“Un bès_Antonio Ligabue” il 10 febbraio al Salone Snaporaz di Cattolica

30
Un bes Antonio Ligabue – foto Luigi Burroni

CATTOLICA (RN) – Giovedì 10 febbraio (ore 21.15) a Cattolica arriva Un bès_Antonio Ligabue, di e con Mario Perrotta, figura tra le più interessanti del panorama teatrale italiano contemporaneo. Lo spettacolo va in scena al Salone Snaporaz e non al Teatro della Regina come precedentemente indicato, a causa di problemi tecnici.
Un bès_Antonio Ligabue
ha ricevuto il Premio Ubu 2013 per il migliore attore e il Premio Hystrio 2014 come migliore spettacolo dell’anno, indaga la lacerazione di un’anima consapevole di essere un rifiuto della società e al contempo un artista, il suo stare al margine: là dove un bacio, un bès, è solo un sogno. Mario Perrotta riflette sulla solitudine dell’uomo Ligabue, sul suo stare oltre il confine, “voglio stare anch’io sul confine e guardare gli altri. E, sempre sul confine, chiedermi qual è dentro e qual è fuori” – come afferma l’attore stesso.

“Un bès… Dam un bès, uno solo! Che un giorno diventerà  tutto splendido. Per me e per voi.”

Provo a chiudere gli occhi e immagino: io, così come sono, con i miei 40 passati, con la mia vita – quella che so di avere vissuto – ma senza un bacio, neanche uno. Mai.

Senza che le mie labbra ne abbiano incontrate altre, anche solo sfiorate. Senza tutto il resto che è comunione di carne e di spirito, senza neanche una carezza. Mai.

E allora mi vedo – io, così come sono – scendere per strada a elemosinarlo quel bacio, da chiunque, purché accada.

Ecco, questo m’interessa oggi di Antonio Ligabue: la sua solitudine, il suo stare al margine, anzi, oltre il margine – oltre il confine – là dove un bacio è un sogno, un implorare senza risposte che dura da tutta una vita. Voglio avere a che fare con l’uomo Antonio Ligabue, con il Toni, lo scemo del paese.

Mi attrae e mi spiazza la coscienza che aveva di essere un rifiuto dell’umanità e, al contempo, un artista, perché questo doppio sentire gli lacerava l’anima: l’artista sapeva di meritarlo un bacio, ma il pazzo, intanto, lo elemosinava.

Voglio stare anch’io sul confine e guardare gli altri. E, sempre sul confine, chiedermi qual è dentro e qual è fuori. [Mario Perrotta]

Premio Ubu 2013 – Miglior attore

Premio Hystrio 2014 – Migliore spettacolo dell’anno

Premio ANCT 2015 – al Progetto Ligabue (Un bès / Pitùr / Bassa Continua)

Premio Ubu 2015 – Miglior progetto artistico o organizzativo al progetto Ligabue

“Trasmette la bellezza del disincanto, della felicità perduta”
Rodolfo di Giammarco – La Repubblica

“Un ritratto palpitante di un artista e di una vita solitaria”
Magda Poli – Corriere della Sera

“Una straordinaria maschera verbale”
Renato Palazzi – ll Sole 24 Ore

“Una rara forza performativa, un ritmo che prende alla gola”
Maria Grazia Gregori – L’Unità

CREDITI

Un bès – Antonio Ligabue

uno spettacolo di e con Mario Perrotta
produzione Teatro dell’Argine

durata: 80’ senza intervallo

Prossimi appuntamenti: martedì 22 febbraio SERATA ANTICORPI EXPLO, con Stefania Tansini e Roberto Tedesco; giovedì 24 febbraio LE SORELLE ROBESPIERRE, con Alessandro Fullin e Simone Faraon.

INFO E BIGLIETTERIA

La vendita di biglietti e carnet per gli spettacoli da gennaio ad aprile 2022 è aperta a tutti presso il Teatro della Regina e online su http://www.vivaticket.it.

APERTURA BIGLIETTERIA

Martedì e giovedì dalle 15 alle 18.30

Sabato dalle 10 alle 13

Nei giorni di spettacolo, oltre ai consueti orari di apertura, la biglietteria sarà aperta dalle ore 19 e contestualmente verrà interrotta la vendita dei biglietti online.

Per ulteriori informazioni: www.teatrodellaregina.it

Facebook e Instagram @teatrodellaregina

TEATRO DELLA REGINA, Ufficio Cinema –Teatro, piazza della Repubblica, 28/29 – Cattolica (RN).
Tel. 0541/966778 – e-mail: info@teatrodellaregina.it;

SALONE SNAPORAZ, Piazza del Mercato, 14 – Cattolica (RN). Tel. 0541/960456 (nelle sere di spettacolo, a partire dalle ore 20).

S t a g i o n e   t e a t r a l e   2 0 2 1– 2 0 2 2

Giovedì 10 febbraio 2022

UN BÈS_ANTONIO LIGABUE
di e con Mario Perrotta
Arriva al Salone Snaporaz lo spettacolo pluripremiato
che indaga le lacerazioni dell’anima di un grande artista