Università di Parma: il 13 ottobre laurea ad honorem a Riccardo De Gaudenzi

0

Dottore magistrale in Communication Engineering. Diretta streaming alle 11 sul sito web Unipr

PARMA – Dall’Università di Parma una laurea ad honorem in Communication Engineering a Riccardo De Gaudenzi, figura di grande levatura nel campo dell’Ingegneria delle telecomunicazioni, e in particolare nelle telecomunicazioni satellitari, oggi a capo del Dipartimento di Ingegneria elettrica in ESA, l’Agenzia Spaziale Europea.

La cerimonia, a inviti e chiusa al pubblico, si terrà mercoledì 13 ottobre alle 11 nell’Aula Magna della Sede centrale dell’Università. Il pubblico potrà seguirla in diretta streaming sul sito web di Ateneo www.unipr.it.

Dopo l’intervento del Rettore Paolo Andrei è prevista la lettura della motivazione del conferimento da parte di Antonio Montepara, Direttore del Dipartimento di Ingegneria e Architettura. Seguirà la laudatio di Alberto Bononi, docente di Telecomunicazioni e Presidente del Corso di laurea magistrale in Communication Engineering. Infine la lectio doctoralis di Riccardo De Gaudenzi.

RICCARDO DE GAUDENZI – NOTE BIOGRAFICHE 

Riccardo De Gaudenzi ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria elettronica all’Università di Pisa nel 1985, e un dottorato di ricerca all’Università Tecnica di Delft, Paesi Bassi, nel 1999. Dal 1986 al 1988 è stato all’Agenzia Spaziale Europea (ESA), Dipartimento di Ingegneria delle Stazioni e delle Comunicazioni, Darmstadt (Germania), dove si è specializzato nella progettazione e collaudo di sistemi di telemetria, tracciamento e controllo via terra (TT&C). Nel 1988 è entrato a far parte del Centro di ricerca e tecnologia (ESTEC) dell’ESA, a Noordwijk, Paesi Bassi, dove ha ricoperto diverse posizioni tecniche e manageriali all’interno della Direzione della tecnologia, dell’ingegneria e della qualità. Attualmente è a capo del Dipartimento di ingegneria elettrica dell’ESA. Il Dipartimento si occupa di sistemi a radiofrequenza e carichi utili per la navigazione, le telecomunicazioni, TT&C (Telemetry Tracking and Command) e l’osservazione della Terra, componenti elettronici, microelettronica, sistemi di gestione dei dati a bordo, sistemi di alimentazione e fonti di energia, compatibilità elettromagnetica, ambienti spaziali e loro effetti. È stato responsabile di un gran numero di attività di ricerca e sviluppo per applicazioni satellitari di TT&C, telecomunicazioni e navigazione. Nel 1996 ha trascorso un anno con Qualcomm Inc., San Diego, USA, nel gruppo di sistemi di progetto della costellazione satellitare per comunicazioni personali Globalstar sotto una borsa di studio dell’ESA poi estesa come consulenza ad personam. Il suo attuale interesse è principalmente legato a efficienti tecniche di modulazione digitale e accesso multiplo per servizi satellitari fissi e mobili, tecniche di sincronizzazione, tecniche di mitigazione delle interferenze adattive e tecniche di simulazione dei sistemi di comunicazione. Ha contribuito attivamente allo sviluppo e alla dimostrazione degli standard ETSI S-UMTS Family A, S-MIM, DVB-S2, DVB-S2X, DVB-RCS2 e DVB-SH. Ha pubblicato più di 140 articoli scientifici e possiede 30 brevetti. Dal 2001 al 2005 è stato Associate Editor per CDMA e Synchronization per IEEE Transactions on Communications e Associate Editor per il Journal of Communications and Networks. È co-vincitore del Jack Neubauer Memorial Award 2003 e 2008 come miglior articolo pubblicato su rivista della IEEE Vehicular Technology Society. Attualmente è membro dello Scientific Committee del Centre Tecnològic de Telecomunicacions de Catalunya, dell’Advisory Board del PhD in Information Technology del Politecnico di Milano e del Comitato di Indirizzo del corso di laurea magistrale Communication Engineering dell’Università di Parma.