Statale 16, entrano nel vivo i lavori

34

Venerdì 11 marzo incontro pubblico con la cittadinanza (ore 21) presso la scuola Villaggio I Maggio

palazzo del municipio RiminiRIMINI – Completate le attività della fase preliminare dell’avvio dei cantieri, iniziate lo scorso settembre, entra ora nel vivo il crono programma dei lavori per il definitivo superamento dei ‘buchi neri’ della Statale 16 attraverso sei importanti interventi che consentiranno di ricucire la storica frattura del territorio, compattando la città a mare e a monte dell’Adriatica.

Una cantierizzazione attesa da anni e pianificata e studiata nel dettaglio per consentire in ogni momento il minor intralcio possibile alla mobilità.

La data tanto attesa è il 17 marzo, subito dopo la conclusione del Sigep, quando i lavori andranno a coinvolgere anche la viabilità della Statale 16 nella prima zona di intervento, quella di intersezione con le vie Montescudo e Coriano.

Per illustrare le fasi dei cantieri, le tempistiche e l’impatto sulla viabilità, l’amministrazione comunale ha organizzato un incontro pubblico, aperto alla cittadinanza, venerdì 11 marzo alle ore 21 presso la sala mensa della scuola Villaggio Primo Maggio, al quale saranno presenti il Sindaco Jamil Sadegholvaad, l’assessora alla mobilità Roberta Frisoni, l’assessore ai lavori pubblici Mattia Morolli, i responsabili di Autostrade per l’Italia e il dirigente infrastrutture e qualita’ ambientale Alberto Dellavalle.

Terminata la fase propedeutica con l’installazione del campo base operativo nell’area verde a monte della Strada Statale 16, in corrispondenza dell’intersezione con la Consolare Rimini-San Marino, la ditta appaltatrice, dopo aver completato le bonifiche e impostato la parte esterna della rotatoria (quelle ‘non a strada’), oltre ad aver portato tutti i materiali necessari per la logistica, si concentrerà ora sulla realizzazione del sottopasso ciclopedonale tra la Ss16 e via Coriano, infrastruttura che consentirà a chi si sposta in bici o a piedi di attraversare la linea della Statale in piena sicurezza e senza tempi di attesa. Per garantire il transito dei flussi di traffico, Autostrade per l’Italia, come condiviso nel tavolo tecnico organizzato dalla Prefettura, dal 17 marzo entrerà in funzione il bypass, ossia una deviazione laterale della strada, per chi proviene da Riccione in direzione Ravenna, che sarà operativo almeno fino a metà maggio, e verrà attivata la viabilità alternativa in direzione Riccione, che sulla Strada Statale verrà interdetta. Altra modifica importante è la istituzione del senso unico sulla Via Coriano nel tratto dalla SS16 alla Via Rodriguez.

Il cantiere, in capo alla ditta appaltatrice CBR, proseguirà parallelamente ai lavori in corso per la realizzazione della rotatoria in corrispondenza di via Montescudo, altro snodo cruciale della viabilità di penetrazione verso il centro della città. La conclusione delle opere, già avviate a inizio anno, è prevista per il mese di dicembre.

Il piano della viabilità temporanea di questa prima fase dei cantieri prevede:

Gli automobilisti che percorrono la strada statale 16, con direzione di marcia Ravenna/Ancona, giunti allo svincolo con la via Montescudo, potranno svoltare a sinistra in via Flaminia Conca, o svoltare a destra in via Montescudo, o proseguire in via Coriano.

Coloro che sono diretti in direzione Riccione proseguiranno in via Coriano, impegneranno la rotatoria per proseguire in via Edelweiss Rodriguez Senior per poi impegnare lo svincolo in uscita sulla strada statale 16 e proseguire verso Riccione sulla SS16.

Gli automobilisti che percorrono la strada statale 16, con direzione di marcia Ancona/Ravenna potranno proseguire dritto impegnando la bretella appositamente creata per consentire il passaggio dei veicoli.

L’intersezione tra SS16/Via Coriano/Montescudo/Flaminia Conca sarà sempre regolata da impianto semaforico.

L’accesso al Colosseo avverrà percorrendo la via Coriano da mare, pertanto per chi proviene da monte si suggerisce di percorre la Via Montescudo in direzione mare e di riportarsi sulla Via Coriano prima dell’intersezione con la Statale 16.

Per i ciclisti si suggerisce il seguente percorso di attraversamento della SS16 per chi proviene da monte lungo la pista ciclabile di Via Coriano: riportarsi su Via Montescudo in corrispondenza dell’intersezione con Via Metauro e percorre Via Montescudo; l’attraversamento ciclabile e pedonale alla SS16 sarà semaforizzato in sovrapposizione all’attraversamento veicolare

Verrà modificato lo spartitraffico della Via Coriano in corrispondenza della rotatoria della Rodriguez per permettere l’ingresso in rotatoria con due corsie.

Questa prima fase dei lavori e di modifica della viabilità nella intersezione di Via Montescudo prevede la posa degli scatolari del sottopasso e durerà circa 2 mesi. Successivamente si ripristineranno tutte le svolte del semaforo per procedere al completamento del sottopasso. Una volta ultimato il sottopasso e reso fruibile si eliminerà il semaforo attivando la nuova rotatoria.

Gli interventi fanno parte dell’ampio programma di opere complementari a favore del territorio che Autostrade per l’Italia sta portando avanti per la realizzazione della terza corsia dell’A14, nel tratto che interessa i comuni di Rimini, Riccione, Coriano e Misano Adriatico. Per il territorio comune di Rimini sono previsti 6 dei 9 interventi totali, per un investimento di circa 10 milioni di euro: due rotatorie – con via Montescudo e la SS72 San Marino – cinque sottopassi ciclopedonali – via Coriano, via della Fiera, via Covignano – e un percorso ciclabile che renderanno più scorrevole e sicuro il transito veicolare e della mobilità sostenibile, con vantaggi dunque sua per il miglioramento del traffico sia per l’impatto sulla qualità dell’aria.