The Whalebone Arch. l’8 settembre a Faenza

24

FAENZA (RA) – Il binomio arte e suono è il tema dell’ultimo appuntamento della rassegna musicale “In Tempo” nell’ambito della XX edizione di Emilia Romagna Festival, che avrà luogo in prima assoluta martedì 8 settembre (ore 21) al Museo Carlo Zauli di Faenza (via Croce 6 ), durante il Ceramic Performance Festival.

Whalebone Arch. Intrecci fra musica e terra è il titolo della serata performativa e musicale durante la quale l’opera dell’artista Claudia Losi, fra immaginari fantastici, racconti mitici, divulgazione scientifica e narrazione dell’umano, sarà accompagnata da effetti sonori a cura del maestro Donato D’Antonio.

Whalebone Arch è un’opera vincitrice del bando Exhibit Program della direzione generale creatività contemporanea del Mibact e si pone come ultimo capitolo fisico del più ampio progetto “Balena Project”, nato nel 2004, che ha assunto molteplici forme: due grandi sculture – forme semi-realistiche di mascelle di balenottera. Il lavoro dell’artista Claudia Losi infatti parte dall’osservazione teorico-pratica dell’ambiente, naturale e antropizzato. La bussola che dirige la sua attenzione proviene dalle scienze naturali e umanistiche, dall’indagare la relazione profonda tra narrazione collettiva e immaginario nell’umano. Opera con diversi media come installazioni site-specific e performance, scultura, fotografia, video e opere tessili e su carta. Tra le sue mostre personali recenti ricordiamo: Ossi, MAMBo, Bologna (2020); Being There, Ikon Gallery, Birmingham (2019); Voce a vento, Associazione Jazzi, Monte Bulgheria, Salerno; Dove sei? Dove abiti? installazione permanente, Scuola dell’Infanzia di Via Savona, Milano (2018).

L’evento è realizzato nell’ambito di Emilia Romagna Festival in collaborazione con il Ceramic Performance Festival e il Festival Ossessioni 2020.

Accesso consentito ad un massimo di 30 persone con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
museocarlozauli@gmail.com +39 333 8511042
INGRESSO GRATUITO CON OFFERTA LIBERA VOLONTARIA.

In collaborazione con
IN TEMPO 2020
Scuola di Musica G.Sarti
Museo Carlo Zauli

Ingresso
Ingresso a offerta libera a favore delle attività della Scuola di Musica Sarti
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA museocarlozauli@gmail.com +39 333 8511042

Curriculum artista
Donato D’Antonio chitarrista eclettico, ha eseguito concerti come solista e con formazioni cameristiche stabili, in sale da concerto e teatri in tutta Europa, USA, Giappone, Sud America, Canada, Estremo Oriente e Nord Africa, in occasione di festival, eseguendo prime assolute in rassegne di musica contemporanea e importanti stagioni concertistiche. È componente delle formazioni Open Quartet, Tango Tres e Grupo Candombe, si esibisce stabilmente in duo con il violinista Roberto Noferini, il flautista Vanni Montanari, i chitarristi TiiT Peterson e Marko Feri, ha avuto occasione di collaborare con molti musicisti fra i quali la virtuosa americana Sharon Isbin, il chitarrista Brasiliano Gustavo Costa e il flautista Massimo Mercelli. Collabora regolarmente con molti compositori contemporanei fra i quali: René Eespere, Shafer Mahoney, Aurelio Samorì, Azio Corghi, Franco Cavallone, Albino Varotti, Pierluigi Telli, Massimo Piva, Andreina Costantini, Giuseppe Cangini, Gian Paolo Luppi, Marco Biscarini, Paolo Geminiani, Daniele Furlati, Rossella Spinosa, Gianluca Baldi, Rubens Russomano Ricciardi, Martin Queralto, Hidehiko Hinohara, Fausto Razzi, Giorgio Colombo Taccani, Mauro Montalbetti. Ha più volte eseguito per Rai Radio tre prime esecuzioni e ha pubblicato Cd per le etichette Mobydick, ERP, Borgatti, Materiali Sonori, RMN music, Tactus. Ha avuto occasione di collaborare in reading e piece teatrali con scrittori, attori e performer fra cui il compianto Roberto Freak Antoni.
Svolge attività didattica presso il liceo Musicale Statale Canova di Forlì. È co-fondatore di Diatonia con cui si occupa dal 1996 di progetti legati all’arte contemporanea, Curatore musicale del Museo Carlo Zauli e Coordinatore artistico e didattico della Scuola Comunale G. Sarti di Faenza.

Sul sito di Emilia Romagna Festival www.erfestival.org sono disponibili le informazioni per la prenotazione dei biglietti insieme a tutte le modalità di svolgimento e di accesso agli eventi, nel rispetto dei dispositivi essenziali a garantirne la sicurezza.
Per i concerti a pagamento è vivamente consigliato l’acquisto dei biglietti in prevendita online sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita Vivaticket.
Per i concerti a ingresso gratuito è vivamente consigliata la prenotazione a ERF 0542 25747.

XX EMILIA ROMAGNA FESTIVAL
26 luglio – 10 settembre 2020

The Whalebone Arch.
intrecci fra musiche e terra: installazione sonora
di Claudia Losi

Prima Assoluta per il Ceramic Performance Festival

Martedì 8 settembre – ore 21.00
FAENZA Museo Carlo Zauli

WWW.EMILIAROMAGNAFESTIVAL.IT