Spettacoli dal vivo prodotti in Emilia-Romagna, un sostegno regionale per portare le rappresentazioni all’estero

27

Bando di Ater Fondazione per attivare collaborazioni con gli operatori culturali. Disponibili 145 mila euro per il 2022, domande dal 1 al 28 febbraio

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Favorire la circuitazione internazionale, sostenendo le rappresentazioni all’estero degli spettacoli prodotti in Emilia-Romagna attraverso partnership con gli operatori dello spettacolo dal vivo, cui si offre anche una consulenza amministrativa, tecnica e logistica. Ater Fondazione ha inserito nel programma di attività per il 2022 l’obiettivo di incrementare l’esportazione di spettacoli prodotti in Emilia-Romagna.

Un bando, aperto dall’1 al 28 febbraio 2022, realizzato in coerenza con i programmi della Regione, individuerà i progetti garantendo assistenza e assumendosi parte dei costi di mobilità internazionale, come le spese di viaggio e trasporto di persone e materiali.

Le risorse disponibili per l’anno 2022 ammontano complessivamente a 145.000 euro.

I progetti devono riguardare la rappresentazione a livello internazionale di spettacoli dal vivo prodotti da operatori con sede legale o operativa in Emilia-Romagna presso teatri e spazi culturali situati fuori dai confini nazionali, in contesti internazionali riconosciuti, anche in collaborazione con la rete mondiale delle rappresentanze diplomatiche e con istituzioni e agenzie culturali nei diversi Paesi.
Il periodo di svolgimento dei progetti dovrà essere compreso tra il 15 marzo e il 31 dicembre 2022.

Potranno presentare proposte ed essere stipulati accordi con soggetti dotati di personalità giuridica formalmente costituiti (associazioni, fondazioni, cooperative, imprese) e la cui finalità istituzionale principale sia quella di produrre e promuovere spettacoli dal vivo.

Per essere ammissibile a un partenariato, il progetto dovrà avere una lettera di invito da parte del soggetto estero ospitante. Ogni proponente potrà presentare sino a un massimo di tre differenti progetti, che saranno valutati distintamente.

Come proporre i progetti
L’invito integrale a candidare progetti e tutta la modulistica necessaria sono pubblicati sul sito di Ater Fondazione. Saranno ritenute valide solo le proposte inviate in formato pdf da una casella di Posta elettronica certificata (Pec) in un’unica mail ai seguenti indirizzi: selezioni.ater@pcert.it e progetti.internazionali@ater.emr.it, dal 1 al 28 febbraio 2022 (entro le ore 23.59).

Ater Fondazione svolge inoltre un’attività di sportello destinato a tutti gli operatori culturali dell’Emilia-Romagna, allo scopo di offrire informazioni, assistenza e consulenza su diversi aspetti delle trasferte internazionali e della loro preparazione. In particolare, sarà possibile rivolgere quesiti di natura produttiva, amministrativa, tecnica, logistica e comunicativa scrivendo a progetti.internazionali@ater.emr.it.