Question Time, chiarimenti sul People Mover

42

BOLOGNA – L’assessore Claudio Mazzanti ha risposto, in seduta di Question Time, alle domande d’attualità dei consiglieri Umberto Bosco (Lega nord) e Francesco Sassone (Fratelli d’Italia) sul People Mover.

La domanda del consigliere Bosco
“Ancora problemi per il People Mover. Alla luce dell’articolo di stampa chiedo al Sindaco ed alla Giunta un parere politico-amministrativo nel merito. Nello specifico chiedo per quale motivo il servizio è stato interrotto in anticipo nella giornata del 24 febbraio, dal momento che la temperatura in città ha sfiorato i 20 gradi e, immagino, non si sarà trattato di un blocco automatico causato dal ghiaccio sulle rotaie”.

La domanda del consigliere Sassone
“Alla luce della decisione di ‘chiusura anticipata per il People Mover: attivati bus sostitutivi’ per il collegamento Stazione Centrale di Bologna e l’Aeroporto, per ragioni tecniche, come da articolo di stampa, chiede al Sindaco se è a conoscenza dei motivi tecnici che hanno portato all’ennesima sospensione del servizio effettuato dalla navetta del People Mover, così come comunicato da Tper e cosa pensa sul fatto che da quando è attivato il servizio, numerose sono state le sospensioni dello stesso. Si chiede poi se il costo del biglietto del servizio sostitutivo con bus affrontato dagli utenti è il medesimo corrisposto per il servizio ordinario del People Mover; se non si ritenga che il biglietto per il servizio effettuato con il bus debba essere inferiore visti i tempi maggiori di percorrenza”.

La risposta dell’assessore Mazzanti
“Gentili consiglieri,
con riferimento alla domanda vi informo che, come anche annunciato sul sito del Marconi Express e di Tper, in data 24 febbraio, il servizio People Mover è stato interrotto anticipatamente; l’orario di chiusura è stato concordato con Aeroporto di Bologna sulla base del calendario dei voli in programma per la serata in maniera da minimizzare i disagi per la clientela. Il collegamento è stato in ogni caso garantito sostituendo le ultime corse del People Mover con il previsto servizio bus.
La sospensione, programmata e non dettata da misure di emergenza o straordinarie, è infatti prevista nell’ambito delle procedure operative allegate al regolamento di esercizio approvato ed in particolare per operazioni di monitoraggio e ripristino del trattamento superficiale realizzato sulla via di corsa; detta procedura stabilisce periodicità e modalità dei monitoraggi oltre che eventuali azioni successive. Non c’era nessun guasto, ma delle manutenzioni che ciclicamente il regolamento di esercizio obbliga a fare in accordo con l’Aeroporto.
Per quanto riguarda i mezzi sostitutivi che vengono attivati sia in caso di situazioni metereologiche avverse che in caso di guasto o altri fermi del sistema – identificati dall’indicazione “Marconi Express” sul display dell’autobus stesso -, si precisa che sono fruibili con gli stessi titoli di viaggio del Marconi Express. La politica sulla agevolazioni e riduzioni tariffarie, fatto salvo l’adeguamento annuale del valore del biglietto intero, così come le regole del viaggio sono autonomamente stabilite e attivate dal concessionario”.