Dai cittadini di Cesena 260 proposte per il bilancio 2017

CESENA – C’è chi ha chiesto di attrezzare un’area verde con giochi per bambini e chi ha sollecitato la sistemazione dei marciapiedi del quartiere, ma c’è anche chi ha proposto la realizzazione di una nuova pista ciclabile, chi ha lanciato l’idea di collocare una statua di Renato Serra davanti alla sua casa di viale Carducci, e chi addirittura ha pensato al recupero del complesso di S. Agostino.
E’ decisamente vario il ventaglio degli interventi suggeriti dai cittadini in vista della definizione del bilancio 2017. Anche quest’anno, infatti, l’Amministrazione ha voluto coinvolgere i cesenati in un percorso partecipato per l’individuazione delle opere di manutenzione ritenute prioritarie, per la cui realizzazione sarà messo a disposizione 1 milione di euro.
In tutto 260 le proposte arrivate entro domenica 23 ottobre, termine fissato per il loro invio.
E, in molti casi, l’intero quartiere si è mobilitato per ‘spingere’ le opere individuate. Così, la maggior parte delle richieste arrivate dal Cervese Nord (il più attivo con ben 99 segnalazioni) si riferisce alla valorizzazione delle Terre centuriate con segnaletica e adeguata manutenzione dei fossi e alla costruzione di una tettoia davanti alla scuola primaria di Gattolino, mentre molti altri hanno perorato la causa di un’area verde attrezzata a Pioppa, sottolineando che si tratta ormai “dell’unica frazione che ne è priva”. Da Borello sono arrivate in massa richieste per la copertura del campo da tennis, invece il Cesuola ha puntato l’attenzione sulla necessità di costruire una passerella ciclopedonale sul torrente per collegare le due aree verdi di via Dossetti e via Sturzo.

“Abbiamo registrato una partecipazione da record – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi –, e questo testimonia l’attenzione dei cesenati per migliorare la loro città e la loro capacità propositiva. Ci ha sorpreso positivamente la tipologia delle richieste: pensavamo che si concentrassero soprattutto sui problemi di viabilità e manutenzione stradale (e, infatti, ne sono arrivate diverse); la maggior parte , invece, si riferisce soprattutto alle aree verdi e all’istanza di renderle più fruibili affinchè siano veri e propri spazi di incontro e di svago per la comunità”.

“Desideriamo ringraziare fin da ora tutti quelli che hanno partecipato – proseguono Sindaco e Assessore – e torneremo a farlo personalmente inviando a ciascuno una mail in cui spiegheremo i prossimi passi previsti prima di arrivare all’appuntamento del 12 novembre con Carta Bianca, quando presenteremo all’intera città la griglia delle opere fra cui scegliere, mediante voto, quelle da inserire nel bilancio. Prima, però, sarà necessario verificare tecnicamente la fattibilità delle opere proposte sulla base di tre criteri principali: in primo luogo la sostenibilità economica dei progetti, poi la loro compatibilità con le previsioni urbanistiche vigenti e, infine, la disponibilità o meno delle aree su cui realizzarle”.

“Di fronte a un così alto coinvolgimento in questa fase di presentazione delle proposte – concludono il Sindaco Lucchi e l’Assessore Miserocchi –, auspichiamo sia altrettanto partecipata la seconda fase, che si aprirà dopo il 12 novembre, quando tutti i cittadini saranno invitati nuovamente a dare il loro contributo esprimendo la preferenza sui progetti individuati come realizzabili”.