Roghi delle Befane: “A brusa la Vecia!” il 5-6 gennaio 2018

Epifania nel Persicetano. Grandi fantocci di paglia raffiguranti “la Vecia” ardono nella campagna decimina, in onore della tradizione contadina più autentica, occasione di ritrovo e di saluto all’anno nuovo

Preparazione di una Befana da bruciare - Floriano GovoniSAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) – Il 5 e 6 gennaio a San Matteo della Decima di San Giovanni in Persiceto (BO) è in programma l’evento Roghi delle Befane.

Al calar della sera la campagna decimina è illuminata dai tradizionali “Roghi delle Befane”: grandi fantocci di paglia, alti una decina di metri e raffiguranti “La Vècia” (Vecchia), ardono in diversi punti del paese incalzati dalle grida del pubblico “A brùsa la Vècia” (Brucia la Vecchia)!

Legata alla tradizione contadina più autentica, la manifestazione è resa possibile da gruppo di privati, che mettono a disposizione il terreno e in alcuni casi anche un piccolo ristoro a base di vin brulè, vino, pane o crescente con salamini, ciccioli e mortadella.

La tradizione rivive anche nell’antica usanza dei bambini di andare di casa in casa, travestiti da “fcén” (vecchini), a offrire doni e a recitare “zirudelle”, filastrocche dialettali in rima, in cambio di una piccola ricompensa culinaria. Anche quest’anno i bambini possono iscriversi al “4° Concorso dei Vecchini” (info e iscrizioni: Biblioteca “R. Pettazzoni”, tel. 051 6812061)

Le origini della Befana, la vecchia che a cavallo della scopa porta doni nelle calze che i bambini lasciano appese prima di andare a dormire nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, sono legate alle tradizioni agrarie pagane: la “vecchia”che brucia rappresenta l’anno trascorso, dalle cui ceneri nascerà quello nuovo. I dolci che porta la Befana rappresentano i semi, i doni dell’anno a venire, la scopa è lo strumento che serve per spazzare via l’anno vecchio e le calze rotte rappresentano il cammino.

Perché è proprio nel momento in cui l’anno finisce che è pronto a rinascere come nuovo. Non a caso si usa dire “l’Epifania tutte le feste porta via”: dopo il 6 gennaio, infatti, il contadino riprendeva i lavori agricoli a cominciare dalla semina, per dar vita ad un nuovo e, augurabilmente, prosperoso raccolto.

Programma:

Venerdì 5 gennaio

ore 17.45, piazza delle poste 9, “I befanieri bucanieri”

ore 18, via Samoggia vecchia 1, “La befana dei bambini”

ore 19, via Pironi 4, “Serrazanetti Simone e Nicolò”

ore 19, via Arginino 10, “La befana dello sport”

ore 19.30, via San Cristoforo 180, “Famiglia Lanzi”.

Sabato 6 gennaio

ore 18, via Calcina nuova (tratto ghiaiato dopo il Cavone), “La befana dei ciocapiât”

ore 19, via Bevilacqua (famiglia Malaguti Pietro), “I piven ft. Dag dal gas”.

Info sull’evento

Orario: vedi programma
Tariffe: ingresso libero
Organizzazione: Comune di San Giovanni in Persiceto
Info: Comune di San Giovanni in Persiceto
Tel. 0039 051 6812057

www.comunepersiceto.it

urp@comunepersiceto.it

Info sulla località

URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di San Giovanni in Persiceto

San Giovanni in Persiceto

Corso Italia 78 – 40017 San Giovanni in Persiceto (BO)

Numero verde 800 069678

Orario di apertura:

lunedì, mercoledì, venerdì e sabato 8.30 – 13.30

martedì e giovedì 8.30 – 18.30

Orario estivo: dal lunedì al sabato ore 8.30-13.00

Loc. San Matteo della Decima c/o Centro civico
Via Cento 158/a – 40017 San Giovanni in Persiceto
Tel. +39 051 6812057

Orario di apertura:

da lunedì a sabato 8.30 – 13.30

Orario estivo: dal lunedì al sabato ore 8.30-13.00

urp@comunepersiceto.it

www.comunepersiceto.it