Smart&Co, tra ambiente ed economia locale

4

Da settembre avvio dei corsi su innovazione e digitalizzazione rivolti alle aziende del territorio Valle Savio

CESENA – Da lunedì 20 a mercoledì 22 settembre si terranno i primi incontri relativi ai rispettivi tavoli di co-progettazione promossi dall’Unione dei Comuni Valle del Savio nell’ambito del progetto “Smart&Eco”, che mira a sostenere una ripresa resiliente dell’economia locale attraverso l’innovazione e la digitalizzazione, intercettando le priorità dell’ambiente.

Le aziende interessate potranno prendere parte ai seguenti tavoli: la formazione digitale sui servizi e sulle piattaforme abilitanti offerte dalla Pubblica Amministrazione come leva alla riduzione degli spostamenti, rivolto ad aziende che operano sul mercato in ambito di formazione, innovazione e educazione digitale, comunicazione; modello di coworking integrato dell’Unione Valle del Savio, rivolto ad aziende che operano sul mercato in ambito di piattaforme di comunicazione IT, strumenti innovativi per smart working e coworking; la sensibilizzazione ambientale di cittadini e imprese grazie alle tecnologie IOT, rivolto ad aziende che operano nel mercato in ambito di Networking, Sensoristica e IOT, Smart City, monitoraggio ambientale, comunicazione digitale.

Smart&Eco è un percorso di co-progettazione avviato dopo l’approvazione dell’Agenda Digitale, che coinvolge attori locali, per la definizione di azioni concrete da attuare nel medio breve periodo. Il perimetro della co-progettazione è definito da tre elementi: il Green City Accord, nuova iniziativa europea a cui ha aderito il Comune di Cesena, che rappresenta un impegno politico a definire ed attuare strategie di miglioramento in 5 ambiti ambientali (complementari a quelli del Patto dei Sindaci); l’Agenda Digitale dell’Unione Valle Savio e l’Agenda Digitale della Regione Emilia-Romagna.

L’obiettivo di Smart&Eco è quello di arrivare ad un pacchetto di azioni ed interventi fattibili nel breve medio periodo che coinvolgano attivamente il maggior numero possibile di attori qualificati sia pubblici che privati. Per sfruttare le possibili sinergie e identificare gli ambiti di intervento in cui la digitalizzazione può supportare o facilitare il raggiungimento degli obiettivi ambientali, la progettazione è partita dalla compilazione di una matrice di correlazione utile ad individuare quei progetti ambientali in cui la digitalizzazione funziona da driver.

Per saperne di più e iscriversi ai tavoli: https://www.unionevallesavio.it/smart-eco.