazione di Ferrara – Aprile 1945, dal Reno al Po documentario di Carlo Magri. Attraverso i materiali filmati dagli operatori al seguito delle Truppe Alleate il documentario ripercorre le fasi della liberazione del ferrarese dal Reno al Po

25 aprile – Ore 17.00
Concerto della Liberazione
Filarmonica Comunale “Ludovico Ariosto”
Letture di Serena Costenaro

25 aprile -Ore 18.00
ANPI Ferrara – Museo del Risorgimento e della Resistenza
Liberazione video di Rita Bertoncini e Alessia Passarelli con un intervento storico di Antonella Guarnieri

27 aprile – Ore 18.30
Istituto di Storia Contemporanea-Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah
Presentazione del libro di Daniele Susini La resistenza ebraica in EuropaStorie e percorsi 1939-1945 (Donzelli 2021). Ne parlano con l’autore Anna Quarzi e Amedeo Spagnoletto

– Sabato 24 aprile alle ore 17.00 su RAI STORIA verrà trasmesso il film “Oltre la Bufera” diretto da Marco Cassini, su don Giovanni Minzoni (interpretato da Stefano Muroni), il parroco antifascista ucciso nel 1923.