Vivian Lamarque e Duccio Demetrio al primo incontro di “Ispirazioni fra poesia, filosofia e scienza”, lunedì 10 dicembre a Palazzo del Governatore

palazzo_governatorePARMA – Prende il via lunedì 10 dicembre la rassegna di incontri “Ispirazioni fra poesia, filosofia e scienza” ideata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Parma – nell’ambito del progetto di promozione alla lettura “Viaggiare con gli occhi della poesia” – che porterà in città grandi nomi del panorama culturale e scientifico italiano: Vivian Lamarque, Duccio Demetrio, Chandra Livia Candiani, Patrizia Valduga, Vittorio Gallese, Valerio Magrelli e Guido Tonelli.

Ospiti del primo appuntamento, lunedì 10 dicembre alle ore 17.30 a Palazzo del Governatore, la poetessa

Vivian Lamarque e il filosofo Duccio Demetrio che dialogheranno nell’incontro dal titolo “Conversazioni d’inverno”.

“Due filosofie della vita si confrontano, da secoli, quando tentano di decifrare che cosa l’inverno sia. – suggerisce Demetrio – Entrambe si avvalgono di aforismi e metafore. L‘una lo paragona alla fine e all’arresto inesorabile di ogni ciclo vitale; l‘altra, all‘opposto, ad un‘energia dormiente, che protegge e prepara ciò che rinascerà. Per un‘interpretazione, sono giorni inanimati e di morte; per l’altra, a saperli cercare, già si vedono spuntare ellebori e bucaneve”.

E come scrive Vivian Lamarque, nella raccolta “Madre d’inverno”, …Che fuori si nevichi dunque / che dentro si guardi nevicare. / Neve leggera ti sfiora / cade due volte, / cade anche la neve che fu…

Vivian Lamarque è una delle più apprezzate e conosciute autrici italiane. È poetessa, scrittrice di prosa anche per l’infanzia e traduttrice: ha tradotto La Fontaine, Valéry, Prévert, Baudelaire. Dal 1992 scrive sul Corriere della Sera. Il suo primo libro, “Teresino”, ha vinto il Premio Viareggio Opera Prima nel 1981. Ha pubblicato cinque libri di poesie e nel 2002 la sua opera poetica è stata raccolta in Poesie 1972-2002, comprensivo anche di una fitta sezione di inediti. Del 2016 è la raccolta “Madre d’inverno”.

Duccio Demetrio, filoso e saggista, a lungo professore ordinario di Filosofia dell’Educazione e di Teorie e pratiche della narrazione, ha fondato e dirige la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e la Società di Pedagogia e Didattica della Scrittura. Tra le sue ultime pubblicazioni: “Filosofia del camminare”, “La vita schiva”, “Ascetismo metropolitano. L’inquieta religiosità dei non credenti”, “L’interiorità maschile. La solitudine degli uomini” e “Foliage. Vagabondare d’autunno”.

I prossimi tre incontri, in programma alla Galleria San Ludovico alle ore 17.30, saranno: venerdì 14 dicembre il reading “Il silenzio è cosa viva” della poetessa Chandra Livia Candiani, martedì 18 dicembre “Per sguardi e per parole”, dialogo fra la poetessa Patrizia Valduga e il neuroscienziato Vittorio Gallese e mercoledì 19 dicembre, a chiusura del ciclo, l’incontro “Tra poesia e scienza” con il poeta Valerio Magrelli e il fisico Guido Tonelli.

L’ingresso agli appuntamenti è libero fino ad esaurimento posti.

Info: info.cultura@comune.parma.it

Il progetto “Viaggiare con gli occhi della poesia” è realizzato con il contributo dell’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna voluto e promosso dal Servizio Biblioteche del Comune di Parma, in collaborazione con le biblioteche del territorio provinciale di Calestano, Colorno, Fidenza, Sorbolo e Traversetolo.