“Sinestesia”: i segreti di un superpotere nel romanzo d’esordio di Giulia Baruffaldi

13

Martedì 14 novembre 2023 alle 17 presentazione libro in via Scienze e in diretta video su canale YouTube Archibiblio web

FERRARA – È ambientato in un futuro distopico il romanzo d’esordio di Giulia Baruffaldi “Sinestesia” che martedì 14 novembre 2023 alle 17 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17, Ferrara). Dialogheranno con l’autrice la giornalista Giorgia Mazzotti e Pier Luigi Guerrini, esperto di cinema e poesia, già bibliotecario della biblio-videoteca Vigor di Ferrara.
La presentazione potrà essere seguita anche in diretta video sul canale youtube Archibiblio web.

LA SCHEDA – Il titolo “Sinestesia” prende spunto dalla caratteristica del sistema cognitivo di un giovane musicista e produttore statunitense, Finneas O’Connell. Il suo sistema cognitivo è contraddistinto da sinestesia, che è un fenomeno neurologico per il quale una sensazione (per lui quella sonora) viene percepita come un altro senso (che per lui è l’associazione dei suoni ai colori).
Sulla base di questa caratteristica, l’autrice ha tratteggiato la personalità della protagonista, Cora Levy. È una giovane pittrice misconosciuta che riesce a vedere e a dare forma a ciò che sfugge alla maggior parte delle persone, che percepiscono in maniera distinta con occhi, naso, bocca, orecchie, dita.
Il romanzo d’esordio scorre tutto d’un fiato e conduce in un futuro distopico di una Città in guerra da oltre vent’anni. I giovani vengono reclutati dalla Regione e spediti oltre il Confine, da cui sempre più spesso non ritornano. La protagonista Cora ha scarsi punteggi nei test attitudinali e quella strana e apparentemente inutile vocazione a dipingere, usando colori che ai più appaiono insensati. La trama si dipana in maniera coinvolgente e apre le porte a una riflessione sulla società, la diversità, la scrittura, lo studio e il talento.

L’AUTRICE – Giulia Baruffaldi, classe 1990, è nata a Ferrara dove ha vissuto fino a vent’anni, quando si è trasferita a Bologna per studiare alla Facoltà di Ingegneria e dove tutt’ora vive e lavora. Ha sempre avuto la passione per la lettura, che ha poi coltivato durante gli anni del Liceo Roiti grazie a una professoressa di Lettere che – ricorda – “mi ha insegnato a leggere tra le righe e domandarmi cosa gli autori vogliano realmente comunicare”. Alla scrittura ha iniziato a dedicarsi “quando il mondo si è fermato con la pandemia, regalandoci, volenti o nolenti, tantissimo tempo libero”. La trama di “Sinestesia” nasce proprio in questo periodo di incertezza, durante il quale non era possibile nemmeno tornare nella città natale. La scrittura è diventata quindi il suo strumento di evasione, permettendole di scoprire il potere curativo e travolgente delle parole.

Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it

Link diretto al canale youtube Archibiblio web con le dirette e l’archivio delle registrazioni degli incontri: https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg