Tenda: lettura e poesia performativa

6
Al via la nuova stagione della Tenda, i rappresentanti delle associazioni

Presentazioni di giovani autori, “poetry slam” e reading musicati su calcio e noir

MODENA – Continua l’attenzione della Tenda per la lettura e la poesia performativa. Tornano in presenza gli incontri de “L’Asino che Vola”, l’associazione che durante lo scorso inverno ha resistito al lockdown proseguendo la propria attività in streaming: gli appuntamenti sono dedicati a giovani scrittori e case editrici indipendenti e i primi già in calendario sono “Per Mia Colpa” di Piergiorgio Pulixi (3 novembre) e “La Terrazza Su Berrechid” di Sara Faieta (26 novembre).

Riparte anche l’attività dei Modena City Rimers, il collettivo nato nel 2017 (composto da Cecilia Baraldi, Andrea Garganese, Francesco Malavasi, Giulia Fancinelli, Francesca Paolucci, Fabrizio Tagliaferri, Samuele Tosi, Francesco Tremazzi, Angelo Valente) che cerca di riportare la poesia in città nella sua forma più attuale con un contest di “poetry slam” intitolato “Tòla Dòlza”, una gara di poesia performativa tra i migliori poeti d’Italia che si sfidano a colpi di versi scritti di proprio pugno, senza oggetti di scena o accompagnamento musicale, solo un microfono. Il torneo “Tòla Dòlza” sarà affiliato Lips, per cui il vincitore diverrà finalista regionale.

Reading e musica saranno invece gli ingredienti degli appuntamenti curati da Mo’ Better Football e da Collettivo Squilibri: il primo dedicato al calcio proporrà un primo incontro intitolato “La Malinconia di Zidane” (sabato 30 ottobre), i secondi torneranno a gennaio con la rassegna “Il Noir tra le righe”, con cui affronteranno i testi di autori come Raymond Chandler, James M. Cain, Georges Simenon.