“Storia & Storie”: con Silvia Ronchey “alla ricerca del sacro perduto”

63

Domenica 29 aprile, ore 17, presentazione del libro nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana

biblioteca malatesianaCESENA – Domenica 29 aprile alle 17.00 nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana sarà ospite Silvia Ronchey a presentare il suo libro “La cattedrale sommersa. Alla ricerca del sacro perduto” (Rizzoli, 2017).

L’appuntamento fa parte della rassegna “Storia & Storie” curata dal Comitato Scientifico della Biblioteca Malatestiana per intercettare gli esiti editoriali più interessanti della produzione storica recente

Prendendo le mosse dal suo saggio – ricco di riferimenti che spaziano dal Cantico dei Cantici ai mistici islamici, dalle icone a Andy Wharol – Silvia Ronchey accompagnerà il pubblico in un viaggio avventuroso alla ricerca del sacro perduto, aiutando a capire la molteplicità di elementi che convivono nella cultura e nel mondo attuali e rivelando legami a volte insospettabili. Così, ad esempio, potremo scoprire da quali antichissime simbologie proviene la mezzaluna divenuta emblema dell’Islam, oppure in che modo il paganesimo si è ibridato con il cristianesimo, o quali aspetti della predicazione di Cristo si sono innestate nelle dottrine dell’antico oriente, e addirittura quanto c’è di vero nel Trono di spade. In altre parole: quanto passato c’è nel nostro presente e quanto oriente c’è nel nostro occidente.

Il testo di Ronchey distrugge i muri, i pregiudizi e le leggende che separano nettamente occidente e oriente e cristianesimo, islam ed ebraismo, offrendo una visione laica e disincantata, ma molto raffinata, sul mondo delle religioni e della spiritualità.

Silvia Ronchey

Figlia della scrittrice Vittoria Aliberti e del giornalista, scrittore ed ex-ministro dei Beni Culturali Alberto Ronchey, Silvia Ronchey è una storica bizantinista. Ha insegnato all’Università di Siena e insegna attualmente presso l’Università Roma Tre, dove è docente di Filologia classica e tardoantica e di civiltà bizantina. Dal 1989 collabora con diversi giornali italiani, come «La Stampa» e al suo supplemento culturale «Tuttolibri», è stata autrice e conduttrice di programmi televisivi e radiofonici e ha realizzato interviste a testimoni del secolo quali Ernst Jünger, Claude Lévi-Strauss, Elémire Zolla, Jean-Pierre Vernant, James Hillman. Oltre ai numerosi saggi specialistici in pubblicazioni scientifiche, ha scritto saggi di ampia diffusione, tradotti in più lingue, come “L’enigma di Piero” (Rizzoli), “Il guscio della tartaruga” (Nottetempo 2009), “Il romanzo di Costantinopoli” (con Tommaso Braccini, Einaudi 2010), “Ipazia. La vera storia” (Rizzoli), “Storia di Barlaam e Ioasaf. La vita bizantina del Buddha” (Einaudi 2012) e “La cattedrale sommersa” (Rizzoli 2017).