“Siamo tutti in viaggio”

5

Un ciclo di incontri promosso dalla Fondazione San Giuseppe per parlare di accoglienza, inclusione e allontanamento da casa. Primo appuntamento martedì 30 agosto

RIMINI – L’incontro con l’altro, diverso da noi, è uno dei temi a cui sarà dedicato il prossimo ciclo di incontri dal titolo “Siamo tutti in viaggio”, promosso dalla Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto materno e infantile a Rimini.

Una serie di appuntamenti per riflettere sul tema dell’accoglienza, dell’inclusione e dell’allontanamento da casa.

Il primo appuntamento è in programma martedì 30 agosto 2022: ad aprire il ciclo di appuntamenti la presentazione della Graphic Novel “Sassi e Fiori” realizzata da Lorenza Ghinelli, scrittrice e Mabel Morri, illustratrice. La Graphic Novel racconta le storie e le vite di sei giovani giunti a Rimini come Minori stranieri non accompagnati: sei storie e sei ideali pianeti sulle quali le autrici ci accompagnano per conoscere meglio il mondo di questi ragazzi, le loro paure e difficoltà ma anche le loro speranze per il futuro. A moderare questo primo incontro Paolo Guiducci, giornalista.

Si prosegue con il secondo evento venerdì 9 settembre 2022: Manuel Mussoni, educatore e insegnante, presidente diocesano dell’Azione Cattolica presenterà il suo secondo libro: “Le ferite che non volevo” (Itaca 2022), un romanzo dedicato agli adolescenti e con protagonisti proprio due giovanissimi, Alex e Matteo. Una storia che nasce da anni di frequentazione degli studenti da parte dell’autore, desideroso di ascoltarli e ricucire la frattura tra le generazioni. Moderatore di questa serata Guido Fontana, educatore e già presidente della Fondazione San Giuseppe.

Venerdì 16 settembre il tema del viaggio e dell’esodo sarà affrontato anche dal punto di vista biblico, grazie all’intervento di don Guido Benzi, docente di Sacra Scrittura all’Università Pontificia Salesiana di Roma e docente di Teologia Biblica all’Istituto Superiore di Scienze religiose A. Marvelli di Rimini. Accanto alle riflessioni proposte dal sacerdote riminese, sarà possibile ascoltare anche la testimonianza della famiglia Mancuso, Paolo e Mariagrazia, che hanno aperto le porte della loro casa e del loro cuore a Regina e Destiny, mamma e figlio provenienti dalla Nigeria. Modera la serata il direttore della Fondazione San Giuseppe, Marina Fabbri.

Ultimo appuntamento per venerdì 30 settembre con Alidad Shiri. Arrivato in Italia nel 2005, oggi vive a Bolzano, è laureato in Filosofia, è un giornalista e collabora con diverse organizzazioni umanitarie tra cui Unhcr. Presenterà  il suo ultimo libro: “Via dalla pazza guerra. Un ragazzo in fuga dall’Afghanistan” (Harper Collins 2021), che racconta il suo lungo viaggio e la sua storia. L’autore, per un po’di tempo, è stato accolto anche da una famiglia: per questo partner della serata sarà il progetto CondiViviamo, che a Rimini propone un progetto di accoglienza in famiglia rivolto proprio a giovani migranti.

Tutti gli eventi si svolgeranno nel cortile interno della Fondazione, a Palazzo Soleri, in Corso d’Augusto 241 a Rimini dalle 17.30 alle 19.30. Si prevede anche per ogni serata il firma-copie con gli autori e un piccolo aperitivo offerto ai presenti.

Da oltre 110 anni la Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto materno e infantile (già Istituto San Giuseppe e Ospedalino dei Bambini) opera nel territorio riminese nell’ambito sociale e sanitario con servizi educativi e assistenziali.

Una lunga storia di accoglienza e solidarietà che negli anni ha richiesto a questa storica istituzione di sapersi trasformare e adattare ai nuovi bisogni del territorio e della società.

Per informazioni sulle serate e per prenotazioni è possibile contattare Cristina Berardi all’indirizzo e-mail: progettazione@sangiuseppe.org

I quattro appuntamenti sono realizzati con il patrocinio del Comune di Rimini, media partner delle quattro serate Icaro Communication.