“La legge contro lo spreco alimentare”: oggi a Ferrara un seminario tecnico-informativo

Venerdì 13 aprile alle 10 in Camera di commercio (largo Castello 10)

ferraraFERRARA – Venerdì 13 aprile 2018 dalle 10 alle 13 nella sala conferenze della Camera di Commercio di Ferrara (largo Castello 10) si terrà un seminario tecnico-informativo su “La legge contro lo spreco alimentare: opportunità concrete per le imprese e per la comunità” a cui interverrà anche l’assessora comunale alla Sanità e ai Servizi alla persona Chiara Sapigni. L’iniziativa ha lo scopo di illustrare le agevolazioni fiscali e la semplificazione burocratica introdotta dalla nuova normativa.

L’appuntamento rappresenta un’azione nell’ambito del progetto “Dona con Gusto” che si colloca, a sua volta, nel più ampio progetto europeo EcoWaste4Food cui il Comune di Ferrara partecipa in qualità di partner.

L’evento co-organizzato da Centro Idea del Comune di Ferrara, Agire Sociale, Agenzia Atersir, Associazione Spreco Zero ha come principale obiettivo quello di offrire un seminario tecnico-formativo sulla Legge 166/2016, con la presenza dell’onorevole Maria Chiara Gadda, prima firmataria del testo.

Sostengono l’evento le principali organizzazioni di volontariato impegnate in città nella distribuzione dei beni alimentari a persone in condizione di indigenza: Associazione Papa Giovanni XXIII, Caritas, Croce Rossa, Emporio Solidale Il Mantello, Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna, Servizio Accoglienza alla Vita, Viale K.

Info e iscrizioni: Agire Sociale, tel. 0532 205688, segreteria@agiresociale.it

Programma
Ore 10 – Saluti, introduzione ai lavori – Chiara Sapigni, assessora Salute e Politiche Sociali Comune di Ferrara
Ore 10.15 – La Responsabilità Sociale conviene all’impresa? – Paolo Govoni, presidente Camera di Commercio di Ferrara
Ore 10.30 – Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione dei prodotti alimentari e farmaceutici ai fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi – Maria Chiara Gadda, deputata, prima firmataria e promotrice della legge 166/2016
Ore 11 – Parma non spreca: l’esperienza di una piattaforma solidale – Sandro Coccoi, coordinatore Forum Solidarietà CSV Parma
Ore 11.50 – Domande al pubblico
Ore 12.30 – Conclusioni e chiusura lavori

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)

I relatori. Maria Chiara Gadda, deputata e prima firmataria della legge 166/2016, Giuliana Malaguti, non profit manager della Fondazione Banco Alimentare attiva nel recupero e nella donazione delle eccedenze alimentari. Sarà invece Paolo Govoni, presidente Camera di commercio di Ferrara, a illustrare il ruolo della Responsabilità Sociale d’impresa nelle politiche aziendali, mentre Sandro Coccoi, coordinatore di Forum Solidarietà – Centro di Servizi per il Volontariato di Parma, racconterà l’esperienza della piattaforma solidale “Parma non spreca”. Introduce i lavori Chiara Sapigni, assessora Salute e Politiche Sociali del Comune di Ferrara.

Come afferma Maria Chiara Gadda: “La Legge 166 è frutto di un intenso percorso di ascolto, il contrasto agli sprechi può rappresentare un veicolo privilegiato per fare dialogare le istituzioni, il mondo dell’economia e dei profitti con quello del sociale, in una logica di condivisione”.

Il Comune di Ferrara si è impegnato nell’organizzazione di questo incontro in quanto partner del progetto Ecowaste4food e membro attivo dell’Associazione Sprecozero.net finalizzata alla condivisione, promozione e diffusione delle migliori iniziative utili nella lotta agli sprechi da parte degli Enti territoriali.

Anticipando la norma introdotta dalla legge 166/2016, il Comune di Ferrara è stato, fin dal 2004, uno dei primi Comuni italiani a riconoscere uno sconto sulla tariffa rifiuti agli esercenti che donano le eccedenze alimentari a fini solidaristici.

Sostengono l’evento le principali organizzazioni di volontariato impegnate in città nella distribuzione dei beni alimentari a persone in condizione di indigenza: Associazione Papa Giovanni XXIII, Caritas, Croce Rossa, Emporio Solidale Il Mantello, Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna, Servizio Accoglienza alla Vita, Viale K.