Rimini: laboratori territoriali per l’innovazione e la sostenibilità delle imprese del settore turistico

43

Venerdì primo appuntamento. Qual è la migliore mobilità sostenibile per l’offerta turistica delle vallate del Marecchia e del Conca?

provincia di Rimini logoRIMINI – Venerdì 26 febbraio primo appuntamento con i laboratori territoriali per l’innovazione e la sostenibilità delle imprese del settore turistico, organizzati dalla Provincia di Rimini.

L’iniziativa rientra nell’ambito dell’attività di valorizzazione delle imprese nel quadro della legge regionale 14/2014, che prevede una serie di momenti laboratoriali per far emergere input, segnalare criticità e nuove opportunità, aggiornare il contesto (anche in ottica post covid), sintetizzare idee e proposte, testandole e migliorandole nell’aspetto della loro non più eludibile sostenibilità ambientale, soprattutto in relazione al viaggio e alla mobilità.

Questo primo laboratorio sarà dedicato, nello specifico, al tema della mobilità sostenibile a supporto dell’offerta turistica delle vallate del Marecchia e del Conca e si terrà in videoconferenza venerdì 26 febbraio alle ore 16.

Bike, cicloturismo, trekking, ma anche storia, arte, cultura, natura possono trovare nuove forme di fruizione in termini di prodotto turistico, reimpostato sotto forma di percorsi o “Thematic routes”, valorizzando le filiere dei prodotti e delle offerte del territorio (eccellenze enogastronomiche, prodotti tipici, ospitalità, servizi culturali, esperienze, luoghi e paesaggi).

“Questa è un’occasione concreta – spiega il presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santi – per concentrarci sul tema della mobilità sostenibile a supporto dell’offerta turistica, analizzando opportunità e criticità, per elaborare proposte, progetti e soluzioni. Per questo abbiamo cercato e invitato una platea di attori competenti che possano fornire un contributo importante. Partendo dall’esistente rete di infrastrutture, dai nuovi servizi del territorio e dai progetti in corso, vogliamo lavorare per ideare, verificare e costruire nuove motivazioni e modalità di viaggio in luoghi che hanno un’identità forte, che si lega ai territori e alla loro offerta esperienziale. Vogliamo lavorare per permettere ad ogni escursione di diventare esperienza, arricchendo l’offerta stagionale, balneare, oppure divenendo una motivazione di viaggio autonoma, innovativa, sostenibile, con il fondamentale coinvolgimento e concorso delle imprese.”