Si conclude questa sera a Borghi la rassegna Burattini e Figure

25

BORGHI (FC) – Ultimo appuntamento di BURATTINI E FIGURE, la rassegna curata dal Teatro del Drago che ha regalato risate e sorrisi a tutta la famiglia termina sabato 29 Agosto allo Stradone di Borghi nel campo sportivo con lo spettacolo “Pu-Pazzi d’amore” con il romagnolo Gianluca Palma marionettista, musicista, artigiano e attore della compagnia all’incirco.

Uno spettacolo Teatro d’attore di marionette a filo di musica e di allegria con coinvolgimento del pubblico che è stato presentato a diversi festival riscuotendo grande successo.

Storie di amori tragicomici, raccontate con l’innocenza e la leggerezza propria degli oggetti inanimati. Marionette, burattini e pupazzi si avventurano in quadri surreali, divertenti, grotteschi e, a tratti, poetici.

Tra fioriture e metamorfosi verso la consapevolezza che nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.

Cosa possiamo fare? Il segreto, forse, è non rincorrere le farfalle, ma curare il giardino perché loro vengano da noi.

Ingresso libero.

Burattini e Figure è una rassegna in rete estiva di teatro di Figura che coinvolge i comuni di: Bagnacavallo, Borghi Casola Valsenio, Forlì, Gambettola, Gatteo Mare, Longiano, Montiano, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone.

La direzione artistica di Burattini e Figure è a cura del Teatro del Drago/Famiglia d’arte Monticelli, ed è realizzata grazie al contributo di: amministrazioni dei comuni coinvolti, Regione Emilia-Romagna attraverso la L.R. 13/99, MIBACT Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (art. 13 comma 4), BURATTININRETE ER, e con il patrocinio di Unima Italia e ATF Associazione Teatri di Figura (AGIS/Italia Festival).

BORGHI – FRAZIONE STRADONE
CAMPO SPORTIVO
SABATO 29 AGOSTO ORE 21.00
GIANLUCA PALMA COMPAGNIA ALL’INCIRCO
“PU-PAZZI D’AMORE”
Per bambini dai 5 ai 95 anni
-ingresso libero fino ad esaurimento posti

Spettacolo di strada che fonde tecniche diverse del teatro di figura ,marionette a filo, burattini, pupazzi, scenografie meccaniche, per dar vita a scene surreali, divertenti, grottesche e, a tratti, poetiche