Tre giorni e un traguardo

39

Dal 14 al 16 gennaio 2022 tre giorni di iniziative chiuderanno ufficialmente il biennio di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 + 21

PARMA – Subito dopo la sentita cerimonia di Sant’Ilario, nei giorni 14, 15 e 16 gennaio 2022 si chiuderà il percorso di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 che passerà il testimone a Procida.

Si partirà nel pomeriggio di venerdì 14 con una cerimonia ad invito presso il Teatro Regio alla presenza delle istituzioni nazionali, regionali e locali, che vedrà la presentazione del volume La cultura batte il tempo. Il progetto di Parma Capitale Italiana 2020+21 edito da Electa. L’incontro sarà l’occasione per un dialogo e confronto fra Parma e i Sindaci e i rappresentanti delle prossime Capitali italiane della Cultura (Procida, Bergamo, Brescia).

A partire dalla sera di venerdì 14 e per tutto il week end, dall’imbrunire, i cittadini potranno ammirare, semplicemente passeggiando in Piazza Garibaldiun’installazione luminosa che ripercorrerà, grazie alle illustrazioni di Francesco Ciccolella e ad alcune delle immagini più significative di questi anni, l’avventura di Parma Capitale della Cultura. Sempre venerdì, alle 18.30, sarà aperto lo spazio di Galleria San Ludovico con un progetto multimediale dedicato agli anni Parma 2020+21, realizzato dal Comitato Parma 2020 con il sostegno di ENEL.

Sabato 15 sarà il momento dei volontari di Parma 2020+21 con una speciale premiazione alla Casa della Musica per dire grazie a chi si è messo in gioco dedicando il proprio tempo per promuovere e valorizzare la conoscenza del patrimonio culturale della nostra città.

Sabato alle ore 17.30, presso l’Auditorium “Mattioli” di Palazzo del Governatore, Alberto Nodolini presenterà al pubblico il volume da lui curato Parma Regio Teatro del mondo: una preziosissima strenna, riccamente illustrata da suggestive immagini che raccontano la lunga e affascinante storia del Teatro Regio.

Sabato 15 e domenica 16 gennaio in programma tante aperture speciali di suggestivi luoghi del patrimonio culturale cittadino e di mostre e musei ad ingresso gratuito o agevolato.

Tra i luoghi eccezionalmente aperti gratuitamente: la Camera di San Paolo, la mostra Opera. Il palcoscenico della società a Palazzo del Governatore e l’esposizione AMEDEO BOCCHI. L’arte dell’eleganza. Le donne, lo stile, la moda all’APE Museo, a questi si aggiungono l’apertura straordinaria del Giardino della Cavallerizza del Complesso della Pilotta, dell’Antica Farmacia di San Filippo Neri e dell’Oratorio di san Tiburzio.

Numerosi i luoghi aperti con visite guidate gratuite, tra questi: il Complesso di San Paolo recentemente restaurato, il Teatro Regio, la Chiesa di San Francesco del Prato con i primi due affreschi riportati alla luce – San Giacomo Maggiore e San Francesco d’Assisi -, il Museo d’arte cinese ed etnografico che ospita la mostra “The Homo Sapiens” del fotografo Arturo Delle Donne e Palazzo Pigorini con la mostra Franco Maria Ricci. I segni dell’uomo.

In programma anche visite guidate con biglietto agevolato a Palazzo Marchi e al Museo dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

Al Complesso del San Paolo, nel pomeriggio di sabato, la Biblioteca Guanda organizza “Un barattolo di stelle”, letture dedicate ai bambini dai 5 anni.

Ad attendere i visitatori anche altre mostre e musei con aperture speciali: la mostra Antelami a Parma – il lavoro dell’uomo, il tempo della terranel Battistero e Museo Diocesano; la Nuova sezione del Museo Archeologico Nazionale con la Sala ceramiche e le sale che ospitano la collezione egizia; la mostra ospitata alle Scuderie Ducali “Un splendor mi squarciò ’l velo. Dante illustrato: dal codice 3285 a Scaramuzza”; l’installazione “Polifonia Intermediale” di suoni, parole e immagini ideata da Martino Traversa e realizzata da Fondazione Prometeo nello spazio del Teatro Farnese; l’installazione site-specific “The House of the Farmer” dell’artista inglese Mike Nelson a Palazzo dell’Agricoltore; “Violetta di Parma – Dal Mito al Cavalier Borsari” a cura di Associazione Parma Color Viola alla Guardiola del Giardino Ducale; la mostra “VOI SIETE QUI. City Branding: lo scenario italiano e i progetti di Edenspiekermann per Amsterdam, Santa Monica e Parma” allo CSAC – Abbazia di Valserena e alla Galleria di San Ludovico proiezione di video e docufilm Sky Arte dedicati a Parma 2020+21, un progetto realizzato dal Comitato Parma 2020 con il sostegno di ENEL.

Il programma completo delle aperture dei luoghi della cultura è consultabile su: www.parma2021.it   www.comune.parma.it/cultura

Tutte le aperture e le visite saranno organizzate nel rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza vigenti.

L’iniziativa è realizzata dal Comune di Parma in collaborazione con il Comitato Parma 2020.

In collaborazione con: ASP Ad Personam, Associazione ArcheoVea, Associazione Parma Color Viola, Comitato per San Francesco del Prato, Complesso Monumentale della Pilotta, CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, Diocesi di Parma, Fabbriceria della Basilica Cattedrale di Parma, Fondazione Monteparma, Fondazione Prometeo, Fondazione Teatro Regio di Parma, Immobiliare Beneficium Srl, Museo d’arte cinese ed etnografico e Ordine Costantiniano.

Si ringraziano i volontari di Parma 2020 + 21.

Info generali e supporto alle prenotazioni:

0521/218297 0521/218252 (venerdì 14 gennaio nei seguenti orari: 10-13 e 14-17)