“Sonda Night”, sul palco ai Giardini talenti tra funk e rock

Venerdì 23 agosto alle 21 quattro band dal progetto del Centro Musica. Ingresso libero

MODENA – Un palco e un pubblico per giovani musicisti e band targati Emilia-Romagna. È uno degli obiettivi di Sonda (http://sonda.comune.modena.it), progetto della Regione e del Centro Musica del Comune di Modena, che ne ha la titolarità, per sostenere e guidare i musicisti emiliano-romagnoli. Un obiettivo che si concretizza anche in un evento speciale del “Sonda Tour”, ovvero la “Sonda Night”, concerto live a ingresso gratuito che si svolge venerdì 23 agosto dalle 21 ai Giardini Ducali di Modena in corso Canalgrande, tra gli alberi del parco storico del centro.

Sul palco a fianco della Palazzina dei Giardini suonano quattro degli aderenti al Progetto Sonda: Natan Rondelli, compositore e musicista art rock che vola in Internet; i Particles, cinque modenesi alternative rock; gli Hence, indie/alternative band da Reggio Emilia, e i Track Chase, sei giovanissimi del Modenese, che hanno deciso di interpretare e rievocare, dicono di sé, “quel genere d’altri tempi e dai contorni sfumati chiamato funk”.

Lo spettacolo “Sonda Night” si svolge nei Giardini d’Estate, rassegna a cura di Studio’s, nell’ambito dell’Estate modenese organizzata dal Comune, con sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena ed Hera (main sponsor dei Giardini).

Il concerto di venerdì 23 costituisce così un’altra tessera del “mosaico culturale” della rassegna estiva, con celebrità nazionali e internazionali, senza trascurare le espressioni artistiche di qualità radicate e cresciute nel territorio.

Tutti i protagonisti ai Giardini hanno una loro pagina su Facebook, sui principali social network e su siti specializzati dell’ambito musicale.

“Il primo disco che ho interamente composto, arrangiato e suonato insieme alla mia band è ‘In a soundless land’ del 2011 – dice di sé Natan Rondelli – e il mio obiettivo è scrivere brani con strutture complesse ma orecchiabili, costruiti su armonie e melodie lunghe, in forme assolutamente libere e sempre diverse. Ho scelto un’interazione ravvicinata con chi mi ascolta e questo mi ha portato ad avere su internet un piccolo pubblico da tutto il mondo, con cui mi tengo in contatto quasi personale. Per me è fondamentale perché mi permette di arrivare ovunque e rendere il mio progetto già più internazionale”.

I Particles sono Silvia Costanzini, Voice; Riccardo Siena, Guitar; Lorenzo Oliveto, Guitar; Marco Vezzali, Bass; Riccardo Sbardellati, Drums. All’indiscutibile talento musicale aggiungono una cura particolare ed efficace per l’immagine, pubblicando foto e video di ottima qualità.

Hence è un progetto che nasce nelle campagne di Reggio Emilia. Il primo disco, presentato a settembre 2018, con l’etichetta torinese Volcano Records & Promotion, è stato anticipato dal singolo “From A Star To Another One”, uscito per Blank TV. L’omonimo “hence” è un Ep di 25 minuti ispirato da molteplici influenze musicali, che coniuga melodie pop a suoni più ricercati provenienti dal post rock, dall’indie, dall’elettronica e dall’alternative rock più attuale.

I Track Chase hanno pubblicato il primo EP “Through the Age”, sinergia di sfumature musicali, che ruota tutto intorno al funk, capace di trascinare sulla pista da ballo, affermano, una Venere di Milo con nuovo taglio di capelli “afro”, così come è raffigurata nella copertina del loro disco. Dalle influenze musicali dei membri, “scaturisce – si legge nella loro scheda di presentazione – un suono vivo e multiforme, uno stile che vede la semplicità e l’immediatezza tipiche del funk arricchite dall’espressività e dalla ricercatezza che vengono dall’esperienza di Conservatorio di alcuni di loro”.

Il programma dell’Estate modenese è online (www.comune.modena.it/estate2019).