Ramin Bahrami inaugura i concerti estivi della Società dei Concerti di Parma

38

PARMA – Sarà Ramin Bahrami a inaugurare, lunedì 4 luglio 2022 alle ore 21.15 nel Cortile d’onore della Casa della Musica di Parma, i Concerti dell’estate El Amor y la Muerte realizzati dalla Società dei Concerti di Parma in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma-Casa della Musica.

Il grande pianista di origini iraniane, formatosi in occidente, terrà un récital significativamente intitolato “La rinascita” che comprende il Capriccio sopra la lontananza del suo fratello dilettissimo BWV 992 di Bach, l’Impromptu n. 4 op. 142 di Schubert, lo Scherzo n. 1 op. 20 di Chopin, la Suite HWV 434 di Händel, e Variazioni e Fuga su un tema di Händel op. 24 di Brahms.

Ramin Bahrami è considerato uno dei più interessanti interpreti di Bach al pianoforte. Dopo l’esecuzione dei Concerti di Johann Sebastian Bach a Lipsia nel 2009 con la Gewandhausorchester diretta da Riccardo Chailly, la critica tedesca lo considererà «un mago del suono, un poeta della tastiera, un artista straordinario che ha il coraggio di affrontare Bach su una via veramente personale». Incide in esclusiva per Decca-Universal, i suoi cd sono dei best seller e riscuotono sempre molto successo di pubblico e di critica. È entrato cinque volte nella classifica top 100 dei dischi più venduti pop di Gfk. Le sue registrazioni vengono regolarmente trasmesse dalle maggiori emittenti internazionali. Tra i numerosi riconoscimenti, è stato insignito del premio “Mozart Box”, per l’appassionata e coinvolgente opera di divulgazione della musica, e ha ricevuto la cittadinanza onoraria dalle città di Catania e Palermo e il sigillo dall’Università di Sassari.

Il cartellone estivo proseguirà con la serie “Un pizzico di luna” alla Casa della Musica: lunedì 18 luglio Adiós Nonino con la violoncellista Erica Piccotti e il chitarrista Gian Marco Ciampa; lunedì 1 agosto Voci d’amore con il compositore Claudio Rastelli, il pianista Federico Nicoletta e l’attrice Diana Höbel. Due gli appuntamenti di settembre per la serie “Musica con vista” organizzata dal Comitato Amur con Le Dimore del Quartetto e l’Associazione Dimore Storiche Italiane: giovedì 1 Schwanengesang al Chiostro dell’antico oratorio della Chiesa di Sant’Uldarico, con il violoncellista Enrico Bronzi e il Quartetto Noûs; giovedì 8 La morte e la fanciulla al Castello di Montechiarugolo con il Quartetto Amai.

ABBONAMENTI: Intero 60€; Ridotto Soci 50€; Ridotto Studenti 30€

BIGLIETTERIA: Intero 15€; Ridotto Soci 12€; Ridotto Studenti 7€

prevendite online: www.liveticket.it/societaconcertiparma

INFORMAZIONI: info@societaconcertiparma.com – WhatsApp 345 0266567

Apertura biglietteria un’ora prima del concerto nel luogo dello spettacolo

www.societaconcertiparma.com

Fondata nel 1894, la Società dei Concerti di Parma è tra le più antiche in Italia e ha portato nella città ducale leggende della musica come Horowitz, Rubinstein, Benedetti Michelangeli, Segovia e molti altri ancora. In oltre 125 anni di storia ha continuato a proporre al pubblico di Parma, noto per la sua competenza musicale, spettacoli di elevata qualità: ha ideato la Stagione concertistica del Teatro Regio di Parma, il Concerto di Capodanno dei Filarmonici di Busseto, i Concerti della Casa della Musica, il Paganini Guitar Festival, la rassegna estiva Un pizzico di luna e gli spettacoli per famiglie di Families’s Corner. A queste iniziative si aggiungono i progetti speciali e le commissioni da parte di Istituzioni e Fondazioni, fra cui gli spettacoli commissionati dal Teatro Regio nell’ambito del Festival Verdi. Ha inoltre prodotto e pubblicato due cd: Intimate Paganini di Giampaolo Bandini (Decca) e Verdiana Live recording de I Filarmonici di Busseto. Nel drammatico periodo di fermo dovuto alla pandemia, ha realizzato progetti speciali online come il video dedicato agli operatori sanitari Va’ pensiero per le strade del mondo, il contest per giovani musicisti Open Call For Chamber Music, le versioni in streaming di Paganini Guitar Festival, Christmas Corner e Concerto di Capodanno. Collabora con le principali istituzioni cittadine, tra le quali il Conservatorio “Boito”, il Liceo Musicale “Bertolucci”, l’Università di Parma, l’Azienda Ospedaliera, il Complesso Monumentale della Pilotta e il progetto Parma Città Universitaria. Dal 2020 fa parte dei prestigiosi circuiti AMUR, Associazioni Musicali in Rete, e AIAM, Associazione Italiana Attività Musicali.

La Stagione 2022 della Società dei Concerti di Parma e il Paganini Guitar Festival sono sostenuti da: Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna, Comune di Parma, Casa della Musica, Sinapsi Group, Fondazione Cariparma, Chiesi Farmaceutici, Fondazione Monteparma, Oceania Capital, Ct Transport s.r.l., D’Addario & Co, Amici di Paganini di Genova.

Istituzioni e Festival Partner: Teatro Regio di Parma, Festival Verdi, Verdi Off, Musica Con Vista, Paganini Genova Festival, Università di Parma, Conservatorio Arrigo Boito di Parma, Liceo Musicale Attilio Bertolucci. In rete con Comitato Amur e Aiam.