I Concerti del Boito. “Berio: alcune radici”

parmaIl duo pianistico formato da Alberto Miodini e Pierpaolo Maurizzi interpreta musiche di Berio, Schubert, Debussy e Stravinskij. Con loro Danilo Grassi (vibrafono) e Paolo Nocentini (marimba). Martedì 17 Aprile 2018, ore 20.30, Auditorium del Carmine. Ingresso libero

PARMA – Un programma estremamente articolato, che unisce in una sorta di linea di discendenza musiche di Franz Schubert, Claude Debussy, Igor Stravinskij e Luciano Berio. Si intitola “Berio: alcune radici” il concerto del duo pianistico formato da Alberto Miodini e Pierpaolo Maurizzi, che si terrà martedì 17 aprile alle 20.30, nell’Auditorium del Carmine.

Inserito nel ciclo “I Concerti del Boito”, l’evento mostra l’incredibile crogiolo di echi e richiami che ribolle nella musica di Berio, unendo in una sorta di suite senza soluzione di continuità brani apparentati da sottili richiami interni.

La scelta degli autori è presto spiegata: Berio trasse ispirazione dalla partitura di una sinfonia incompiuta di Schubert per la sua composizione per orchestra Rendering, e inserì citazioni tratte da opere di Claude Debussy e dalla Sagra della primavera di Stravinskij nella sua Sinfonia. In questa occasione gli interpreti alterneranno la Fantasia op. 103 D. 940 di Schubert, En blanc et noir di Debussy e il Concerto di Stravinskij ai brani di Berio Wasserklavier, Luftklavier e infine Linea, la composizione più severa, scritta per due pianoforti, vibrafono e marimba. All’interpretazione di quest’ultimo pezzo prenderanno parte anche Danilo Grassi (vibrafono) e Paolo Nocentini (marimba).

Il concerto è organizzato dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. L’ingresso è gratuito. Per maggiori informazioni: Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, www.conservatorio.pr.it.