16 febbraio: l’Università di Parma aderisce a “M’illumino di meno 2024”

2

L’Ateneo raccoglie l’invito per promuovere il risparmio energetico. Saranno spente le luci della Sede Centrale (dalle 19), del Plesso San Francesco e di Palazzo Zunti (dalle 18). Coinvolti anche i partner stranieri della rete EU GREEN

PARMA – Anche quest’anno venerdì 16 febbraio l’Università di Parma aderisce a “M’illumino di meno”, la Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili. L’iniziativa, nata e promossa da Rai Radio2 con il programma “Caterpillar” vuole diffonde la cultura della sostenibilità e del risparmio delle risorse con un’azione collettiva perché aria, oceani, montagne, foreste non hanno confini e vanno difesi con un cambiamento che deve essere globale a partire dall’esempio dato dalle Università, dalle studentesse e dagli studenti.

Da quest’anno la Rete RUS (Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile) è partner ufficiale dell’evento e raccoglierà, sulla pagina web dedicata (https://reterus.it/m-illumino-di-meno/), le iniziative degli Atenei in programma.

“No borders” è il tema della nuova edizione, un invito alla comunità intera a “spegnere i confini” e allargarsi oltre il proprio territorio, coinvolgendo anche la comunità internazionale nelle proprie azioni concrete e simboliche di risparmio energetico. Per questa ragione l’Università di Parma ha coinvolto gli Atenei stranieri della rete EU GREEN che si sono attivati per sensibilizzare al risparmio energetico introducendo l’iniziativa fra quelle annuali dell’intera Alleanza.

L’Università di Parma il 16 febbraio spegnerà le luci in alcune sedi dell’Ateneo documentando con fotografie e pubblicandole sul sito RUS. Studentesse e studenti, le/i dipendenti, le/i docenti sono invitate/i a spegnere anche le luci degli uffici e gli stand by dei computer. Infine, le studentesse e gli studenti organizzeranno incontri con le/i docenti, le ricercatrici e i ricercatori nei diversi dipartimenti per discutere e chiarire la relazione che c’è tra risparmio energetico e sostenibilità ambientale, economica e sociale a partire dal legame che esiste tra il SDG7 (energia pulita e accessibile) e il SDG12 (consumo e produzione responsabile) con gli altri SDG dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

I plessi in cui verranno spente le luci fino alle 8 di sabato 17 sono la Sede Centrale (dalle 19 di venerdì), Palazzo Zunti (dalle 18 di venerdì) e il Plesso San Francesco (dalle 18 di venerdì escluse le aule).