Denunciato e sanzionato dalla Polizia Municipale di Cesena- Montiano

False generalità e guida senza patente

polizia-municipaleCESENA – La patente gli era stata revocata 23 anni fa, ma questo non gli ha impedito di guidare tranquillamente, fino a quando la Polizia Municipale di Cesena – Montiano lo ha fermato per un normale controllo. E a quel punto, per sfuggire alle inevitabili sanzioni, ha dato le generalità di suo fratello. Peccato che quest’ultimo fosse morto l’estate scorsa.

Protagonista della vicenda un cinquantaduenne cesenate. Pochi giorni fa è stato fermato in via Cavalcavia da un pattuglia impegnata nel normale servizio di vigilanza, e quando gli agenti gli hanno chiesto i documenti, ha mostrato solo la carta di circolazione e la polizza assicurativa (entrambe risultate regolari), spiegando aver dimenticato di aver dimenticato i propri a casa e fornendo generalità corrispondenti ad un cesenate 51enne. L’uomo è apparso particolarmente innervosito dal controllo, in particolare quando gli agenti della Polizia Municipale hanno approfondito gli accertamenti, e aveva un buon motivo: infatti, dalla consultazione delle banche dati, fatta in tempo reale tramite la centrale radio operativa, è emerso che il nominativo dichiarato corrispondeva a un titolare di patente “B” deceduto lo scorso luglio. Attraverso il successivo confronto coi cartellini anagrafici muniti di foto è stato possibile appurare che in realtà il conducente controllato aveva fornito le generalità del fratello defunto, ma soprattutto che non poteva guidare perché la patente gli era stata revocata nel lontano 1993. Messo alle strette, alla fine l’uomo ha ammesso le sue reali generalità, corrispondenti a quelle di B.M. 52enne nato e residente a Cesena e, per l’appunto, privo di patente da 23 anni.

Per B.M. è scattata una denuncia per false attestazioni sulla identità personale a pubblico ufficiale allo scopo di nascondere il mancato possesso della patente di guida. Nei suoi confronti è stata anche applicata una sanzione pecuniaria di 5.000 euro poiché una recente normativa ha depenalizzato la guida con patente revocata e l’autovettura è stato sottoposta a fermo amministrativo per tre mesi.

“Sono ormai molti i cesenati – osserva il Sindaco Paolo Lucchi – che hanno rilevato la sempre più assidua presenza della Polizia municipale sulle strade. Questo rinnovato impegno e il conseguente rafforzamento dei controlli, ora sempre più rapidi e puntuali, rappresentano un fattore di maggior sicurezza per tutti i cittadini. Del resto, chi rispetta le regole non deve aver nessun timore di essere fermato per una verifica dei documenti, mentre si prospettano tempi duri per chi cerca di fare il furbo”.