Question Time, chiarimenti sulle azioni per contrastare il furto e la ricettazione delle biciclette

30

BOLOGNA -L’assessore Alberto Aitini ha risposto, in seduta di Question time, alla domanda d’attualità del consigliere Umberto Bosco (Lega Nord) sulle azioni per contrastare il furto e la ricettazione delle biciclette.

Domanda del consigliere Bosco

“Alla luce del servizio giornalistico, si chiede il parere della Giunta. In particolare si chiede di conoscere quali iniziative intenda promuovere al fine di scoraggiare il furto e la ricettazione di biciclette”.

Risposta dell’assessore Aitini

“Grazie presidente, grazie consigliere,
a Bologna non c’è nessun primato negativo rispetto ai furti di bicicletta che purtroppo avvengono in ogni città. A Bologna la Polizia Locale dedica ogni possibile impegno nell’attività finalizzata a contrastare questi fenomeni, sia con attività di prevenzione, assicurando il costante presidio del territorio, sia con attività di repressione. Tutto viene fatto in particolare nelle zone dove questa tipologia di illecito viene perpetrata con maggiore frequenza, tra cui la zona di cui parlava anche il consigliere. A tale riguardo noi predisponiamo appositi servizi, sia con l’impegno di agenti in divisa, sia mediante l’impegno di agenti in abiti civili che hanno condotto anche nel corso del tempo all’identificazione e alla denuncia e anche all’arresto in flagranza di reato degli autori dei furti. Inoltre disponiamo anche dell’ufficio di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale che svolge anche l’attività investigativa relativamente all’aspetto della ricettazione delle biciclette rubate, altro tema toccato dal consigliere Bosco.

Ci tengo ad evidenziare anche che l’attività di controllo viene svolta tramite il sistema e la rete di videosorveglianza della città, che è presente anche nelle zone citate dal consigliere, dopo avvengono appunto più spesso questo genere di furti, sistema di videosorveglianza che come sapete viene visto non solo dalla Polizia Locale, ma anche dalle forze dell’ordine, abbiamo infatti condiviso la possibilità che anche le forze dell’ordine lo utilizzino. Voglio evidenziare che, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, vengono talvolta rinvenute delle biciclette che sono state oggetto di furto, che sono abbandonate o occultate da ignoti in vari luoghi e queste biciclette, quando è stato possibile individuarle, sono state restituite ai legittimi proprietari. Quindi c’è un grande lavoro da parte della nostra Polizia Locale su questi problemi ed è un lavoro che vogliamo assolutamente continuare a fare senza arretrare di un millimetro proprio perché il principio, che condivido, è quello che diceva il consigliere Bosco: incentiviamo e chiediamo ai cittadini di utilizzare sempre di più le biciclette e la mobilità sostenibile, è chiaro che ci deve essere la ragionevole certezza di ritrovare la propria bicicletta dopo averla messa da qualche parte e ritrovarla al nostro ritorno”.