Una Brugherio combattiva approfitta di una Bologna sottotono e fa sua la tredicesima

16

BOLOGNA – 13ª Giornata (18/12/2022) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Girone Bianco

Gamma Chimica Brugherio – Geetit Bologna 3-2 (25-22, 25-22, 22-25, 23-25, 17-15)
Gamma Chimica Brugherio: Biffi 3, Chiloiro 15, Mati 13, Van Solkema 24, Carpita 15, Innocenzi 11, Selleri 2, Consonni 0, Mancini 0, Marini (L), Barotto 0. N.E. Piazza, Frattini, Montermini. All. Durand.
Geetit Bologna: Lusetti 4, Vinti 15, Orazi 10, Lugli 14, Maletti 4, Grottoli 8, Gabrielli (L), Ballan 0, Govoni 0, Guerrini 8. N.E. Serenari, Oliva, Tassoni, Donati. All. Marzola. ARBITRI: Giorgianni, Di Lorenzo.

La tredicesima giornata di campionato, andata in scena tra le mura del Centro Sportivo Paolo VI, ha visto la Gamma Chimica Brugherio sfidare la Geetit Pallavolo Bologna.

I ragazzi di coach Marco Marzola non riesco ad aggiudicarsi la vittoria del match in terra lombarda.
Una partita durata 144 minuti, ricca di alti e bassi da entrambi i lati del campo e segnata da diversi errori, in particolare al servizio (32 Brugherio, 18 Bologna).

Bologna fatica a entrare nel vivo del match e ad imporre il proprio gioco, dimostrando ancora difficoltà nel mantenere una prestazione costante. D’altro canto, i diavoli rosa, con grande grinta e determinazione, riescono a riaprire il tie break, che era in mano ai rossoblu e ad aggiudicarsi la vittoria.

Coach Danilo Durant schiera Biffi e Van Solkema nella diagonale principale, Carpita e Chiloiro in posto quattro, Mati e Innocenzi al centro con Marini libero.
Risponde Marzola con Lusetti-Lugli, Vinti-Maletti, Orazi-Grottoli, Gabrielli.

Nel primo parziale, Bologna tiene le redini del gioco fino alla fase finale del set quando i lombardi riescono a imporsi in fase offensiva a discapito di una Bologna poco incisiva al servizio come in attacco.

Nella seconda fase di gioco le due compagini giocano con un costante equilibrio fino a quando i padroni di casa centrano due break point al servizio che condannano i felsinei.

Nel terzo e quarto set, la Geetit, nonostante i vari tentativi dei padroni di casa, riesce ad essere cinica a muro riaprendo la partita e aggiudicandosi un punto.

Nel tiebreak Bologna si impone fin dalla prime battute, a soli 3 punti dalla vittoria e a 5 lunghezze dagli avversari, subisce il turno al servizio di Van Solkema che pareggia i conti. Sarà proprio la ricezione a consegnare a Brugherio 2 dei 3 punti in palio.

Il match in pillole:
La partita si apre con Bologna un po’ fallosa a discapito dei padroni di casa: 3-1.
Bruno Vinti mette subito la sua importa al servizio che frutta il primo break point del match sul 3-5. Nonostante qualche sbavatura in battuta, il sistema muro difesa sorride ai rossoblu che mantengono il largo: 6-9.
Coach Durant interrompe l’azione di gioco sul 7-10, nulla che impatti sul proseguio del match.
Bologna alterna diversi errori al servizio con una buona prestazione in attacco come anche in fase difensiva e questo permette di mantenere il vantaggio.
Sul 12-16 firmato Maletti, coach Durant chiama anche il secondo timeout a disposizione. Carpita scalda gli animi del pubblico di casa chiudendo l’azione lunga che vale il 14-18, lo stesso schiacciatore al servizio centra il break point del -2 sul 17-19.
A chiamare i suoi alle panchine, questa volta, è coach Marzola, ma al rientro Chiloiro trova l’ace del 19-20, poi con Val Solkema in attacco e Innocenzi a muro centrano il 22-21.
Ed è proprio grazie al muro che i diavoli rosa trovano il set point sul 24-22. Van Solkema chiude sul 25-22 scardinando il muro dei felsinei.

L’apertura della seconda frazione di gioco vedi Vinti e Lugli in grande spolvero in fase offensiva e Bologna si porta avanti 2-5.
L’opposto olandese accorcia le distanze grazie a un ottimo turno al servizio, poi Carpita, sempre in battuta, centra il pareggio sul 6-6. Si procede testa a testa, con Brugherio che mette la fronte avanti sul 11-9, ma Bologna ritrova la parità con Orazi e Vinti. Il punto a punto procede con Brugherio che cerca di prendere il largo, ma trova una Geetit che, nonostante le imprecisioni, non lascia scappare l’avversario.
Il turno al servizio di Maletti vale il 14-15 e il timeout di coach Durant, ma il ritmo del match cambia solo sul 17-19.
Bologna sfrutta un errore degli ospiti, poi Orazi c’entra il +2. Coach Durant interrompe il gioco e i suoi incalzano il breakpoint del 20-19. Ancora una volta il servizio di Carpita impatta sulla chiusura del set. I suoi due ace valgono infatti il secondo setball dei lombardi sul 24-21.

Nel terzo set Bologna si porta subito avanti con Guerrini, entrato al posto di Maletti, incisivo in attacco come a muro: 2-6. I padroni di casa non ci stanno: Mati Pardo prima chiude due primi tempi, poi al servizio centra il 6-7. La Geetit non abbassa la testa e con Lugli in attacco e Orazi a muro torna a +3 sul 7-10. Van Solkema trascina nuovamente i suoi che, agevolati dagli errori degli emiliani, centrano il -1 sul 13-14. Si riapre il faccia a faccia che aveva caratterizzato il set precedente, con Bologna che non riesce ad imporre il proprio gioco. Brugherio ferma a muro prima Lugli e poi Vinti, Marzola sostituisce Lugli con Maletti sul 19-18. Guerrini in attacco e Maletti a muro firmano il 19-21 con il conseguente timeout su richiesta di coach Durant. Al rientro, i suoi commettono diversi errori diretti che regalano alla Geetit il setball sul 21-24. Guerrini ferma a muro l’opposto di casa per il 22-25, riaprendo il match.

L’apertura del quarto set è all’insegna dell’equilibrio: 3-3. Ancora una volta le due formazioni si inseguono punto a punto alternando grandi giocate a errori diretti per tutta la prima fase del parziale. La formazione felsinea fatica in fase break: quando riesce a portarsi avanti di due lunghezze gli avversari accorciano. L’equilibrio si spezza grazie a Leonardo Lugli che si impone in attacco e al servizio per il 9-12. Bologna mantiene il largo fino al 13-16, poi Chiloiro in attacco e Selleri al servizio trovano il 15-16. I Diavoli trovano poi la parità sul 18-18, frutto di numerosi errori dei rossoblu. I felsinei allungano 18-20 con Vinti cinico in attacco e trascinano il + 2 fino al 20-22, poi i Diavoli fermano a muro Vinti e trovano la parità sul 22-22. L’errore al servizio di Selleri consegna ai felsinei il setball sul 23-24, Grottoli concretizza fermando a muro Mati.

Nel tie-break i felsinei impongono da subito il proprio gioco e si portano avanti 1-5. Bologna sale finalmente in cattedra esprimendo la loro miglior pallavolo. Vinti e Guerrini, in particolare guidano Bologna al cambio campo con il tabellone che segna il 3-8. Brugherio non molla e con pressione in fase offensiva accorcia fino al 6-9. Sul turno al servizio di Van Solkema trovano poi il -1 grazie a due muri punto determinanti: 11-12. Lo stesso opposto pareggia prima i conti al servizio e poi in attacco, dove trova il 13-12. I primi tempi di Innocenzi valgono prima il matchpoint sul 14-13, poi il 15-14. L’ace di Carpita segna il 17-15, 3-2.

Marco Marzola: “Abbiamo commesso troppi errori soprattutto al servizio in particolare perché non abbiamo forzato in questo fondamentale. Non abbiamo approcciato la partita con la mentalità “operaia” che ci deve contraddistinguere. Pensiamo subito al ritorno: abbiamo subito uno scontro diretto a Mirandola contro un’altra squadra che ha fame di punti quindi bisognerà dimostrarsi all’altezza e approcciare la partita in maniera diversa.”