Sportello StartUp, riflettori accesi sul bando regionale

Entro il 20 maggio supporto per chi vuole parteciparelogo comune Piacenza

Si intensifica l’attività dello Sportello StartUp operativo da dicembre all’Urban Hub di via Alberoni e sede, nei giorni scorsi, di un affollato incontro sul bando per le start up innovative promosso dalla Regione Emilia Romagna, aperto fino al 30 settembre, in merito al quale tutte le informazioni si possono ottenere sul sito web regionale e di EmiliaRomagnaStartup, nonché scrivendo a startupiacenza@comune.piacenza.it .

A presentare questa opportunità di finanziamento, il vicesindaco Francesco Timpano e Fabrizio Maiocchi, docente della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica: entrambi hanno evidenziato la semplificazione – rispetto al passato – delle procedure per l’accesso al credito, nonché possibilità alternative come l’utilizzo del Fondo centrale di Garanzia. “Un’esperienza importante e positiva”, ha affermato Barbara Belzini di TRed, startup piacentina che ha vinto il bando nel 2014: “Un modo per approfondire il proprio business plan, oltre alla pianificazione economico-finanziaria dell’impresa”. Presenti, tra gli altri, anche Marco Boeri di Ultraviolet, vincitore della StartCup Piacenza 2013 e Antonio Curedda di Xnoova vincitore di StartCup Piacenza 2014, protagonisti di due percorsi di successo.

“Si sta creando, a Piacenza – ha ribadito l’assessore Timpano – un ambiente completo e ideale per lo startup di impresa: dagli sportelli informativi attivati dalle istituzioni locali e da Aster, ai servizi per l’accelerazione di idee di impresa che sono messi a disposizione all’interno dell’Urban Hub e del Tecnopolo, sino al nuovo incubatore certificato di InLab, ai programmi di accelerazione che presenteremo e con cui ci stiamo collegando. Un panorama di servizi che si è rapidamente costituito, sul territorio, grazie all’impegno congiunto di un sistema che si sta rafforzando”.

Sono intervenuti anche Elena Bragalini, referente dello Sportello StartUp che ha ricordato come sia in fase di avvio la Start Cup 2016 – citando gli ottimi risultati ottenuti nella scorsa edizione dalle piacentine ByEnto, Art, MiFinUp, Volt e WasteOnFood – e Luca Piccinno di Aster, animatore dell’Area S3 che sta per nascere al Tecnopolo e all’Urban Hub per favorire lo scambio di informazioni e il sostegno alle imprese innovative. Pierpaolo Ughini ha presentato InLab, primo incubatore di impresa piacentino certificato dal Ministero delle Attività produttive, che ha già conosciuto l’adesione di una ventina di startup e che si stabilirà a breve presso il Tecnopolo. Significativo il contributo dei giovani universitari di Next Innovation, laboratorio di contaminazione delle idee di impresa dell’Università Cattolica, ma anche di operatori del credito come Banca di Piacenza e di CoopWorking che ha presentato, con Daniele Sarselli, esperienze di coworking.

Lo Sportello StartUp lancia una nuova iniziativa: a coloro che, volendo partecipare al bando startup innovative, entro il 20 maggio faranno richiesta di un approfondimento della propria idea di impresa, si offrirà una opportunità di incontro con esperti e mentori in grado di valutare la valenza innovativa e tecnologica, oltre alla fattibilità economica. “Un nuovo servizio prezioso per gli startuppers – commenta l’assessore Timpano – e per fare rete con il sistema delle competenze locali”.