Rilievi Amcm, mercoledì 21 novembre parcheggio chiuso

Divieto di sosta dalle 8 alle 20. Tecnici al lavoro nell’area del comparto per sviluppare la progettazione. Piano di recupero in Consiglio nelle prossime settimane

logocomune-modenaMODENA – Mercoledì 21 novembre il parcheggio dell’ex Amcm a Modena non potrà essere utilizzato per la sosta. Nel corso della settimana, infatti, l’area è interessata da una serie di rilievi tecnici necessari per procedere con la progettazione esecutiva del Piano di recupero del comparto del Parco della creatività e delle opere pubbliche che dovranno essere realizzate. I rilievi si svolgono tutta la settimana ma è solo mercoledì che è necessario il divieto di sosta dalle 8 alle 20, indicato con apposita segnaletica, ed è prevista la rimozione dei veicoli che dovessero essere di intralcio alle operazioni.

I rilievi, che potranno essere rinviati in caso di maltempo, vengono effettuati dal raggruppamento di aziende, guidato dalla Cmb, che si è aggiudicato l’intervento approvato nei mesi scorsi dal Consiglio comunale.

E’ prevista la riqualificazione e la rigenerazione di tutto il comparto tra via Carlo Sigonio, viale Buon Pastore e via Peretti, con la creazione di quattro piazze su cui si affacceranno gli edifici destinati a funzioni culturali e teatrali. Previste anche opere di ricucitura tra residenziale e già costruito, spazi a verde, percorsi esclusivamente ciclopedonali e arredi urbani evocheranno il passato industriale della zona, oltre alla costruzione di una palestra pubblica, edifici residenziali (per un massimo di 64 alloggi), spazi commerciali e un parcheggio pubblico seminterrato che si aggiunge a parcheggi a raso per complessivi 350 posti auto.

Il Piano di recupero verrà presentato in Consiglio comunale nelle prossime settimane, mentre nei primi mesi del 2019 dovrà essere approvato il progetto esecutivo delle opere pubbliche, le prime che dovranno essere realizzate dai privati, e il progetto definitivo per la riqualificazione dell’edificio ex filovia. Nel frattempo, si stanno perfezionando i contratti che dovranno essere sottoscritti prima del passaggio in Consiglio comunale.