Turismo, l’assessore Fornasini: “Nel 2023 superate le due notti di permanenza media per ogni turista”

24

FERRARA – “Nel 2023 il dato della permanenza media in città ha superato le ‘due notti per turista’. E non era mai accaduto prima. Questa è la dimostrazione cha la nostra strategia sul turismo e il nostro impegno per incrementare le presenze e limitare il turismo mordi e fuggi, stanno funzionando. Tutte le altre polemiche su questo tema le rimandiamo al mittente, ricordando peraltro a tutti che negli ultimi tempi siamo passati attraverso una pandemia mai sperimentata prima dal mondo intero e che questo è un fatto che bisogna sempre tenere presente quando si parla di turismo, perché rimuoverlo significa falsare molti ragionamenti”. Così, Matteo Fornasini, assessore al Turismo del Comune di Ferrara, interviene sul tema della promozione turistica per la città.

“Il dato più importante da tenere presente, perché è quello che genera indotto è quante notti, come permanenza media, i turisti rimangono in città. Bene, nel 2019 eravamo fermi a 1,8 notti a turista, nel 2023 si è passati a oltre 2 notti piene. E’ un passaggio fondamentale che conferma la bontà delle nostre scelte e la pochezza delle accuse che ci vengono rivolte dalle opposizioni- spiega l’assessore -. Oltre a questo l’impegno, le azioni ed i progetti della amministrazione comunale per aumentare la promozione turistica sono sotto gli occhi di tutti e sono stati portati avanti in sinergia con gli altri soggetti istituzionali (Regione, Comuni, Provincia e Destinazione Turistica Visit Romagna) e gli operatori privati. Ne sono un esempio i due importanti bandi che il Comune si è aggiudicato, quello relativo ai siti Unesco e quello per la promozione del Ghetto Ebraico, dimostrazioni tangibili di una chiara visione sul futuro della città, come meta turistica. Si aggiunge lo sforzo per implementare il turismo congressuale a cui abbiamo dato un importante avvio con le sinergie messe in campo con l’Università e che proseguirà nei prossimi anni in modo ancor meglio strutturato”.

Nel quinquennio il Comune di Ferrara ha lavorato sui seguenti temi:

1) Bando Ministero del turismo rivolto ai siti Unesco. Nell’anno 2023 il Comune di Ferrara, unitamente al Comune di Comacchio e al Comune di Ostellato, ha ricevuto un finanziamento di € 933.808,75 da parte del Ministero del Turismo a seguito della partecipazione all’Avviso pubblico rivolto ai siti UNESCO. Il Comune di Ferrara svolge il ruolo di Comune capofila del progetto presentato per conto del sito UNESCO “Ferrara città del Rinascimento e il suo Delta del Po”, che comprende anche i Comuni di Comacchio e Ostellato. I fondi erogati dovranno essere spesi nel 2024 e nel 2025.

2) Nuova strategia pubblico-privato ed individuazione tramite gara pubblica di un soggetto privato che svolga il “Servizio di progettazione ed attuazione di un piano pluriennale di comunicazione, promozione territoriale e commercializzazione dei prodotti turistici espressi dal territorio del Comune di Ferrara e del Servizio di Informazione e Accoglienza Turistica (I.A.T.)”, della durata di 36 mesi, con un importo a base d’asta di € 939.000,00 iva compresa. Il Servizio è stato affidato ad un raggruppamento di imprese del territorio composto da Dinamica Media S.r.l. -Società Consortile Gestione Turistica delta del Po a R.L.- Po Delta Tourism S.r.l. – Elite Island S.r.l. – Studio BorsettiS.r.l. Marketing, Pubblicità, Grafica.

3) Accoglienza e assistenza giornalisti e operatori per la promozione in collaborazione con APT Servizi Emilia Romagna per la promozione dl territorio su canali italiani e internazionali e su richiesta dell’Amministrazione Comunale

4) Implementazione e sviluppo dei progetti turistici candidati al PTPL (Programma turistico di promozione locale), ricevendo finanziamenti da Destinazione Turistica Romagna superiori a € 500.000,00.

5) Nell’ambito dei progetti Vacanze, Natura Cultura, Ferrara partecipa agli eventi fieristici previsti nella Carta dei servizi di APT Servizi Emilia Romagna.

6) Nel mese di gennaio 2024 è stato siglato un Protocollo d’Intesa con il Comune di Mantova, la Provincia di Mantova, il Consorzio Oltrepo Mantovano e la Provincia di Ferrara per azioni condivise a sostegno della promozione del turismo sostenibile dei rispettivi territori e del collegamento tra di essi, nonché della valorizzazione delle risorse turistiche, con particolare attenzione al cicloturismo e al turismo attivo.

7) Nel mese di febbraio 2024 il Comune di Ferrara ha aderito al progetto “10 Comuni”, presentato al Comune di Ferrara da parte della Chambre de Commerce Italienne Nice Sophia Antipolis Côte d’Azur. Il progetto ha finalità di promozione turistica e marketing territoriale, per gli Enti Locali italiani aderenti, in Francia e nel Principato di Monaco.

8) Turismo congressuale: l’azione sul versante di tale fondamentale segmento dal 2022 ad oggi si è tradotta nella collaborazione e realizzazione dei seguenti eventi: 19-22 settembre 2022 – magistrati e giuristi francesi (tour guidato in lingua francese); 14 dicembre 2022 – management ENI Versalis (tour guidato in lingua italiana); 18 giugno 2023 – Eva Buzzi OBB (city tour guidato in lingua tedesca) 23-27 luglio 2023 – Congresso Internazionale SMBE 2023 – gestione attività di incoming (codici sconto e opzioni camere presso strutture ricettive cittadine), realizzazione programma speciale di visite guidate ed esperienze in lingua inglese

9) Nell’ottica dello sviluppo del turismo congressuale, con particolare attenzione alla modalità del meeting urbano diffuso, l’Amministrazione ha, attraverso il soggetto gestore della promo-commercializzazione turistica (InFerrara), implementato sul sito inferrara.it una nuova sezione dedicata al turismo business e congressuale. E’ inoltre già in corso un’azione di contatto con i vari Dipartimenti dell’università di Ferrara per presentare le tipologie di collaborazione che l’Amministrazione comunale può offrire su questo versante. Tale sinergia ci consentirà di ospitare nella nostra città altri importanti convegni anche internazionali già programmati e calendarizzati nei prossimi mesi

10) In virtù Protocollo d’intesa tra Comune di Ferrara e Comunità Ebraica, siglato nel dicembre 2022 dal sindaco Alan Fabbri e dal presidente della Comunità ebraica Fortunato Arbib, per valorizzare e promuovere il Ghetto Ebraico di Ferrara e grazie ad una progettualità condivisa con la Comunità, il Comune di Ferrara si è aggiudicato un finanziamento complessivo di € 1.774.683 che gestirà come Ente capofila nell’ambito del Programma “Interreg Europe”, con il Progetto “Jewels Tour: il patrimonio ebraico come leva del turismo sostenibile”.