Startup4Culture

21

A Rimini la finale della call per startup in ambito culturale lanciata dal WMF e il Ministero della Cultura

RIMINI – È online la call Startup4Culture, la competizione  nata dal WMF – Il più grande Festival sull’Innovazione Digitale e Sociale, con la collaborazione della Digital Library del Ministero della Cultura (MiC), per favorire la sinergia tra il comparto culturale e quello tecnologico del Paese, così come fra il comparto pubblico e l’imprenditoria privata.

La call nasce con l’intento di individuare e supportare progetti innovativi che uniscano il settore culturale con quello digitale, per scoprire startup e imprese con idee innovative e progetti tecnologici e digitali in grado di valorizzare il patrimonio storico-culturale italiano. L’obiettivo infatti di WMF e Digital Library – dalla condivisione di idee nata già lo scorso anno  con la partecipazione del MiC al WMF2021 –  è quello di innovare il comparto culturale e creativo italiano grazie agli strumenti della digitalizzazione.

Possono partecipare tutte le startup con un progetto innovativo in grado di rispondere alle sfide dell’implementazione tecnologica nel settore culturale, con lo scopo di facilitare l’accesso e la fruizione dell’enorme patrimonio storico, artistico e culturale del Paese.

La call si chiude il 12 maggio 2022. Per candidarsi è necessario iscriversi tramite il form presente alla pagina.

La fase finale della Startup4Culture sarà ospitata durante il WMF2022  all’interno del World Startup Fest, una manifestazione dedicata a startup e scaleup da tutto il mondo che si svolge all’interno del WMF dal 16 al 18 giugno. In questo contesto, in un’area tematica della fiera di Rimini denominata Startup District, vi sarà lo Startup Stage con i pitch di 36 startup innovative selezionate da tutto il mondo, Scaleup for Future, iniziativa dedicata al mondo scaleup italiano e internazionale e numerosi incontri B2B con investors, corporate e rappresentanti internazionali. Da segnalare anche lo Startup Weekend, una maratona di 54 ore promossa da Techstars che coinvolgerà 80 aspiranti imprenditori nella co-progettazione di risposte concrete alle innovation needs delle comunità territoriali. Sul Mainstage inoltre si terrà la finale della Startup Competition più grande d’Italia.

La fase finale della call Startup4Culture

Il team del WMF, insieme al MiC e alla Digital Library, selezionerà le finaliste – tra le proposte pervenute – che saranno annunciate il 30 maggio. Queste si sfideranno durante l’edizione 2022 del Festival – dal 16 al 18 giugno alla Fiera di Rimini tramite una pitch competition, e online sulla piattaforma ibrida.io

Cosmano Lombardo, CEO di Search On Media Group e ideatore del WMF: “La cultura è uno dei pilastri della nostra società e del nostro Paese. Siamo felici di poter lavorare con il Ministero della Cultura e la Digital Library per sostenere le imprese che lavorano nel comparto cultura e che possano valorizzare ulteriormente l’immenso patrimonio storico, artistico e culturale italiano. Siamo contenti di poter favorire, insieme, la nascita di nuove imprese culturali”

Laura Moro, Direttrice della Digital Library del MiC: “Per il secondo anno abbiamo scelto di partecipare a We make Future nella consapevolezza che oggi sia indispensabile stabilire delle connessioni con le realtà imprenditoriali legate all’innovazione. In questa edizione, quindi, abbiamo anche deciso di co-organizzare una startup competition verticale che ci aiuti a conoscere le migliori giovani imprese che hanno idee e progetti per affrontare le sfide digitali poste dal PNRR sui temi della gestione e valorizzazione del patrimonio culturale”

Tutte le startup finaliste avranno l’opportunità di far conoscere il proprio progetto innovativo e culturale alla platea del festival e di essere valutate dalla Digital Library del MiC, oltre che dai maggiori player del settore digitale, da investitori, incubatori e corporate. Le finaliste inoltre potranno partecipare a panel dedicati e organizzati in collaborazione con il Ministero della Cultura, accedere allo Startup District, l’area espositiva dedicata a startup da tutto il mondo, e vincere il premio di 5.000€ in servizi di consulenza messo in palio da Search On Media Group, azienda organizzatrice del Festival.

Link Utili

  • Startup 4 Culture
  • World Startup Fest

WMF – Il più grande Festival sull’Innovazione

Il 16, 17 e 18 giugno torna l’appuntamento con la Fiera Internazionale dedicata al mondo dell’innovazione: il WMF2022, in programma presso la fiera di Rimini, riunirà nuovamente professionisti, aziende player di settore, startup, università, ONP e istituzioni per una tre giorni interamente dedicata all’innovazione digitale e sociale. Con oltre 24.000 partecipanti nel 2021, 100 eventi in 3 giorni, più di 600 speaker da tutto il  mondo e oltre 500 tra espositori e sponsor in un’Area Espositiva che ha accolto anche Ministeri, Regioni, Comuni, Enti pubblici e più di 700  startup e investitori: il WMF – ideato e prodotto da Search On Media Group – è il più grande Festival sull’Innovazione Digitale e Sociale.

Search On Media Group

Dal 2004 l’azienda ha l’obiettivo di diffondere la cultura digitale gestendo community, supportando attività di condivisione e  svolgendo consulenza strategica e operativa, con il reparto Search On Consulting, nel settore del Digital Marketing e della Digital Transformation per grandi aziende. Dall’esperienza e dalla professionalità di Search On Media Group nascono poi la Business Unit Education – che organizza il WMF e altri eventi formativi – e la piattaforma ibrida.io – che gestisce eventi online, ibridi e offline, in modo personalizzabile e flessibile.

Digital Library – Ministero della Cultura

La Digital Library nasce nel dicembre 2019 con l’obiettivo di coordinare e promuovere i programmi di digitalizzazione del patrimonio culturale del Ministero della Cultura.

Ha il compito di elaborare il Piano nazionale di digitalizzazione del patrimonio culturale e di curarne l’attuazione; realizza censimenti sullo stato della digitalizzazione ed esprime un parere obbligatorio e vincolante su ogni iniziativa del Ministero in materia; fornisce supporto agli uffici del Ministero e redige accordi tipo per la realizzazione di progetti di digitalizzazione del patrimonio culturale, anche in collaborazione con altri enti pubblici o privati.

Gli obiettivi della Digital Library derivano dai suoi compiti istituzionali e si intrecciano con quanto previsto nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) relativamente alla misura 1.1 “Strategie e piattaforme digitali per il patrimonio culturale”.