Seminario di Formazione “Turismo: come raccontare l’Appennino” inserito nelle iniziative del TOF

L’iscrizione può essere effettuata direttamente dalla piattaforma telematica

parma2020PARMA – Travel Outdoor Fest (www.traveloutdoorfest.it) prende forma in modo definitivo. Va completandosi, infatti, il quadro degli appuntamenti che caratterizzeranno la seconda edizione dell’unico appuntamento fieristico italiano B2C dedicato alle attività e al turismo in libertà.

L’appuntamento è fissato per la prossima settimana a Parma. Dal 15 (giorno dell’inaugurazione) al 17 Febbraio alle Fiere di Parma. Tra le tante iniziative in programma, una suscita particolare interesse perché consentirà di accumulare crediti formativi per la formazione professionale continua.

Nella prima delle tre mattine di Fiera, l’Ordine e la Fondazione Giornalisti dell’Emilia-Romagna in collaborazione con Forma Futuro, organizzeranno un Seminario di Formazione dal titolo “Turismo: come raccontare l’Appennino”. Dopo i saluti e l’introduzione di Antonio Boschi (giornalista Rai e segretario Odg Emilia-Romagna) la mattinata si svilupperà su questi argomenti

– Appennino: come raccontarlo ogni giorno, con la cucina e la tradizione gastronomica

Franco Brugnoli (giornalista “Gazzetta di Parma”)

– Professione GAE in Emilia-Romagna: un profilo professionale da comunicare

Emanuele Mazzadi (guida ambientale escursionistica)

– Il Cielo di Strela: case history di un’impresa agricola

Mario Marini (presidente Confagricoltura Parma e titolare azienda agrituristica)

– Fare un reportage giornalistico in sella a una E-Bike

Mauro Delgrosso (giornalista “Repubblica Parma”)

– Il modello vincente della Val Ceno: turismo, ambiente e nuovi orizzonti comunicativi

Andrea Pontremoli (amministratore delegato “Dallara Automobili”)

L’Appennino, meta attrattiva di un turismo verde e responsabile, è un crescendo di figure professionali nuove (la GAE – Guida Ambientale Escursionistica è un esempio, certamente non l’unico) in grado di dar vita a un modello turistico smart. L’Appennino è un luogo in cui, a dispetto della vulgata, si concentrano risorse umane che utilizzano con competenza la tecnologia, la quale, unita a luoghi unici, ricchi di storia e di particolarità, accorcia le distanze comunicative e apre nuovi scenari economici. Il Turismo 4.0 è un modello turistico connesso, di qualità e sostenibile a livello ambientale. Per aiutare questo modello a evolversi, però, lo storytelling non basta, occorre soprattutto una selezione documentata, competente e ragionata della notizia da parte del giornalista. Numero partecipanti previsti 80; al termine saranno registrati 4 crediti formativi

TOF, dunque, non sarà solamente turismo in libertà, esposizione delle novità del mondo del camper, trekking, walking, arrampicata, esposizione e test di biciclette ed attrezzature di golf, ma ci saranno anche molti momenti di confronto e studio. Uno di questi è quello dedicato ai giornalisti che si potranno iscrivere direttamente dalla piattaforma telematica https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

L’appuntamento per TOF è fissato per tutti, turisti, appassionati dei camper e delle vacanze all’aria aperta, amanti delle camminate e del running, sportivi di ogni genere, cicloamatori o golfisti, dal 15 al 17 Febbraio alle Fiere di Parma. Una esposizione di 60mila metri quadrati, pet-free (i cani, infatti, possono accedere purché muniti di guinzaglio e con museruola a disposizione), con un biglietto di ingresso di soli 5 euro, ingresso omaggio per ragazzi under 12 e persone disabili (dietro presentazione documentazione in cassa – l’eventuale accompagnatore paga biglietto intero). Durante i giorni di esposizione tantissime saranno le iniziative collaterali.