Al via la seconda fase del progetto europeo Freight TAILS

comune di Parma logoPrevisti fondi europei per migliorare la logistica delle merci a Parma

PARMA –  Il Comune di Parma ha ottenuto l’approvazione alla Fase II del progetto europeo Freight TAILS – Tailored Approaches for Innovative Logistics Solutions – nell’ambito del programma comunitario Urbact III, primo bando per la creazione di “Action Planning Networks“. “La logistica delle merci rappresenta uno dei temi fondamentali della mobilità sostenibile nei centri urbani – spiega l’assessore alla mobilità Gabriele Folli – e l’accesso a fondi europei ed alle condivisione di esperienze con altre realtà europee sarà senza dubbio di stimolo alla città per l’applicazione di moderne modalità di gestione della logistica” .

Il budget totale del progetto, a livello europeo per le dieci città partner, ammonta a poco meno di 723 mila euro, i fondi previsti per Parma sfiorano i 65 mila euro.

Nei prossimi due anni il Comune lavorerà per rendere la logistica delle merci a Parma più efficiente e sostenibile, coerentemente con gli obiettivi definiti nel PUMS – Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile. Lo farà attraverso un percorso partecipativo: un Gruppo Locale composto da un ampio numero di enti e organismi è stato attivato nella Fase I del progetto (realizzata da settembre a marzo); dopo aver individuato le principali criticità della logistica, in questi due anni il Gruppo Locale si concentrerà sulla individuazione delle soluzioni più efficienti e innovative per affrontare queste criticità; il risultato di questo lavoro verrà presentato nel piano di azione locale integrato per la logistica. Questo percorso locale sarà affiancato da un’azione costante di scambio con le altre città del progetto: Parma potrà confrontarsi su sfide comuni, analizzare soluzioni innovative, scambiare pratiche ed esperienze sulla logistica, sulla partecipazione e sulla integrazione di politiche e strategie.

Oltre a Parma, le altre città che partecipano al progetto sono: Westminster (Inghilterra) coordinatore del progetto per le azioni a livello europeo; Maastricht (Olanda), Bruxelles (Belgio), Suceava (Romania), La Rochelle (Francia), Umea (Svezia), Spalato (Croazia), Gdynia (Polonia), Tallin (Estonia).

La logistica delle merci rappresenta una porzione significativa del traffico nelle nostre città, spesso nelle ore di punta. E’ fondamentale per la vita delle città: è attraverso la logistica che i negozi sono riforniti, le imprese vendono le loro merci, i cittadini trovano i prodotti di cui hanno bisogno. Se il trasporto delle merci è organizzato bene rimane quasi invisibile; non è probabilmente la prima cosa che viene in mente quando si pensa alla qualità della vita alla attrattività di una città, eppure ha un forte impatto sulle nostre vite: sulla qualità dell’aria, sulla congestione del traffico, sulla sicurezza delle strade, sul rumore delle città.

Il programma europeo di cooperazione territoriale Urbact promuove un modello di sviluppo urbano integrato e sostenibile per le città europee. In particolare, il bando Action Planning Networks, che co-finanzia il progetto Freight TAILS, aiuta le città nell’elaborazione di strategie di sviluppo urbano o piani d’azione integrati: città che condividono problemi simili, imparano le une dalle altre e lavorano insieme per elaborare soluzioni integrate per migliorare la qualità di vita nelle città.