Ranking Green Metric 2020: l’Alma Mater di Bologna sul podio più alto in Italia

32

Tra le prime dieci al mondo, per l’attenzione nei confronti della sostenibilità ambientale. All’ateneo Emilia-Romagna, per il quarto anno consecutivo, il più ambito riconoscimento della prestigiosa indagine annuale, che misura l’impegno delle istituzioni accademiche, a livello mondiale, nello sviluppo di infrastrutture universitarie rispettose dell’ambiente

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – “Sincere congratulazioni a nome di tutta la Giunta per questo importantissimo risultato- sottolineano la vicepresidente con delega al Patto per il clima, Elly Schlein e l’assessore all’Università, Paola Salomoni-. Ancora una volta, un’università della Emilia-Romagna si posiziona al vertice della classifica tra gli atenei italiani, confermando gli esiti degli ultimi quattro anni. Ma ancora più rilevante è l’entrata nell’edizione 2020 appena pubblicata, tra i primi dieci a livello internazionale. Un grande traguardo che riconosce il ruolo sociale svolto dalle università, anche attraverso azioni che accompagnano la transizione ecologica, l’economia circolare e l’educazione alla sostenibilità delle nuove generazioni”.

L’indagine internazionale
Il ranking GreenMetric annualmente valuta in modo approfondito gli impatti e le azioni delle università, relativamente alle politiche per lo sviluppo sostenibile delle infrastrutture dell’ateneo, alle azioni sui consumi e sulle scelte energetiche, sul sistema di gestione dei rifiuti, sul recupero e trattamento delle acque, sulle scelte per il miglioramento dei trasporti e della mobilità attiva e infine sull’attenzione che ogni università pone alle tematiche di sostenibilità ambientale e sociale nella sua ricerca e offerta didattica.