Vigarano Mainarda (FE), annullate le manifestazioni estive del 2020

29

emilia-romagna-news-24VIGARANO MAINARDA (FE) – Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’associazione Pro Civitate Vigarano Mainarda e Comitato Cultura e Tradizione:

“Abbiamo aspettato tanto, fino all’ultimo e forse anche troppo, per prendere questa decisione, che possiamo assicurare a tutti non è stata facile, né presa con leggerezza. Sappiamo quanto la Fiera di Sant’Antonio sia un’abitudine per Vigarano e sicuramente per il paese e alcuni nostri affezionati del ballo liscio sarà triste sapere che quest’anno non ci sarà nulla di tutto questo. È stato bello vedere per tutti questi anni la piazza riempirsi per le diverse iniziative che abbiamo proposto: dagli anziani del nostro paese che non rinunciano al pinzin e approfittano delle fresche sere di giugno per passare nel piazzale a scambiare quattro chiacchiere; dai tanti bimbi che abbiamo guardato correre, ridere e ballare rapiti dalla musica che ci veniva regalata dal talento delle tante band che si sono esibite: dalle più famose, a quelle che si sono sciolte poco dopo, tutte unite dalla passione per la musica.

Abbiamo corso, sbiciclato, sfilato e ballato in vostra compagnia. Perché noi crediamo fortemente nel potere positivo che ha una manifestazione come quella che abbiamo messo in piedi in questi anni: che però, per fortuna o purtroppo è diventata un’abitudine e come ogni cosa che perde la patina di novità diventa meno attraente e presta il fianco a sempre più criticità. Quest’anno purtroppo ci dobbiamo quindi fermare e pensare. Abbiamo pensato tanto in questi mesi e in tutta franchezza ci sentiamo di dirvi che il motivo non è solo l’ingente e sacrosanta mole di regole da mettere in atto per svolgere in sicurezza una manifestazione in questo tempo di Covid – 19. Non è solo il non poter partecipare in maniera piena alla Fiera il problema; tantomeno – o almeno parzialmente lo è – il non poter aprire lo stand gastronomico di Oratorio in festa: lo è anche il dover necessariamente chiedere l’aiuto alle tante attività commerciali che ci hanno aiutati in questi anni.

Con che coraggio andiamo a chiedere un contributo dopo i mesi di chiusura e difficoltà? Abbiamo pensato anche alle famiglie che generosamente ogni anno ci donano la “busta” con cui riusciamo a realizzare forse la manifestazione di festa più evidente per tutti, le luminarie: davvero vogliamo chiedervi questo impegno? Abbiamo pensato a voi; che aggregazione possiamo mai fare seduti uno ad un metro dall’altro senza poter condividere una porzione di patate fritte e una birra? Particolare non trascurabile, la difficoltà sempre più crescente, di ricevere fondi comunali. La nostra amministrazione comunale non ha aperto il bando promesso e di conseguenza non ha erogato contributi per il 2019 e dal dirigente preposto alla cultura ci è stato anticipato che non sarebbero stati erogati nemmeno nel 2020: per manifestazioni e feste popolari interamente gratuite significa il colpo mortale.

La Pro Civitate e il Comitato Cultura e Tradizione quindi sono desolati di comunicare alla cittadinanza che le manifestazioni per l’estate 2020 sono annullate. Avremmo davvero voluto festeggiare con voi l’uscita dal (primo) periodo di grande difficoltà ma non ci sono le condizioni. Questo non esclude che nel futuro, anche prima della fine dell’anno, ci sia la possibilità di ritrovarci in piazza a vivere questi momenti che sicuramente a noi mancheranno, e speriamo anche a voi, ma semplicemente al momento non è possibile farlo. Confidando nel vostro sempre presente supporto, vi auguriamo una serena estate, attenta e rispettosa delle regole e della salute e del benessere di tutti.”