Venerdì 30 novembre ‘Giornata Mondiale contro la Pena di Morte’, le iniziative del Comune di Ferrara

municipio-ferraraIlluminate di rosso le finestre del Teatro comunale. Su ‘pena di morte, torture, diritti umani’ gli studenti invitati al confronto con le associazioni

FERRARA – La sera di venerdì 30 novembre, per ricordare alla cittadinanza la Giornata Mondiale contro la Pena di Morte, 17.a edizione della Giornata Internazionale “Cities for Life”, saranno illuminate di rosso le finestre del Teatro comunale “Claudio Abbado”. Il Comune di Ferrara, che aderisce ininterrottamente dal 2014 alla rete di Municipalità “Città per la Vita/Città contro la pena di Morte” e alle iniziative ad essa collegate, partecipa così alla ricorrenza riconosciuta da diversi organismi internazionali allo scopo di valorizzare il ruolo prezioso e insostituibile delle Municipalità per tenere alta l’attenzione sui diritti umani e il valore della vita, arginando anche il fenomeno della violenza, diffusa in tanti contesti urbani. Inoltre, poiché lunedì 10 dicembre sarà il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, per celebrare entrambe le ricorrenze l’Ufficio Politiche per la Pace del Comune di Ferrara ha invitato i Circoli Didattici e gli Istituti Superiori cittadini ad affrontare con gli studenti gli argomenti “pena di morte e torture” e “diritti umani”. Per approfondire le tematiche proposte gli Istituti scolastici potranno rapportarsi direttamente con le associazioni Amnesty, Emergency, IBO e Camelot.

“Basta leggere i giornali per capire che il problema della mancanza di diritti, la violenza e l’omicidio, sono argomenti attualissimi.ha affermato il vicesindaco e assessore alle Politiche per la Pace Massimo Maisto illustrando le prossime iniziativeNon riguardano solo i Paesi lontani, in cui vige la pena capitale, ma sono problemi della nostra realtà quotidiana. Aderire alla Rete di Municipalità “Cities for Life”, promosso a livello mondiale dalla Comunità di Sant’Egidio, vuol dire impegnarsi affinché l’attenzione verso queste tematiche resti alta. La Rete di Municipalità ha chiesto a tutti gli aderenti di illuminare un monumento cittadino, quale prova tangibile della propria adesione. Quest’annoha aggiunto il Vicesindacosaranno illuminate di rosso le finestre del Teatro Comunale, grazie alla sempre attenta collaborazione della Fondazione. Vista l’importanza degli argomenti la Giunta ha valutato positivamente il progetto riguardante gli Istituti scolastici cittadini che prevede l’opportunità di contattare direttamente le Associazioni Amnesty, Emergency, IBO e Camelot, che si sono offerte di recarsi presso le Scuole interessate, svolgendo incontri, dibattiti e laboratori con gli studenti. Bisogna giustamente ricordare che nel nostro territorio, per nostra fortuna, sono presenti moltissime Associazioni che lavorano costantemente a favore dei diritti umani e contro la violenza, poichè coinvolge ognuno di noi ogni giorno e ognuno di noi può fare la differenza, denunciando, aiutando e sostenendo le realtà che attivamente operano sul territorio”.