Rinnovato il protocollo delle eccedenze alimentari ai fini della solidarietà

Iniziativa congiunta di Comune di Forlì, Fondazione “Buon Pastore” e CAMST

forlì - piazza saffiFORLÌ – Con l’apertura delle mense scolastiche riparte per il dodicesimo anno il recupero delle eccedenze alimentari e la solidarietà. L’Amministrazione Comunale ha rinnovato, infatti, anche per l’anno scolastico 2016/2017, il Protocollo operativo per il recupero e riutilizzo a fini di solidarietà delle eccedenze alimentari delle mense scolastiche. Si tratta di una iniziativa proposta con continuità dall’anno 2004 che ha prodotto risultati positivi dal punto di vista etico-sociale, per il riutilizzo di prodotti alimentari comunque destinati allo smaltimento, e dal punto di vista dell’educazione alla solidarietà degli alunni che frequentano le scuole forlivesi.

Il Protocollo prevede che il cibo cotto, non distribuito ai bambini nelle mense scolastiche, sia ritirato e messo a disposizione di persone in stato di bisogno.
L’accordo è sottoscritto congiuntamente dal Comune di Forlì, dalla Fondazione “Buon Pastore” Caritas Forlì – Ramo ONLUS e dalla Società Cooperativa a r.l. CAMST che ha in appalto il Centro di Cottura Comunale.
La Fondazione “Buon Pastore” riesce a raggiungere circa una dozzina fra Scuole Primarie e Scuole dell’Infanzia. Per garantire un adeguato livello di tutela igienico-sanitaria, tutti gli operatori coinvolti applicano rigorosamente le indicazioni date dall’AUSL, come ad esempio il ritiro immediato degli alimenti al termine della distribuzione dei pasti e la conservazione in appositi contenitori perfettamente puliti ed igienizzati, realizzati con materiali conformi alle norme CE.