Rimini: Trasformazione digitale

0

Il Comune aderisce alla piattaforma nazionale SEND per l’invio ai cittadini delle notifiche a valore legale degli atti amministrativi. L’azione sostenuta con le risorse PNRR

RIMINI – Il Comune di Rimini prosegue nel percorso di digitalizzazione dei servizi al cittadino con un nuovo importante strumento a disposizione del Settore risorse tributarie, introdotto per agevolare i contribuenti e rendere più efficiente la comunicazione e il rapporto tra Pa e cittadino.
L’Amministrazione Comunale ha infatti recentemente aderito a SEND (Servizio Notifiche Digitali), la piattaforma tecnologica realizzata da PagoPA e lanciata lo scorso luglio insieme al Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il progetto fa parte delle azioni che il Comune di Rimini ha introdotto attraverso le risorse Pnrr e ha come obiettivo la semplificazione e la digitalizzazione del processo di notifica a valore legale degli atti amministrativi, con risparmio per la spesa pubblica, minori oneri di notifica e procedure più efficaci.
La piattaforma SEND dunque affianca al tradizionale invio analogico degli atti amministrativi un nuovo processo digitale che amplia le possibilità di invio, ricezione, gestione, controllo e conservazione delle comunicazioni a valore legale.
Da un lato, infatti, SEND evita che siano le Pubbliche Amministrazioni a farsi carico degli adempimenti legati al processo di notificazione, gestendo direttamente tutte le attività per il perfezionamento della notifica sin dal momento del deposito dell’atto in digitale, con conseguente risparmio di tempi e costi di gestione.
Dall’altro lato, la piattaforma permette ai cittadini di richiedere alla Pubblica Amministrazione di ricevere le comunicazioni del Settore Risorse Tributarie in maniera digitale attraverso PEC, con messaggio su App IO o con SMS o mail (se la persona registrerà i propri recapiti nella piattaforma). In assenza di questi recapiti digitali, SEND si occuperà dell’invio della notifica tramite raccomandata cartacea. Quanto alle spese di notifica – disciplinate per legge dal ‘Decreto Costi’ – l’importo per il contribuente è di 2 euro, un costo molto inferiore rispetto a quello che comportano le notifiche in formato cartaceo, differenziato a seconda della modalità di spedizione utilizzata.
Il recapito delle notifiche in digitale, quindi, comporta minori costi di notificazione, un risparmio per il contribuente che ha la possibilità di gestire in maniera digitale la ricezione degli atti amministrativi, senza la necessità di riceverli in formato cartaceo o di recuperarli presso l’ufficio Postale (per maggiori informazioni su SEND notifichedigitali.pagopa.it).
Sempre nell’ottica di aumentare la digitalizzazione dell’Ente, il Comune di Rimini ha attivato recentemente due nuovi dispositivi POS per il pagamento dei bollettini PagoPa direttamente agli sportelli TARI, con l’obiettivo di offrire un servizio all’utenza semplificando le procedure di pagamento.