22°ERF: Cuartet il 21 luglio all’ Abbazia di Pomposa

30
Cuartet-Porroni

CODIGORO (FE) – Giovedì 21 luglio, a Codigoro (FE) nel Parco S. Guido Abate dell’Abbazia di Pomposa, alle ore 21.15 il Cuartet, un originale ensemble che propone in una nuova dimensione timbrica la musica brasiliana e argentina del ‘900, accompagnato dalla cantante Priscila Ribas proporrà un programma stratificato che mostra tutte le straordinarie influenze che hanno arricchito la musica brasiliana di quel periodo.

Si apre con un lungo omaggio a uno dei padri della “música popular brasileira”, ovvero Antônio Carlos Jobim, con la passeggiata jazz di Tereza My Love. C’è spazio anche per pezzi piuttosto riconoscibili dal grande pubblico come Agua De Beber e Garota de Ipanema. I ritmi trascinanti della samba irrompono nel chitarrismo di Baden Powell in O Canto de Ossanha, il timbro peculiare della chitarra di João Bosco in Incompatibilidade de gênios segue complesse trame ritmiche, mentre il lavoro di Carlos Lyra nel mescolare bossa nova con il linguaggio armonico del jazz si palesa nei giocosi intrecci di Influência do Jazz. L’arguzia e lo spirito libero di Lamentos di Pixinguinha hanno ormai superato la prova del tempo, così come la Bebê di Hermeto Pascoal è ormai considerato da molti un classico, entrato nel repertorio di tantissimi fisarmonicisti. Chiude con un inno di speranza e gioia di vivere la melodia samba di Haroldo Lobo, Tristeza.

Il Cuartet nasce con l’intento di valorizzare l’aspetto più colto della musica brasiliana di autori come Villa Lobos, Gnattali, Jobim, Gismonti, Pixinguinha e di proporre gli aspetti meno noti della musica argentina di Piazzolla e Guastavino. La differente estrazione dei musicisti consente una visione davvero originale di questo repertorio e la loro proposta sta incontrando significativi consensi in vari paesi europei presso i pubblici più diversi.

Fondatore del Cuartet è Roberto Porroni, chitarrista di enorme talento e profondo conoscitore della musica del ‘900, in particolare quella sudamericana, uno dei più noti esponenti del concertismo chitarristico. Vincitore di numerosi concorsi, nel 1978 è stato invitato personalmente in Spagna da Andrés Segovia iniziando una brillante carriera internazionale. Ha inciso dodici CD: sua è la prima edizione completa delle opere per chitarra di Niccolò Paganini. Adalberto Ferrari è clarinettista, sassofonista, polistrumentista e compositore, si dedica a diversi generi ed è attivo nell’ambito classico, jazzistico ed etnico. E’ diplomato in clarinetto e in Discipline Musicali ad indirizzo jazz. È docente di conservatorio, suona da solista e con diverse formazioni in prestigiose sale da concerto e teatri in varie parti del mondo. Marija Drincic ha iniziato gli studi a Belgrado, sua città natale, a 8 anni, diplomandosi al Conservatorio. Nel 1998 ha partecipato agli Interlochen Arts Camp in Michigan (USA) ed è stata scelta per l’Orchestra Giovanile Mondiale. Trasferitasi in Italia, ha conseguito il Diploma Accademico a piani voti al Conservatorio Santa Cecilia a Roma. Ha vinto numerosi premi internazionali come solista e in quartetto d’archi. Dal 2003 ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Regio a Parma. E’ primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, dell’Orchestra dell’Università degli Studi di Milano. Marco Ricci, selezionato nel 1990 per la European Jazz Orchestra of Young Talents, è certamente uno dei sideman oggi più richiesti in Italia. Ha suonato con alcuni tra i migliori artisti della scena nazionale e internazionale come Don Friedman, Billy Cobham, Chico Freeman, Paolo Fresu, Bob Mintzer, Paolo Silvestri; attivo anche in televisione con programmi come Zelig, Che Tempo che Fa di Fabio Fazio, oltre che a collaborazioni con grandi firme della canzone italiana da Enzo Jannacci a Bruno Lauzi. E’ diplomato col massimo dei voti al conservatorio Verdi di Como e laureato in “Musica Jazz” al conservatorio Verdi di Milano.

Priscila Ribas è una cantante brasiliana e vive in Italia dal 2003. In Brasile ha studiato canto all’università e collaborato con il premiato quintetto vocale femminile D’Quina pra Lua. In Italia si è diplomata in canto lirico al Conservatorio Guido Cantelli di Novara. È insegnante di canto e tecnica vocale e si esibisce in concerti di musica brasiliana e contaminazioni con il jazz in diverse formazioni.

L’evento si inserisce nell’ambito della rassegna concertistica estiva Musica Pomposa.

In caso di maltempo:

verrà data comunicazione di nuova sede/data o cancellazione attraverso i canali ERF

Grazie al sostegno di:

Comune di Codigoro – Musica Pomposa

Ingresso
Ingresso gratuito, fino a esaurimento posti; non è prevista prenotazione

Programma

ANTÔNIO CARLOS JOBIM

Tereza My Love

Estrada Branca

Stone Flower

As Praias Desertas

Agua De Beber

Sue Ann

Garota de Ipanema

BADEN POWELL

O Canto de Ossanha

JOÃO BOSCO

Incompatibilidade de gênios

CARLOS LYRA

Influência do Jazz

PIXINGUINHA

Lamento

HERMETO PASCOAL

Bebê

HAROLDO LOBO

Tristeza

Elaborazioni di R. Porroni

Curricula artisti

CUARTET è un originale ensemble che intende proporre in una nuova dimensione timbrica la musica brasiliana e argentina del ‘900, con l’intento di valorizzare l’aspetto più colto della musica brasiliana di autori come Villa Lobos, Gnattali, Jobim, Gismonti, Pixinguinha e di proporre gli aspetti meno noti della musica argentina di Piazzolla e Guastavino. La differente estrazione dei musicisti consente una visione davvero originale di questo repertorio e questa proposta sta incontrando significativi consensi in vari paesi europei presso i pubblici più diversi. Dopo il primo CD Brasilar hanno da poco registrato il loro secondo CD Piazzolla nascosto che sta avendo grande successo.

Roberto Porroni è uno dei più noti esponenti del concertismo chitarristico. Vincitore di numerosi concorsi giovanili, perfezionatosi con Julian Bream e John Williams, nel 1978 è stato invitato personalmente in Spagna da Andrés Segovia iniziando una brillante carriera internazionale che ha moltiplicato le sue esibizioni in tutta Europa, in Nord America, in Medio Oriente, in Corea, Giappone, Singapore, in Australia, in America Latina e in Sud Africa, suonando per le maggiori istituzioni concertistiche, dal Musikverein di Vienna, alla Filarmonica di S. Pietroburgo, dalla Oji Hall di Tokio al Teatro Colon di Buenos Aires. Intensa è la sua attività discografica (ha inciso dodici CD) e musicologica (sua è la prima edizione completa delle opere per chitarra di Niccolò Paganini). Si è laureato in Lettere, con tesi in Storia della Musica, presso l’Università Statale di Milano.

Adalberto Ferrari, clarinettista, sassofonista, polistrumentista e compositore. Musicista eclettico, si dedica a diversi generi ed è attivo nell’ambito classico, jazzistico ed etnico. Diplomato in clarinetto e in Discipline Musicali ad indirizzo jazz (laurea II livello). Docente di Conservatorio, suona da solista e con diverse formazioni in prestigiose sale da concerto e teatri in Cina, Stati Uniti, Russia, Moldavia, Finlandia, Inghilterra, Ungheria, Belgio, Francia, Germania, Svizzera, Italia. Ha registrato per diverse emittenti radiofoniche e televisive in diversi ambiti musicali ed ha al suo attivo moltissimi lavori discografici sia a proprio nome che come collaborazioni.

Marija Drincic è nata a Belgrado nel 1981, dove ha iniziato gli studi a 8 anni, diplomandosi al Conservatorio. Nel 1998 ha partecipato agli Interlochen Arts Camp in Michigan (USA) ed è stata scelta per l’Orchestra Giovanile Mondiale. Trasferitasi in Italia, ha conseguito il Diploma Accademico a piani voti al Conservatorio Santa Cecilia a Roma. Ha seguito corsi di perfezionamento all’Accademia Stauffer di Cremona, la Scuola di Musica di Fiesole e l’Antiruggine con Mario Brunello. Ha vinto numerosi premi internazionali come solista e in quartetto d’archi. Dal 2003 ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Regio a Parma. E’ primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, dell’Orchestra dell’Università degli Studi di Milano. Collabora dal 2006 con I Virtuosi Italiani.

Marco Ricci, selezionato nel 1990 per la European Jazz Orchestra of Young Talents, è certamente oggi uno dei sideman più richiesti in Italia. Ha suonato con alcuni tra i migliori artisti della scena nazionale e internazionale come Don Friedman, Billy Cobham, Chico Freeman, Paolo Fresu, Bob Mintzer, Paolo Silvestri; attivo anche in televisione con programmi come Zelig, “Che Tempo Fa” di F. Fazio, oltre che a collaborazioni con grandi firme della canzone italiana da Enzo Jannacci a Bruno Lauzi. La sua discografia comprende circa 90 CD nei quali figura a fianco di musicisti come Don Friedmann, John Stowell, Franco Cerri, Franco Ambrosetti e Mike del Ferro. E’ diplomato col massimo dei voti al conservatorio Verdi di Como e laureato in “Musica Jazz” al conservatorio Verdi di Milano. Già Docente di basso jazz presso il Conservatorio Paganini di Genova.

Priscila Ribas è una cantante brasiliana e vive in Italia dal 2003. In Brasile studia canto all’università e collabora con il premiato quintetto vocale femminile D’Quina pra Lua. In Italia si diploma in canto lirico al Conservatorio Guido Cantelli di Novara e si avvicina al jazz e alla musica contemporanea. È insegnante di canto e tecnica vocale e si esibisce in concerti di musica brasiliana e contaminazioni con il jazz in diverse formazioni.

WWW.EMILIAROMAGNAFESTIVAL.IT

XXII EMILIA ROMAGNA FESTIVAL

MUSIC HAS NO BARRIERS

5 luglio – 9 settembre 2022

BRASIL ‘900

CUARTET

ROBERTO PORRONI chitarra

ADALBERTO FERRARI clarinetto e C melody

MARIJA DRINCIC violoncello

MARCO RICCI contrabbasso

PRISCILA RIBAS voce

Giovedì 21 luglio – ore 21.15

Codigoro – Parco S. Guido Abate, Abbazia di Pomposa