Provincia di Parma: Riapre al transito la Sp 84 di Carobbio, a velocità limitata

Era stata chiusa il 23 novembre scorso da Carobbio a Rio Carzago per la caduta di massi e la rottura delle reti di contenimento. Eseguiti i lavori più urgenti, necessari alla riapertura, finanziati da Regione e Provincia. Serpagli:”Continuami a cercare fondi per migliorare la viabilità”

Limite_30_50xwebPARMA – La Provincia di Parma – Servizio Viabilità comunica che è stata decisa la riapertura al transito della Strada provinciale n. 84 di Carobbio, con l’istituzione del limite massimo di velocità per tutte le categorie di veicoli, precisamente:

dal Km 0+000 al Km 6+800 limite massimo di velocità di 50 Km/h;
dal Km 6+800 al km 7+500 (Rio Carzago) limite massimo di velocità di 30 Km/h;
dal km 7+500 (Rio Carzago) al Km 11+860 (Bivio S.P. 13) limite massimo di velocità di 50 Km/h.

La Sp 84 era chiusa al transito dal 23 novembre 2016 dalla fine del centro abitato di Carobbio (Km 6+400) a Rio Carzago (Km 7+500), a seguito della caduta continua di massi e della rottura delle reti di contenimento.

Ora sono stati eseguiti i lavori di somma urgenza necessari alla riapertura al transito.

Però in quei tratti di strada persistono situazioni di diffuso dissesto quali frane e cedimenti del corpo stradale, inoltre in vari tratti il manto stradale e la segnaletica orizzontale risultano ammalorati e le barriere di sicurezza presentano diverse criticità.

Purtroppo gli interventi necessari per mettere in sicurezza la strada necessiterebbero di risorse finanziarie non disponibili, al momento, nel bilancio della Provincia.

Quindi, per garantire le minime condizioni di sicurezza della circolazione veicolare e di salvaguardare la pubblica e privata incolumità, si è reso necessario disporre le limitazioni di velocità.

I lavori di somma urgenza, per un importo di 100 mila euro, sono stati co – finanziati con fondi provinciali e regionali, precisamente 70 mila euro provenienti dall’Agenzia regionale per la Protezione civile e 30 mila euro dalla Provincia di Parma.

“Grazie al nostro impegno abbiamo portato a casa i finanziamenti dalla Regione e siamo intervenuti in tempi rapidissimi anche con nostre risorse – spiega il Delegato provinciale alla Viabilità Gianpaolo Serpagli – Però 100 mila euro non bastano: ne servirebbero altrettanti e per questo continua il nostro impegno per il reperimento di fondi da utilizzare per migliorare la viabilità su quella strada.”