Scuole di Cesena sempre più plastic free con 18 mila borracce

La lotta all’impatto ambientale passa per verde aqua / docendo discimus l’iniziativa di unica reti

CESENA – Ben 18 mila borracce e 90 erogatori d’acqua che saranno presto installati in tutte le scuole della città di Cesena che hanno aderito all’iniziativa di Unica Reti – società pubblica proprietaria di reti idriche e gas naturale dei 30 Comuni di Forlì-Cesena – che fornisce gratuitamente alle scuole primarie e secondarie statali e paritarie borracce in metallo. La consegna è stata avviata questa mattina dall’Assessora alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi, da Stefano Bellavista, Amministratore unico di Unica Reti e dalla Consigliera regionale Pd Lia Montalti alla Scuola Primaria “Salvo D’Acquisto” e all’Istituto Tecnico Commericiale “Renato Serra”. L’iniziativa prevede anche l’avvio di un percorso di sensibilizzazione al fine di eliminare la plastica monouso.

“Il nostro obiettivo – commenta l’Assessora Francesca Lucchi – è la massima riduzione dei rifiuti nelle scuole del nostro territorio. Stiamo pensando a ulteriori soluzioni che interesseranno i nostri studenti: penso alla sostituzione dei fazzoletti con asciugamani automatici ad aria, al rinnovo dei contenitori della raccolta differenziata e, laddove ci sono distributori di bevande calde, alla possibilità di programmare gli stessi con un bicchiere personale eliminando in tal modo gli usa e getta. Particolare attenzione continueremo a riservare alle mense scolastiche con una riduzione degli sprechi idrici, dei rifiuti e della plastica. Adotteremo per tutte le scuole il modello della scuola primaria la Fiorita (10 classi con 170 bambini) che ha avviato il compostaggio dei rifiuti”.

Pertanto, la sfida numero uno è diventare sempre più città ambientalmente sostenibili. La lotta all’impatto ambientale delle attività umane si configura infatti come una sfida che richiede necessariamente un’azione globale, diffusa e condivisa, fondata sulla collaborazione a livello territoriale tra amministrazioni pubbliche, attività private e singoli individui. L’educazione nelle scuole è fondamentale per portare questi temi nelle pratiche quotidiane delle famiglie, incentivando un dialogo tra generazioni in vista di una consapevolezza ambientalista universale. Per questa ragione lo scorso agosto i sindaci di Forlì e di Cesena, Gian Luca Zattini ed Enzo Lattuca, in rappresentanza dei 30 Comuni della provincia, hanno adottato il progetto Verde Aqua / Docendo discimus di Unica Reti.

Anche i dipendenti del Comune di Cesena hanno ricevuto la propria borraccia in acciaio. L’Amministrazione comunale inoltre ha installato sei erogatori d’acqua dai quali si potranno riempire le borracce con acqua “alla spina” microfiltrata, sanificata e biologicamente pura. Due sono stati installati nel Palazzo Comunale (primo piano e zona Anagrafe), altri tre in Biblioteca Malatestiana e un sesto nella sede della Polizia Municipale.

Il progetto Verde Aqua / Docendo discimus è costituito da due momenti complementari:

→ Fornitura e installazione di erogatori d’acqua potabile micro filtrata nelle scuole e nelle biblioteche dei comuni del territorio di Forlì-Cesena e distribuzione di borracce in metallo per gli studenti al fine di eliminare la plastica monouso;

→ Interventi tematici e conferenze spettacolo sui temi dell’acqua e del vivere plastic free al fine di alimentare la consapevolezza tra gli studenti e il dialogo nelle loro famiglie.

“Unica Reti – commenta l’Amministratore unico Stefano Bellavista – nell’ambito delle attività istituzionali sulla sostenibilità ambientale, promuove un progetto per la sensibilizzazione sui temi dell’acqua pubblica di rete (l’Acqua del Sindaco) e sul ‘plastic free’. L’intervento destinato ai 30 Comuni soci, è rivolto agli studenti delle scuole elementari, medie e superiori e al pubblico delle Biblioteche, luoghi ove si formano sapere e conoscenza culturale e civica per le nuove generazioni”.